Vai al contenuto

Bologna, città degli Eventi-Bologna Ambassador 2022 all’evento di aprile


Lunedì 11 aprile 2022io quarta edizione del progetto Bologna, città degli Eventi-Bologna Ambassador 2022 all’evento di aprilenel caso in cui i dodici persone che quest’anno è stato premiato con un premio.

Giunta alla sua quarta edizione, l’iniziativa è rivolta alle persone autorizzate dei centri accademici, medici, scientifici, tecnici, commerciali e globali, interessate a nominare Bologna come sede di un futuro convegno o altro evento. Il monitoraggio è incoraggiato dal Comune di Bologna, nella prima fase Bologna Convention Bureau -Bologna Welcome Section responsabile della promozione della città in congressi e cerimonie di eventi per ospitare congressi nazionali e internazionali, aziende, promozioni e altri tipi di eventi presso la destinazione.

Grazie alla loro reputazione e alla rete di relazioni nazionali e internazionali, le persone d’onore possono essere difensori del valore locale e influenzare le decisioni nella scelta di Bologna in occasione di eventi importanti, diventando così veri e propri “Rappresentanti” e “ambasciatori” del territorio e contribuendo a una migliore visibilità e sviluppo scientifico , cultura ed economia.
A sostegno degli Ambasciatori della città, il Bologna Convention Bureau fornisce servizi concreti gratuiti basati su eventi, come la preparazione dei moduli di domanda o l’identificazione del sito, la selezione di fornitori eccellenti e la selezione di fornitori eccellenti. operare e facilitare i rapporti con le istituzioni comunitarie e fornire supporto organizzativo, di comunicazione, ma anche economico sia in fase di candidatura che durante l’evento stesso.

Contestualmente alla cerimonia di premiazione degli ambasciatori, è stata presentata la grande novità di quest’anno Bologna accoglie gli eventiio un piano di incentivi per gli organizzatori di eventi. In questa fase il Comune di Bologna mette a disposizione dei fondi 500 mila all’anno per tre anni nel settore congressuale post-epidemia e vuole effettuare donazioni volte a facilitare il raggiungimento di grandi eventi nella Bologna metropolitana negli anni 2023-2025, con l’obiettivo di rilanciare contemporaneamente l’organizzazione di convegni ed eventi nella Bologna metropolitana. destinazione, che comprende lavoratori domestici altamente qualificati.
Sono previste agevolazioni per eventi nazionali e internazionali con un minimo di 400 partecipanti e 2 pernottamenti nel nostro territorio. Il contributo di enti e aziende che sceglieranno Bologna metropolitana come sede del loro prossimo programma di eventi (Convegno, Convegni, Meeting, Incontri aziendali) ammonta a un massimo di 50mila euro a seconda del numero dei partecipanti e del Paese o Paese. evento internazionale del marchio.

Tutte le informazioni ei dettagli sulla partecipazione a questa iniziativa sono pubblicati sul sito www.bolognaconventionbureau.it.

Bologna continua ad essere una città orientata agli eventi, che rafforza e facilita la partecipazione grazie alla sua accessibilità facile e internazionale e ai suoi segni distintivi di onestà, sviluppo della conoscenza e lavoro in conferenza dal vivo promossi dalla comunità accademica.
Negli ultimi anni Bologna si è ufficialmente affermata Top100 tra le città di tutto il mondo con una serie di eventi internazionali organizzati – allo stesso livello di Istanbul e prima di Francoforte, Venezia – e Top5 in Italia. Durante l’evento sono stati citati i servizi di Bologna come luogo per metterli a disposizione di organizzatori e promotori di eventi; È stata anche l’occasione per ringraziare i personaggi e i personaggi che si sono distinti e si sono distinti trascorrendo il loro tempo locale, promuovendolo a livello internazionale e premiando sponsor culturali, scientifici e imprenditoriali mondani, o persone scomparse. i corsi 2021 e 2022 hanno raggiunto risultati significativi nel portare congressi o eventi nazionali e internazionali ad almeno 500 partecipanti a Bologna.

Giovanni Trombettiil presidente di Bologna Welcome ha accolto e durante la cerimonia sono intervenuti Matteo Leporesindaco di Bologna, Giovanni MolariIllustre Rettore dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, Mattia Santoripresidente del Territorio Turistico Bologna-Modena, Gianpiero Calzolaripresidente di BolognaFiere, Silvia Cagnoneprofessore associato del Dipartimento di Scienze Biomediche, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.
Infine, il premio per i 12 ambasciatori di Bologna nel 2022.

Ecco i nomi dei destinatari di questo prestigioso riconoscimento:

  1. al convegno internazionale “Summer talks in Bologna on Pediatric Surgery and Cardiac Births”
    Emanuela Angeli – UO Cardiologo Pediatrico e Cardiochirurgia dello Sviluppo IRCCS Ospedale dell’Università di Bologna, Policlinico S. Orsola
    Gaetano D. Gargiulo – Professore Ordinario, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna Direttore di Cardiochirurgia Pediatrica e Sviluppo Cardiaco IRCCS Ospedale Universitario di Bologna, Policlinico S. Orsola
  2. Secondo l’International Meeting of the Psychiatric Association – IMPS 2022
    Silvia Cagnone – Professore Associato, Dipartimento di Scienze Biomediche, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
  3. secondo la riunione plenaria della rete della rete della malattia di Huntington -HHNN
    Pietro Cortelli – Professore Ordinario di Neurologia Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. Responsabile operativo IRCS-ISNB AUSL Bologna
  4. secondo l’International Symposium of the International Hematology Lab – ISLH
    Giuseppe d’Onofrio – Professore di Ematologia e Patologia Clinica – Università Cattolica Romana
  5. alla 41a Conferenza Mondiale sull’Alta Fisica – CHEP 2022
    Paolo Giacomelli -Primo ricercatore Dott presso il Centro Nazionale di Fisica Nucleare, Divisione di Bologna
    Lorenzo Bellagamba -il primo ricercatore di dottorato presso il Centro Nazionale di Fisica Nucleare, Divisione di Bologna
  6. secondo l’International Symposium on Cone Entry Test – CPT’22
    Guido Gottardi – Professore Associato di Geotecnica Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambiente e Ingegneria delle Risorse (DICAM), Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
  7. secondo il Forum Aortico al Bologna Heart Surgery Symposium
    David Pacini – professore ordinario Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. Direttore Unità di Cardiochirurgia Ospedale IRCCS Università di Bologna
  8. 14° Workshop europeo sui residui di pesticidi – EPRW 2022
    Patrizia Pelosi – ricercatore presso Istituto Superiore di Sanità – Roma
  9. Fiera Internazionale Mecspe – nell’industria manifatturiera
    Gianfranco FerilliVice Presidente della SENAF
  10. ai Campioni d’Italia 2020-21
    Luca BaraldiAmministratore Delegato Virtus Segafredo Bologna

“Sono lieto che l’Ambasciatore di Bologna sia giunto alla sua quarta edizione, un progetto che avevo nel cuore prima da Assessore e ora, ancor di più, da Sindaco”. Spiega il sindaco Matteo Lepore. “Il settore degli eventi porta crescita e produttività economica alla città e nel Distretto di Bologna rimane una componente chiave, con investimenti, continuando a lavorare sulle attrazioni del territorio. E per questo sono orgoglioso del nuovo piano di incentivazione, che consentirà un ulteriore passo avanti in tal senso. “

“Esprimo la mia più profonda soddisfazione per questa iniziativa e per la dedizione dei nostri ‘ambasciatori””, ha affermato. Giovanni Molari, Direttore Generale dell’Alma Mater Studiorum. “Il Comune di Bologna e l’Università di Bologna affermano così la loro solidarietà: è importante che la maggioranza dei vincitori sia rappresentata da docenti dell’Alma Mater. A loro e a tutti Ambasciatori Il mio ringraziamento va”. “Gli sforzi congiunti del Comune e dell’Università”, ha aggiunto Simona TonnelliVice Rettore dell’Università, “potrebbe fare di Bologna un luogo privilegiato per la vita sociale e l’eccellenza culturale. Pertanto, sono opportune misure premianti e incoraggianti coloro che si impegnano per questi obiettivi comuni”.

“Siamo orgogliosi del modo in cui il nostro Bureau of Congress ha continuato ad operare in questi anni molto difficili e i candidati con cui stiamo lavorando, e l’accesso alla quarta edizione del progetto Bologna Ambassador, ne è una prova inequivocabile”. Raccontare Giovanni Trombetti, Presidente Bologna Welcome. “Grazie a tutti coloro che continuano a portare i loro eventi a Bologna, elevando il profilo della sede alla propria accoglienza, ospitalità e pronti a crescere ulteriormente in tutto il settore MICE”.