Vai al contenuto

Borsa Italiana Today 18 marzo 2022: rosso Ftse Mib, vetta Iveco e Stellantis

© Shutterstock

Borsa di Milano in calo nell’ultima seduta della settimana. Pubblicità su Stellantis e Iveco

Stime pienamente conformi a Piazza Affari oggi 18 marzo 2022. Il Ftse Mib ha infatti aperto lo scambio in area 24.100 punti, confermandolo a questo punto e nelle fasi successive per poi allungare l’azione a partire da metà mattinata. Come abbiamo avuto modo di graffiare prima, oggi al Ftse Mib è una giornata d’arte fissa e quindi molto difficile da fare a secco.

Ad eccezione della situazione ribassista, non mancano i prezzi quotati che registrano movimenti al rialzo. Tra gli highlights del paniere di riferimento di Piazza Affari ci sono Enel e Atlantia. Soprattutto il primo è al centro dell’acquisizione più sicura dopo la pubblicazione dei relativi conti per l’esercizio 2021. Per quanto riguarda le società quotate, invece, va segnalato il crollo di Stellantis e Iveco.

Ora vediamo i numeri di sessione. Alle 13.30 il Ftse Mib mostra un calo dell’1,03 per cento a 23875 punti. Il grafico sottostante mostra l’approccio derivato Italian40 e può essere utilizzato per impostare i piani infragiornalieri.

L’elenco delle migliori citazioni della sessione odierna include:

  • Inwit: + 1,8 percento a € 9,80 €
  • Enel: +0,9 per cento a 5,77 euro
  • Atlantia: +0,6 per cento a 17,3 euro

I titoli più performanti sono invece:

  • Iveco: -4 per cento a 6,65 euro
  • Stellantis: -3,64 per cento a 14,18 euro
  • Saipem: -2,8 per cento a 1 euro

Per fare un investimento in società quotate che dimostrano proposte di valore attuali, puoi provare a fare trading di CFD. Scegliendo un broker Plus500 è possibile avere subito una demo gratuita di 50mila euro virtuali per imparare a fare trading senza correre il rischio di perdere soldi veri.

Borsa Italiana oggi 18 marzo 2022: apertura apertura

Per il Borsa di Milano oggi 18 marzo 2022 saranno gli ultimi giorni dell’art. Come spesso accade durante le sessioni segnate da questi eventi, non è possibile stabilire quale Ftse Mib sarà la guida del Ftse Mib a partire dalle ore 09.00. Se aggiungiamo a questo contesto generale molto incerto (del resto c’è sempre la guerra in Ucraina, le sanzioni in Russia e la decisione della Fed di iniziare ad alzare i prezzi di riferimento), il quadro è prevedibile a prima vista. di negoziazione potrebbe non essere chiaro.

L’abitudine di il futuro del Ftse Mib conferma quanto detto prima. In termini di funzionamento del mercato di riferimento, sia la borsa di Tokyo (sessione odierna) che quella di Wall Street (sessione di ieri) hanno inviato trading al database senza la giusta direzione. Vediamo più in dettaglio. La sessione del mercato giapponese della scorsa settimana si è chiusa con l’indice Nikkei in rialzo dello 0,65% a 26.827 punti. Nel mercato azionario giapponese, non sorprende che vengano prese decisioni politiche della BoJ. La banca centrale del Giappone, come previsto durante la notte, ha confermato i prezzi ai livelli esistenti.

Predominio dei consumatori nel listino USA. Il mercato azionario statunitense ha chiuso la sessione di ieri con il Dow Jones sopra l’1,23% a 34.481 punti; L’S&P 500 è stato dell’1,23% in più di 4.412 punti e il paniere del Nasdaq si è posizionato dell’1,33% nella zona sicura, salendo a 13.615 punti.

Le dinamiche fortemente evidenziate degli indicatori chiave di borsa (Tokyo e Wall Street) possono essere utilizzate per investire in CFD. A tal proposito, ti ricordiamo che scegliendo un broker autorizzato come eToro (qui puoi avere la recensione completa) è probabile che tu abbia una demo da 100-100mila euro che puoi imparare a fare trading senza rischiare di perdere soldi veri.

Vieni qui su Toro >>> conto gratuito con 100.000 euro virtuali per imparare a fare trading di CFD

Borsa Italiana Oggi 18 marzo 2022: il titolo più interessante

Guardando la situazione che abbiamo descritto nel paragrafo precedente, quali sono stati i costi di monitoraggio nella seduta di ieri? Per ovvi motivi il focus è solo sul settore bancario (soprattutto Banco BPM, Unicredit al Intesa Sanpaolo). Le banche hanno fatto annunci molto grandi ieri. Con l’applicazione, la domanda tra gli investitori oggi è se ci sia una ricorrenza.

Nel secolo scorso il settore petrolifero deve essere tenuto sotto controllo. Il contratto petrolifero in scadenza ad aprile 2022, infatti, ha restituito più di 106 dollari. Notizie che possono fornire una forte limitazione di visibilità su tali argomenti Eni, Saipem al I Tenariani.

Ti ricordiamo che oggi è possibile fare trading online senza commissioni su tutti i titoli. È probabile che questo sia previsto da un trader eToro che ha appena lanciato una proposta a zero commissioni sul trading di azioni reali.

Con eToro puoi vendere online azioni reali senza commissioni >>> clicca qui per iniziare

Tra i singoli titoli, attenzione a Eni e Enel. Entrambe le società quotate hanno annunciato i loro conti finali per l’anno 2021. Il cane a sei zampe ha chiuso l’anno con un rimborso di 5,82 miliardi di euro con il completamento dell’iter di approvazione del piano di gruppo. Enel, d’altra parte, nel confermare gli esiti prefissati per il 2021, ha annunciato anche gli obiettivi finanziari per il 2022, riaffermando la politica dei dividendi per gli anni a venire.

LEGGI ANCHE >>> Azioni Enel 2022 (deposito e saldo): quando saranno emesse?

© LA PRODUZIONE È STATA SALVATA