Vai al contenuto

Blog: #BARVxL-Regno dei Faraoni Neri: un viaggio emozionante alla scoperta della Nubia

Mi sono unito a questo viaggio, anche se sincero, pieno di fascino e mistero eterni. ti ho fatto entrare SUDAN più precisamente nella zona di NUBIA.

io SUDAN è una razza sconosciuta, è dentroAFRICA DELL’EST. Gli ultimi aggiornamenti interni hanno tenuto i turisti a distanza di sicurezza. Dovrai saperlo Sudan è una delle nazioni africane sconosciute come capitani di gruppi turistici dedicati ai turisti turistico-culturali, operatori BIT e sponsor, preferendo puntare quasi tutto su cavalli puliti, morbidi, piccoli, piccolissimi, su cavalli liberi e corridori. . In poche parole, di sicuro le cose, anche se diventano sempre, col tempo, sono normali e noiose.
Ti sto aspettando, se questo viaggio che sto per regalarvi è molto difficile, ma ricco di fascino e di un finale che lascerà sbalorditi anche gli scettici. È un trekking panoramico attraverso il deserto nubiano vicino al confineEgitto, dove negli ultimi due decenni sono state eseguite solo opere di archeologia.

io Sudan è un collegamento e un connettore nel mezzo Africa bianca e Africa nera. Quello che ora è conosciuto come Sudan era precedentemente noto come Nubia, il suo nome viene dall’arabo “Bilad Sudan” Cosa significa “paese nero”. Il nome ricorda un glorioso passato, che ricorda l’antico Egitto. La storia dell’antico Egitto, la terra dei Faraoni che cresceva lungo il fiume Nilo, è in realtà legata alla storia Sudan.
Considerata la sua posizione geografica, il Sudan è sempre stato un collegamento tra l’Africa nera e sconosciuta e l’Africa bianca affacciata sul Mediterraneo, area che ha influenzato influenze come egiziane, greche, romane e arabe. Questa combinazione di culture, dati demografici e idee ha creato un paese affascinante con un interesse affascinante sia per la storia – archeologia e paesaggi, sia per un ambiente per la maggior parte desertico e una popolazione non ancora pienamente collegata al turismo.

Il Sudan è un paese interessante e intimidatorio allo stesso tempo. È interessante perché fa venire in mente NUBIA e il suo glorioso passato, unito a quello degli antichi egizi e a tutti gli eventi storici che hanno portato alla cultura e all’architettura che sono discese fino ai giorni nostri.
È un incubo perché è un Paese dove da decenni c’è una sanguinosa guerra civile, con tali armi da guerra. povero e cioè l’uccisione di civili, vittime di mine sparse in tutto il Paese, soprattutto nel Sud.
Dopotutto, è un paese che vale la pena visitare. Le due forme, soprattutto, rimarranno negli occhi dell’ospite di questo Il vecchio mondo: profilo piramidale kushitichecorpi affilati, chiari, leggeri e belli e bei volti umani e relazioni sociali. Nubia.

io NUBIA si tratta di una zona aspra e selvaggia, dove per procedere in sicurezza è necessario utilizzare moderni metodi di guida, come ad es IGPS. Questa zona non è amichevole come i servizi ed è praticamente disabitata. Rari gruppi di pirati possono incontrarli Bisharina volte hai paura di incontrarti bianchi che non l’hanno mai visto prima. Qui cercheremo i leggendari”città d’oro” Berenice Pancrisia. Se ne è sempre parlato ma, fino a qualche anno fa era solo un mito. Poi i fratelli Castiglioneha organizzato un viaggio obiettivo, proprio nel deserto nubiano sudanese e ha trovato alcune rovine della sua sistemazione che sembrano appartenere a una città mitica.
Attraversando montagne lontane mar Rosso Non è affatto un compito facile ma è importante raggiungere la spiaggia e noleggiare un piccolo e comodo yacht per auto in cui perdersi tra le varie isole e immergersi nel mare. “La roccia”, Allora hai raggiunto Porto Sudan.
Esperienza e mare sudanese non ha niente in comune: invisibili, turisti, ripeto, non molti e che amano tuffarsi nelle immersioni subacquee possono lavorare sodo per trovare posti più sorprendenti. Lo apprezzo totalmente è un viaggio di nicchia, ma con adeguata preparazione e forza “Incentivo interessante” vivrete l’esperienza dei grandi turisti del primo Novecento.

E ora un po’ di storia: In un Nel 1350 aC i Faraoni d’Egitto conquistò la regione di Nubia; da questa data la parte più importante della storia di Sudan del Nord. Durante questo periodo gli egizi influenzarono la cultura locale e abbandonarono molti templi. Seguì un periodo di silenzio, con l’annuncio della nascita del nuovo regno kushitico: la sua sede era Aspettare, più vicino ad oggi Karima.
Tempo d’oro acceso Nubia può essere personalizzato su 725 d.C quando io Rif nubiano Pankbi ha conquistato tutto l’Egitto. In seguito a questa vittoria iniziò in Nubia la tradizione di costruire piramidi come monumenti funebri; in Egitto l’usanza fu bandita per secoli. Che cosa Bamba perde valore, il capitale gli viene trasferito Meroestando molto basso.
La scrittura geroglifica perde significato e un nuovo oggetto chiamato testo prende il suo posto meroitica, che non è ancora interpretato. Meroe continuò a prosperare fino al IV secolo d.C. che segnò il suo definitivo declino. Dopo questo breve articolo di storia, vi consiglio un viaggio sui sentieri storici. Il viaggio può essere fatto in una decina di giorni con un tocco Antica Nubia.

Viaggiare nel nord della Nubia è come viaggiare nel passato. La scarsità di strade e la situazione politica degli ultimi anni hanno reso le persone culturalmente e geograficamente isolate. In questo modo è stata preservata la verità genuina, non solo nel turismo ma anche nel commercio con i paesi occidentali. Poi i rapporti con la gente del posto saranno curiosi e ci sarà sicuramente una comunicazione automatica e divertente con le famiglie locali.
Sarebbe incredibile visitare siti archeologici, indipendenti dal deserto, senza la folla di turisti, tipica dell’Egitto. Devi visitare i templi di Drago al Musawwaratio piramidi e la cropoli di Meroe deposto nel deserto. Ancora una volta, devi vedere Jebel Barkal, un monte santo è vicino Karimatombe scolpite di Centrale. Ultime ma non meno importanti le terre di cataratta del quarto Il Nilo e infine i pozzi del deserto ebrei.

Il momento migliore per andarci è da Da ottobre ad aprile. Tutto questo e la comunicazione con la gente del posto, che è sempre molto amichevole, renderà un viaggio speciale e lascerà la voglia di tornare nel cuore.