Vai al contenuto

Autostrade by l’Italia, il più grande innovatore e innovatore d’Europa per il viaggiatore bolognese

E il Uscita Bologna La base del primo metodo in Europa per ottenere i garanzia Dite la vostra con il livello di misurazione più alto possibile, i Platino. Ingresso che porta a casa un nuovo record Auto per l’Italiadopo aver formulato un quadro pienamente rispondente ai requisiti della politica internazionale che valuti la sostenibilità economica, sociale e ambientale lungo tutto il ciclo di vita, dalla progettazione alla costruzione e realizzazione.

Per il progetto Passante, ICMQl’unico ente accreditato nel nostro Paese sul tema della certificazione internazionale, vede standard elevati 5 grandi aree valutazioni individuate, quali: un impatto positivo sulla qualità della vita dell’ambiente; uso sostenibile delle risorse per l’attuazione; sicurezza e rispetto del clima e dell’ambiente. Ultimo pilastro, proficua collaborazione e comunicazione continua con il Team Aspi nella spiegazione del progetto, first in Ministro delle Infrastrutture e dello Sviluppo Sostenibile e centri comunitari, come il Comune di Bologna, il Comune di San Lazzaro e l’area Emilia-Romagna. L’importo di Platinum, previsto per il progetto, può essere ampliato all’infrastruttura, una volta completata la sua costruzione.

Le ragioni dell’attestato sono state presentate questa mattina nella Sala Vecchia di Palazzo d’Accursio davanti al Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonacciniil sindaco del capoluogo di Bologna, Matteo Lepore, amministratore delegato di Autostrade per l’Italia, Roberto Tommaso e CEO di Tecne, società di design per il team Aspi, Stefano Rimuovi. Presente anche Lorenzo Orsenigo, responsabile dell’ICMQ italiana.

Percorso in auto e Percorso su strada per eBologna Allo stesso tempo è un’area metropolitana, importante per una delle principali realtà produttive del Paese, e cardine dell’intero mercato automobilistico italiano, che lavora a stretto contatto con la crescita economica del Paese. Nell’idea certificato di due volte funzione se il progetto è appagante, questa è la capacità di migliorare andare è in tutto uno degli elementi più importanti della rete automobilistica italiana (mantenendo il collegamento alla rete automobilistica collegata alle strade principali, come la A1, A13 e A14), allo stesso tempo il liquido della viabilità cittadina sezione. Un migliore stoccaggio comporterà una riduzione del tempo di viaggio di circa 4,5 milioni di ore all’anno, una riduzione del tempo e della durata del viaggio si tradurrà in una diminuzione delle emissioni di CO2 in tutta la città metropolitana, pari a circa 1.350 tonnellate all’anno. .

La certificazione Envision evidenzia anche la conformità a progetto simboli di sicurezza e rispetto il tempo e la sua posizione. Passante, infatti, si è limitato, unitamente all’ambiente, come una vera e propria base verde, una funzione che potesse rigenerare un crocevia, ampliare le proprie risorse ambientali e un sistema che contenga l’inquinamento acustico e elementi di scarico nell’aria. Ne è un esempio la progettazione degli interventi per Galleria del suono del San Donninoche comporterà un aumento della qualità dell’ambiente e dell’area di calpestio pubblico sopra la base, che consentirà di ricomporre i due bordi della città.

Inoltre, l’intero progetto Passante è caratterizzato dalla creazione di una presenza continua di pista piste ciclabili e pedonali e metropolitana riqualificato che consenta, con l’intervento delle foreste urbane, la costruzione di un quadro geografico definito lungo l’intera viabilità infrastrutturale. Il Passante rispetta anche il protocollo delineato nel protocollo alla voce “Utilizzo delle attrezzature”, per l’impegno del Gruppo Aspi nel promuovere l’adozione di precise politiche di identificazione e l’allocazione delle risorse necessarie alla realizzazione dell’opera. .

Uso di criteri qualità al volumi Il Protocollo ha infatti portato a una ridefinizione dei requisiti contenuti nei titoli di gara per la selezione degli appalti e la filiera, che hanno effetti positivi sulla qualità e sostenibilità del progetto, e nella fase di attuazione. Il progetto Passante – curato da Tecne, società di ingegneria e progettazione del Gruppo Aspi – prevede un adeguamento al sistema attuale. Percorso A14 / percorso ad anello, con un’estensione di circa 8 m di lato e un’estensione di circa 13 km, con un investimento complessivo di oltre 1,5 miliardi di euro. I preparativi per la costruzione inizieranno all’inizio del 2023, per un periodo di circa 55 mesi.

io importante sarà dedicata alla realizzazione di spazi verdi che, con una grande attenzione al campo, saranno realizzati subito dopo il completamento delle procedure di consegna. L’intervento incorporerà lo sviluppo di un’idonea area ad “anello verde” di circa 140 ettari che fungerà da principale mitigazione e integrazione dell’ambiente/ambiente, ampliando al contempo la fornitura di aree accessibili a 30 nuovi ettari. parchi pubblici. In totale, il progetto mira a piantare 34.300 alberi e circa 60.000 arbusti, il che aumenta notevolmente la quantità di verde nelle città.

Temi come la protezione delle risorse idriche, la conservazione del territorio, il riutilizzo dei materiali da costruzione, la forte resilienza agli impatti dei cambiamenti climatici, l’impatto sulla qualità della vita e sui risultati economici, sono già temi chiave nelle strategie di progettazione. Aspi – dici tu Roberto Tommaso, amministratore delegato di Autostrade de l’Italia. “Tutte queste caratteristiche – prosegue Thomas – ci hanno portato nello sviluppo del progetto Passante, al punto da renderlo, grazie a continui confronti tecnici con Mims e tutti i centri comunitari, un progetto di visione della città globale, pensato per rispondere non solo alle esigenze di viaggio ma anche alla necessità di integrarlo con altri modi di trasporto e di integrazione con le città e il territorio Una visione aggiornata delle infrastrutture – conclude Thomas – che opera nella vita delle persone, è stata sperimentata con grande accuratezza secondo parametri di il Protocollo Envision che garantisce il massimo livello di stabilità possibile.

“Uno dei grandi vantaggi del protocollo Envision – ha annunciato Stefano Spegni, CEO di Tecne – è una possibilità per promuovere un nuovo modo di progettare e rendere chiari e misurabili gli obiettivi di sostenibilità. Progettare secondo i principi del protocollo di tutela ambientale significa anche spingere soluzioni nuove e innovative per raggiungere un livello di qualità più efficiente e ridurre al minimo gli sprechi, garantendo un uso sostenibile delle risorse naturali, utilizzando nuovi materiali perché provenienti da filiere sostenibili. , e così via. Gettare le basi per questo approccio vision-based ha implicazioni positive e dirette lungo tutta la sua vita, costruzione e fasi operative”.