Vai al contenuto

Campione romano del rapporto tra FS e l’accordo AdR. Fiumicino diventa uno smart hub

Roma diventa un esempio di movimento integrato e stabilein linea con i tempi e le esigenze del futuro, grazieaccordo registrato in Ferrovie dello Stato Italiane e aeroporti romanifinalizzato a fornire viaggi in treno + aereo.

Accordo firmato da due CEO, Luigi Ferraris del Gruppo FS e Marco Troncone di AdR, che migliora la stabilità delle due società: ADR, la prima location aeroportuale italiana e la migliore in Europa da tre anni, ha scelto di puntare su digitale, sicurezza, innovazione e sostenibilità ambientale e ha iniziato da tempo. un programma volto a ridurre le emissioni di CO2 entro il 2030; Il Gruppo FS Italiane è al centro del sistema di mobilità del Paese e gioca un ruolo chiave nella sua ripartenza e sviluppo in un’ottica di integrazione di diverse modalità di trasporto all’insegna della sostenibilità.

Il sindaco di Fiumicino ha partecipato anche all’affidamento dell’appalto presso l’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino. Montino è stranieroil Sindaco di Roma Roberto GualtieriPresidente dell’ENAC Pierluigi Di Palma e il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

L’accordo mira a convertire gli aeroporti della capitale in hub intelligenti e mira a migliorare i servizi di collegamento diretto ad alta velocità nel mezzo dell’aeroporto di Fiumicino e il Sud Italia e accelerare i servizi attuali e il nord del paese (Firenze/Bologna/Pisa). La cooperazione porterà alla questione di biglietti integratia causa di accordi commerciali con aeromobili, e la possibilità di fare accedere alle stazioni principali Un treno attaccato a Leonardo da Vinci. Tra gli obiettivi ci sono lo sviluppo e lo sviluppoinformazioni sui passeggeri negli aerei e nella circolazione dei treni, all’interno dei convogli, negli aeroporti e negli aeroporti, come se la stazione fosse una vera e propria espansione dell’aeroporto.

Il progetto comprende anche sviluppo delle infrastrutture aeroportuali di Fiumicinoe un aumento dei brani dagli attuali tre a cinque, ed investimenti e progetti di rete stradale. Verrà stabilita una connessione FL1 e FL5 da San Pietro e Civitavecchia, e da quattro volte il da Ponte Galeria all’aeroporto di Fiumicino. Collegamento diretto all’Alta Velocità, il progetto prevede la chiusura della linea ferroviaria romana e delle tratte di passaggio per l’installazione di treni diretti a Fiumicino senza sosta a Roma Termini.

Anche l’accordo attende Flusso d’aria urbano e comprende la progettazione e realizzazione di vertiporto sul suo piatto di parcheggio Stazione Termini a Romaosservando l’avvio delle prime operazioni commerciali tra l’aeroporto di Fiumicino e il capoluogo romano nel 2024.

“L’accordo con FS Italiane è un accordo strategico non solo in AdR, ma nel settore dei viaggi integrati del Paese, nel pieno rispetto delle politiche fissate dal nostro governo”, ha spiegato. Marco TronconeL’ad di Aeroporti di Roma, che ha aggiunto che l’accordo “migliorando l’accesso all’aeroporto, rende Fiumicino pronto alla ripresa del turismo e in generale al futuro della crescita, dal futuro dell’occupazione al Giubileo 2025”.

“Il trasporto ferroviario e quello aereo devono lavorare insieme in un ambiente coeso e sostenibile, attraverso sforzi collaborativi volti a creare una combinazione di obiettivi, generando vantaggi per entrambi i settori e per il sistema di viaggio generale”, ha sottolineato. Luigi FerrarisL’ad del Gruppo FS Italiane, ha aggiunto che l’accordo “conferma l’impegno del Gruppo FS Italiane a facilitare il collegamento tra i principali varchi di accesso del Paese come aeroporti, aeroporti e porti”.

Presidente dell’ENAC, Pierluigi Di Palma, sottolineando che “la cooperazione strategica e sostenibile è un obiettivo che il Paese deve raggiungere” e che “il settore deve ripartire al più presto”. “L’ENAC – sottolinea il Presidente – ha superato gli ostacoli e ha già anticipato le società di gestione aeroportuale al primo livello di 300 milioni di euro, pari al 50% delle richieste di rinnovo per danni sanitari da Covid-19”.

“Quello che stiamo portando oggi è un progetto ambizioso che fa parte di un più ampio processo di sviluppo dell’attuale crescita e sostenibilità a Roma”, ha affermato il sindaco di Roma. Roberto Gualtieriaggiungendo che “l’Aeroporto di Fiumicino, il più importante aeroporto del Paese, beneficerà di nuove infrastrutture, servizi di connettività diretta e una maggiore integrazione tra treno e compagnia aerea.

“Con l’intesa firmata oggi – rileva il presidente della Regione Lazio – Nicola Zingaretti – Stiamo facendo un ulteriore passo avanti nel rafforzamento dei collegamenti ferroviari e nell’ampliamento dell’aeroporto di Fiumicino, il porto italiano più importante al mondo. “Una migliore integrazione del Paese – ha aggiunto – è oggi fondamentale per creare nuovo sviluppo e nuovi posti di lavoro e per aumentare il benessere delle persone. La RNR darà maggiore impulso a questi obiettivi e la Regione Lazio continuerà, perché fatto negli ultimi anni».