Vai al contenuto

Biden non si recherà a Kiev, Mariupol sotto assedio ALLOGGIO-Politica

La Casa Bianca sgombra il campo dalle ipotesi per un viaggio a Kiev del presidente Joe Biden.
Chiaramente, la portavoce di Jen Psaki ha chiarito: “Non manderemo il presidente in Ucraina”. Al tavolo ci sono i piani per le missioni a Kiev o il capo del Pentagono Lloyd Austin o il segretario di Stato Antony Blinken. Secondo la CNN, che cita fonti, lo stesso Blinken ha detto agli alleati europei che la guerra in Ucraina potrebbe continuare per tutto l’anno.
Il nodo dell’ingresso nella Nato di Svezia e Finlandia continua a bruciare: “L’adesione avrà gravi conseguenze per la pace e la stabilità nel Nord Europa”, ha affermato il ministro degli Esteri russo. Mosca ha avvertito Washington in una nota diplomatica ufficiale che gli schieramenti USA e NATO di armi “più sensibili” in Ucraina “proseguono il conflitto e potrebbero portare a “conseguenze non intenzionali”. Nelle ultime ore, il presidente Biden ha approvato il dispiegamento di nuove attrezzature, tra cui elicotteri Mi-17 e obice da 155 mm, altri 800 milioni di dollari.
Intanto sul campo continua l’assedio di Mariupol, dove la situazione è “in declino”. Il comandante della 36a brigata della Marina ucraina, il maggiore Serhiy Volyna, ha lanciato un appello ad aprire “immediatamente” la città, “militarmente o politicamente” perché continuano aspri combattimenti e i russi continuano ad essere “violenti”. È difficile mettere in sicurezza i corridoi per aiutare le persone in città e le persone stanno cercando di scappare a piedi. Nel villaggio di Borova, vicino a Kharkiv, nell’Ucraina orientale, sette persone sono rimaste uccise e ventisette sono rimaste ferite in un attacco russo agli autobus utilizzati per l’evacuazione. La città meridionale di Mykolaiv, dove almeno due persone sono rimaste uccise davanti a una chiesa ortodossa in un massiccio attacco, è ancora sotto attacco.
Hanna Zamazeeva, capo del consiglio regionale di Mykolaiv, ha scritto nel Telegram che oggi le truppe russe stanno prendendo di mira gli insediamenti di Mykolaiv: “Non ci sono equipaggiamenti militari lì, i residenti sono sotto tiro”. Ad oggi, il numero dei bambini uccisi nel conflitto è salito a 198, con almeno 355 feriti.
Dall’inizio dell’invasione russa il 24 febbraio, quasi cinque milioni di ucraini hanno occupato il Paese e più di 2,75 milioni sono fuggiti dalla Polonia secondo i dati dell’Alto Commissario per i Rifugiati e le Guardie polacche. Oltre alla popolazione di profughi, altri 7,1 milioni sono fuggiti dalle proprie case ma si trovano ancora in Ucraina.
Dopo l’affondamento dell’incrociatore russo Moskva, un consigliere del ministro degli Affari interni dell’Ucraina Anton Gerashchenko ha affermato che il comandante della nave ammiraglia russa Anton Kuprin è morto nell’esplosione e nell’incendio sulla nave. Nell’intelligence britannica, la Russia dovrà ora esplorare il suo territorio nel Mar Nero perché la Moscova ha svolto un ruolo chiave. La nave che affonda è la seconda nave persa dall’esercito di Mosca, dopo che la nave d’attacco Saratov è stata colpita il 24 marzo, durante un attacco ucraino al porto di Berdyansk. 007 Conversazione della trasmissione ucraina tra la Russia a Donetsk e sua moglie, in cui ha fatto riferimento a “l’esercito russo ha sparato deliberatamente nel villaggio di Klimovo nella regione di Bryansk per criticare l’Ucraina”. “Lo fanno come se il popolo ucraino li infastidisse – si legge nelle intercettazioni diffuse dall’agenzia di stampa Ukrinform – ecco perché sparano”, un rapporto dei servizi segreti ucraini ha anche descritto il Cremlino come “non solo preoccupato per l’esercito russo ,” ma . e ai cittadini russi”.
Secondo Andrei Klimov, vicepresidente della commissione per le relazioni internazionali del Senato russo, le truppe russe hanno anche portato prigionieri “truppe della NATO” in Ucraina. “Abbiamo già prigionieri tra il personale militare della NATO, mostreremo tutto questo quando esamineremo casi e il mondo intero vedrà cosa succede davvero”. Klimov ha aggiunto che “l’operazione militare speciale della Federazione Russa terminerà immediatamente, non la aumenteremo deliberatamente. Non appena metteremo al sicuro l’Ucraina in Russia, l’esercito cesserà”.
Oggi il papa è tornato a parlare del conflitto in Ucraina, affermando che “il mondo ha scelto il piano di Caino e la guerra è rovesciare Caino, cioè uccidere suo fratello”. Il benefattore di papa Francesco, il cardinale Konrad Krajewski, è a Borodjanka, uno dei martiri della Via Crucis. Pregherà davanti ai corpi ritrovati, come alle stazioni della Croce. (MANIGLIA).

IMMOBILE SALVATO © Copyright ANSA