Vai al contenuto

Benzina, ulteriori sconti. Freni (sottosegretario MEF): “Niente aumento tasse”

Sottosegretario federale Federico Freni, la commissione finanze è appesa a un filo. Il centrodestra è contrario. Mario Draghi vedrà Matteo Salvini e altri team leader cercare di trovare un equilibrio. C’è possibilità di mediazione?
«La mediazione è sale politico. Il centrodestra non ha chiuso la porta all’accordo, anzi, ha cercato di evitare collisioni fino alla fine. La mediazione, quindi, è sempre possibile, e davvero auspicabile: a meno che non si tenga conto della politica monetaria che rispecchia sempre il centrodestra».


Metano, le emittenti minacciano sciopero dal 4 al 6 maggio Hanno chiesto una riduzione del 5% dell’IVA, sull’uso sociale e aziendale

Senza un accordo, i delegati sono a una fine difficile?
“Siamo tutti parte di una società multiculturale, nata in una crisi e in uno stato di crisi, certamente senza fare scelte rigorose e divisioni di politica economica. Senza contratto qualsiasi rinnovo è una fine definitiva, soprattutto quella di un contribuente».

Il governo si sta assumendo dei rischi?
“È molto difficile accettare una dichiarazione interna. È come prendere a pugni un tavolo nel bel mezzo di una discussione: fa rumore, ma non ti dà argomenti più potenti. Chi rifiuta ogni mediazione, non tutti coloro che cercano di ottenere un compromesso, mettono a rischio il governo. E poi ripeto: Lega e centrodestra e restano fedeli agli impegni del governo, ma senza questo significato abbracciano subito a sinistra la proposta di riforma”.

Lo scopo della controversia, al momento, è un duplice approccio, la separazione delle imposte personali da tale importo. C’è il rischio, come dice il diritto di precedenza, che aumentino le tasse sugli affitti e sui BTP?
“Non è un rischio, è una cosa certa. Ad esempio, oggi l’imposta sui titoli di Stato è del 12,5%, che è il tasso di affitto concordato del 10%. In un sistema a due punte, che prevede un reddito da lavoro e un reddito da capitale, le tasse raddoppieranno. Anche se si accettasse il percorso bidimensionale intermedio e intermedio invece di uno, si avrà un incremento notevole».

Il rinnovo della registrazione fondiaria è una questione obsoleta o è, come sostiene il titolare del diritto, un “primo peccato” di autorizzazione?
“Anche in questo caso il centrodestra ha sollevato la questione della mediazione, con alcuni che hanno scelto di scontrarsi. Mi stupisco inoltre come nessuno presti attenzione all’impatto delle riforme dei prezzi catastali come, ad esempio, quelle che verranno generate dall’ISEE e i potenziali benefici per le famiglie povere”.

Dopo una riduzione da 5 a 4 dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, la maggior parte degli accordi prevede una nuova riduzione da 4 a 3. Franco, però, ha fatto sapere che la procura non ha nuove fonti oltre a quelle che sembreranno ridurre la spesa. . Si possono chiudere i nuovi tagli alle tasse?
«Certo che no, anzi. L’obiettivo è portare avanti la buona strada che il governo ha avviato nell’ultimo anno con la legge di bilancio.

Def prevede la situazione in cui viene considerato l’intero embargo sul gas russo. I prezzi del gas sono di 200 euro all’ora di megawatt, prezzi in aumento e possibile recessione economica. Quanto è vicina questa situazione?
“È una possibilità, ma fortunatamente no. Dobbiamo essere preparati ad affrontare questa opzione fornendo tutta l’opposizione necessaria. Paghiamo molti soldi durante il periodo di fallimento delle questioni energetiche e ora siamo in una crisi prevedibile. Ma abbiamo utilizzato tutte le risorse e tutte le competenze per garantire la continuità aziendale e la misurazione della sicurezza».

Il governo sta preparando un nuovo regolamento da 5 miliardi di dollari. Cosa stai facendo esattamente?
“Presentiremo anticipazioni nelle politiche di sostegno alla famiglia e alle imprese: aumento del taglio delle tasse, riduzione dell’IVA sul gas, riduzione dei costi del programma per i più vulnerabili, sostegno delle imprese più potenti. In breve, continueremo a garantire il sostegno nazionale, con tutti gli strumenti necessari.».

È possibile che i soldi vengano aumentati?
«Stiamo lavorando a un testo che sarà presentato dopo l’approvazione delle decisioni parlamentari nel Documento di Economia e Finanza. Il governo invierà le attrezzature necessarie”