Vai al contenuto

Austria, missione fallita: “Grande attacco russo visibile”

Il cancelliere austriaco Nehammer al Cremlino: “Putin non ha simpatia”. Oggi è la prima conferenza stampa dello zar dall’inizio della guerra

Oggi è atteso il discorso del presidente Vladimir Putin. Sarà la prima volta dagli omicidi di Bucha e Kramatorsk che hanno cambiato radicalmente il corso della guerra e il senso dei negoziati, con gli ucraini che intendono combattere nel Donbass l’ultimo uomo e Mosca costretta a tornare a Kiev. La notizia dell’incontro e la notizia, diffusa dall’agenzia tedesca Dpa, non sono state confermate sul sito ufficiale del Cremlino, né danno notizia di una visita avvenuta ieri tra il presidente russo e il cancelliere austriaco Nehammer. . La visita non ha portato buoni risultati – “ha detto Nehammer – Putin non era più in sintonia con i negoziati del popolo ucraino, e io ero dell’opinione che Mosca si stesse preparando per il vertice”. Prima dell’incontro, prevediamo che alla fine non lo farà aggiungi qualcosa -. Il tema principale sarà la situazione in Ucraina e poi la questione del gas, la questione rilevante anche dell’Austria». Qualche piccola e piccola spiegazione in cui la comunicazione del Cremlino si è protratta per giorni, senza un linguaggio standard adatto al corso seguito.

Il cancelliere austriaco è il primo capo di Stato dell’Ue a incontrare il presidente della Russia dall’inizio della guerra, il suo Paese non è nella Nato, che ha dichiarato la neutralità nel 1955, ma come ha detto a Zelensky due giorni fa, “neutralità non significa neutralità.” incapacità di discutere, se possibile, di crimini di guerra». L’intervista, durata circa un’ora, è una versione austriaca, “intellettuale, complessa e complessa”, ed è avvenuta con un interprete (non è un buon segno, vista l’ottima conoscenza tedesca di Putin). Inoltre, non c’è stata una “visita amichevole”: “Ho subito gravi crimini a Bucha e altrove e ho sottolineato l’importanza di identificare i responsabili – ha detto Nehammer al termine della visita”. Ha informato Putin “chiaramente” che le sanzioni non verranno fermate ed è urgente che i corridoi pubblici siano operativi. “Questa guerra deve finire”, disse Nemermer. L’opinione, a giudicare dagli annunci al termine dell’incontro, è che Putin, di fronte alle sue opinioni, non abbia mostrato alcun atteggiamento particolare. Molti, sia in patria che all’estero, lo hanno criticato per la visita – gli ucraini in primis – ma da Scholz ad altri leader europei lo sforzo è stato apprezzato: “Fondamentalmente, ogni sforzo per portare la pace in Ucraina vale la pena”, ha detto un portavoce della commissione .

Sergej Lavrov – che con Peskov responsabile di aver tirato la linea politica russa dopo le proteste di qualche settimana fa – ieri ha attaccato Borrell e i politici europei, nella decisione di cercare di dotare Kiev, di “una svolta importante”. Il numero totale dei ministri degli Esteri russi senza consenso è confermato dal fatto che ieri ha ribadito che non ci sarà sospensione dell’azione militare durante i colloqui fino al raggiungimento di un accordo definitivo. Ma a parte il fatto che uno dei requisiti per i negoziati doveva svolgersi durante il cessate il fuoco (per produrre corridoi pubblici), Lavrov sembra aver dimenticato che si trattava delle conseguenze negative del ritiro della Russia. Kiev e le uccisioni che seguirono i negoziati, ponendo fine a ogni possibile successo.

La Russia ha finalmente messo in guardia Finlandia e Svezia sull’adesione alla NATO, sostenendo che la mossa non porterà stabilità all’Europa: “L’Unione Atlantica mostra di essere uno strumento dedicato alla lotta”, ha detto Peskov all’epoca. E la portavoce del ministero degli Esteri Zakharova dovrebbe rimanere attiva, affermando che l’ingresso di Svezia e Finlandia porterà la Russia a “una strategia di ritorno ai viaggi”. L’invasione ucraina ha colpito profondamente l’opinione pubblica svedese e finlandese (la Finlandia condivide una distanza di circa 1350 chilometri con la Russia) ed entrambi i leader politici hanno annunciato l’intenzione di completare il processo di ingresso prima dell’estate.

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 3,99€/mese per 3 mesi

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito