Vai al contenuto

Blog: Juve-Inter: il calcolo è davvero finito?

L’Inter ha battuto l’Allianz Stadium di Torino, 11 anni dopo aver perso contro la Juventus, vincendo il 244esimo derby italiano. con una partita giocata all’insegna della solidarietà ricevuta, un’organizzazione difensiva e soprattutto con sezioni discutibili di informazioni discutibili che confermano come un calcio ad ampio livello senza scienza diretta.

La squadra guidata da Simone Inzaghi vince contro la migliore Juventus della stagione, passando con dubbia severità, anche se per principio sembra poterci stare, A giudicare dal primo termine la gara bianconera si è prosciugata per il secondo anno consecutivo e per la prima volta da quando Allegri è tornato a sedersi sulla panchina della Juventus..
Una sconfitta amara e soprattutto la peggiore, che interrompe un lungo periodo di sedici risultati utili consecutivi iniziato a novembre e costringe i bianconeri a guardarsi le spalle, soprattutto ai romani, per raggiungere almeno il più piccolo gol. tempo, prisma di ricerca lo permette, o quel quarto posto utile come pass finale valido per arrivare alla prossima edizione di Champions League.

Forse era previsto per domenica sera la migliore prestazione della Juventus In questo campionato, anche se questo non bastasse a portare a casa l’attrazione sarebbe difficile considerando l’andamento del gioco.
Formazione condotta da Massimiliano divertimento, essere decisione Kwe schierare Una volta io Terzodifficile

Vlahovic-Morata-Dybala come aveva fatto alcune volte dal suo ritorno in panchina bianconera, tra infortuni vari e un uso eccessivo della memoria difensiva, sembrava una buona formula per insidiare il sistema strategico nerazzurro.
Quindi questo è un altro Assegno Juventus, è sceso subito in campo con l’atteggiamento giusto per chi vuole portare a casa la vittoria e non solo il familiare e cinico “allegro”, ma questa volta un concept game molto accurato, fatto di scambi veloci, passaggi brevi e linee. linee, alta pressione e tiri multipli in rete, verso una porta protetta dai guanti di Handanovic.
Ma a parte buoni propositi e tanta azione sui gol prodotti, fino a 23 decisioni contro 5 nerazzurri con tanto legno al seguito, Simone Inzaghi è stato un successo dell’Inter, con un piccolo sforzo e un risultato alto. .

Infatti, a causa delle “due” sanzioni inflitte volontariamente, La squadra nerazzurra può ancora reggere un tris tra Milan, Napoli e la stessa Inter.

Inzaghi batte Allegri con successo ad Allegri, questa è un’analisi approssimativa che si può fare dopo il Derby d’Italia, il risultato contro una bella partita, lonestà contro estetismoLibertà di parola contro equilibri di strategia, cinismo contro ideologia, chissà cosa può fare Lele Adani ora che l’Inter ha vinto con un rigore a meno che non tiri quasi mai in porta.
Mi piacerebbe davvero sentire cosa hai da dire a riguardo questa volta fu Inzaghi a fare Allegri e non viceversa rottura del cavo che ha richiesto mesi tra un calo delle prestazioni e un’improvvisa interruzione di corrente senza una definizione chiara. Chissà, forse questa volta il buon Lele criticherà Simone Inzaghi per aver vinto un piccolo sforzo e migliorerà l’estetismo di Allegri per il gioco, forse il suo “ismo” “coperto” gli farà cambiare filosofia calcistica a qualcuno che ama uno spettacolo come lui.

Detto questo, lo ammetto, l’ho rotto prima della fine della partita e proprio al minuto 81′, perché ora ho capito chiaramente dopo il fantastico post creato da Zakaria che la partita era diretta all’Inter, proprio come me. Alla fine del primo tempo hanno giocato contro il Villareal quella spiacevole notte di quasi quattro settimane fa regolarmente all’Allianz Stadium.

Cosa fai per vivere con gli spagnoli? Hai ragione forse niente, ma la verità è il gioco era molto simile a quello giocato dal Villareal. Controllo nel primo tempo, pali e traverse, gol segnati per un soffio e infine il mio… errore grossolano in difesa, rigore all’Inter; L’unica differenza è che in questa stagione la peste incassata alla fine del primo tempo mentre con gli spagnoli arrivava all’81 quando la partita si avvicinava alla fine con Allegri, presumibilmente, in attesa dell’arrivo dei supplementari chissà. in fondo è ciò che passa per la mente di un artista livornese.

Ad ogni modo, prendiamo il pestaggio dopo domenica seraAllegri cerca sempre di proteggere la squadra dicendo “se non ha nulla da rimproverare per i ragazzi” sarà sicuramente la cosa giusta da nascondere e i panni sporchi laverà negli spogliatoi e in palestra comunque durante gli allenamenti quotidiani. Sinceramente mi sono stancato di non incolpare i ragazzi per niente, hanno le loro colpe così come il buon Max con le sue, questo è innegabile. Insomma, se non vinci, durante la stagione, e anche se non prendi di mira direttamente i tuoi predecessori e ti perdi tutte le partite dentro e fuori, non sarai in grado di stare al passo con le insicurezze, soprattutto se a gennaio il club ti ha comprato il miglior giocatore del campionato e non puoi metterlo nelle condizioni di mandarlo online regolarmente..

Qui il veicolo deve essere diretto e immediatamente, La Juventus potrebbe finire quarta perché ora può pagare di più, ma in genere continuano a fare ragioni prevedibili, giustificando sempre la sconfitta di chi scende in campo e quando necessario, apertamente con atteggiamento smarrito. come seguace non voglio più sopportare, soprattutto se hai saltato una partita come quella di domenica dove avevi ancora la possibilità, anche piccola, di riaprire i giochi tornando alla lotta per lo scudetto.

Anche il motivo dopo la partita “ci sono momenti così” non è risolto, no e no, perché possono succedere brutte partite così, ma non periodi dell’anno se ti chiami Juventus e spendere quasi cento milioni a gennaio per un giocatore forte, ma questo ha ancora tutto da dimostrare.
Quanto a ci si prende la responsabilità e smettiamo di dire che la Chiesa ha sbagliato per disgrazie o episodi, perché se la Juventus ha un decimo attacco di campionato, mio ​​caro Max, dovrai farti qualche domanda e dovrai insultare i ragazzi prima di qualcosa, perché una tesi a naso corto può trattenerti fino a un certo punto dopodiché devi tirare fuori i segni.

Chiudo con questa recensione: Qual è esattamente lo scopo di avere la tecnologia quando la usi in modo improprio? Qual è lo scopo di avere il rallentatore sul campo quando in alcuni casi non può intervenire? Ma soprattutto, che diavolo è la tecnologia se si discute ancora di rigori o fuorigioco sulla questione dei millimetri?
So che devi dire “Guarda la mucca che tira l’asino”, ma da appassionato di sport mi vedo come tale. è innegabile che la Juventus nel suo passato abbia sicuramente avuto episodi a suo favore con tutte le squadre in giro per il campionato, ma poi ti ho visto ieri sera davvero felice delle decisioni e del modo in cui sono state prese. Allora cominciamo subito col dirlo la severità della mia opinione è molto discutibile, anche se sono stati assegnati molto peggio nel corso della storia, tuttavia, se il rigore poi cambia lo sport perché questa non è una palla soprattutto quando la bestia quasi 1,90 come Dumfries fa alcune sceneggiature da film degli Oscar.

Ma la verità profonda è, secondo me, che non è affatto più rigoroso ma dopo aver ripetuto la decisione di Ponzio Pilato, immagine che non era mitica. Del resto l’arbitro fischia Danilo di Chalanoglu, che sembra prendere a schiaffi il piede del difensore bianconero, e cosa fa Var per togliere le castagne dal fuoco? Ripete il rigore perché vede Deligt entrare in area di rigore davanti agli altri, anche se la tassa di legge non è applicabile, ma non è obbligato a ribaltare in quanto sono ancora tre i giocatori che sono entrati in area di rigore il 99% delle volte. che si ripete ogni domenica in Serie A.
Ora, non voglio pensare alla malafede visto che il Var non ha emesso lodo dopo aver rivisto il sacro rigore per l’errore commesso da Baston contro Zakaria, commesso sulla linea di rigore nerazzurra e non mi interessa. perchè la Juventus non è ancora una squadra che può ambire al titolo, quindi non voglio cercare nessun motivo ma quello che mi chiedo è: Calciopoli è davvero finita? O tacere sui suoi piani? Ricerche su benefici finanziari, stipendi non pagati, contratti privati ​​con i giocatori, debito Suarez, ecc. eccetera. sembra una nuova introduzione a “farsopolis” 2.0. Anche perché altrimenti non saprei proprio descrivere come l’Inter si sia ritrovata in campionato dopo aver tolto 4 punti a Torino a causa del “dominio” impressionante di Var a Zakaria e soprattutto Belotti oltre all’ingente danno. causato a Milano e Napoli in alcune partite.
Se volete condividere lo scudetto dell’Inter perché da soli non ce la fanno, dategli del cartone, a Milano sono dei veri esperti.

Ps Se qualcuno vuole dire la sua, siamo in diretta alle 21:00 su Twitter a @StanzaVxL, chat di Juve e Inter e tanto altro: non mancate!