Vai al contenuto

Banche, Signorini: “L’educazione finanziaria alle PMI assicura sopravvivenza e crescita” – Economia e finanza

(Teleborsa) – “Stiamo promuovendo da anni educazione finanziaria sul campo, parlando ad alcune categorie di persone: studenti, donne, immigrati». Luigi Federico SignoriniDirettore Generale di Banca d’Italiaal discorso di saluto del Convegno “Scelte finanziarie e rapporti con le banche. Raccomandazione della Banca d’Italia formazione per artigiani e piccoli imprenditori”.

“Questo è il primo passo della Banca d’Italia rivolto alle piccole imprese“, ha spiegato il direttore dell’Istituto di Via Nazionale, aggiungendo, “mi sembra utile soffermarsi sulle ragioni che ci hanno portato a creare un programma per artisti e piccoli imprenditori. «Tra i motivi – ha detto – ci sono la creazione di una cultura finanziariache “potrebbe essere la chiave da usare per garantire il successo e a volte su la sopravvivenza stessa dell’aziendasoprattutto quando l’economia è colpita da shock gravi e inaspettati”.

Signorini cita anche “in profondità cambiamenti che interessano il settore finanziario“E il fatto è che, grazie alle nuove tecnologie, “assicura nuovi modelli di mediazione”, ha detto, “sfruttando i potenziali benefici di questi cambiamenti e monitorando i rischi. Sono necessarie più informazioni finanziarie e digitali piuttosto che in passato”, “soprattutto per i piccoli imprenditori, che non possono affidarsi a personale o consulenti con competenze specifiche nel settore”.

«Sulla scena internazionale – ha ricordato Signorini – l’importanza della cultura finanziaria delle piccole imprese è stata riconosciuta nel 2015 dagli Alti Principi. G20 nel finanziamento delle PMI. ”Poi, ancora, nel 2018 l’OCSE ha pubblicato un quadro dettagliato delle capacità finanziarie che un uomo d’affari deve avere per arrivarci ottobre 2020 riconoscere un altro Consiglio di alfabetizzazioneidentificare le piccole e medie imprese tra i destinatari.

Italia – sottolinea il Direttore di Bankitalia “È prevista la promozione dell’educazione finanziaria per le piccole imprese Commento per più di due motivi: io divario nella cultura finanziaria anche rispetto ad altri paesi Idoneità delle piccole imprese sul tessuto produttivo”. Uno studio 2020 su alfabetizzazione e competenze finanziarie.

Durante l’epidemia le capacità finanziarie degli imprenditori italiani sono state collegate tra loro una maggiore capacità di controllare l’impatto del disastro sugli sforzi e sui ricavi di alleggerimento del debito“Signorini ha notato, aggiungendo,” in particolare, il grande potenziale degli imprenditori altamente qualificati per costruire scorte liquide per uso di emergenza e per attuare misure di sostegno avviate dal governo per contribuire”. diventa di più traducendosi in una migliore attitudine e scelta finanziaria in termini di qualità dei rapporti con gli esponenti finanziari, capacità di far fronte a costi imprevisti, di programmare il futuro pensionamento”.

Il programma prevede un’ampia gamma di temi, solo per citarne alcuni: saldo di bilancio, finanziamento bancario, strumenti di gestione finanziaria, Centrale dei debiti e tutela dei consumatori e “una partnership con Confartigianato e CNA, che fornisce al progetto le risorse umane e tecniche necessarie per raggiungere più imprenditori registrati nelle loro organizzazioni”.