Vai al contenuto

come è andato avanti il ​​Programma del 1945-46 e quali paesi lo hanno istituito

Il Tribunale di Norimberga è stato istituito durante la seconda guerra mondiale per portare in tribunale i nazisti responsabili dei crimini di guerra: quali e quali sono le sentenze.

Nei giorni scorsi, il presidente ucraino Zelensky ha chiesto al nuovo tribunale di Norimberga di pronunciarsi sull’aggressione russa e sui crimini di guerra dall’Ucraina. Il leader ucraino fa riferimento a quanto accaduto in quel momento seconda guerra mondiale: nel 1943 i paesi che si opposero alla Germania nazista decisero di citare in giudizio il leader dell’Asse. Alla fine della guerra, quindi, a Corte militare internazionale e il compito di processare e giudicare i più importanti leader nazisti ancora in vita, dando vita a quello che oggi è noto come Caso di Norimberga – perché è stato gestito in una città tedesca con lo stesso nome.

Il processo di Norimberga: come è stato istituito il tribunale militare internazionale

La prima decisione di processare i maggiori autori delle atrocità naziste durante la seconda guerra mondiale è stata presa durante una terza conferenza a Mosca, davanti ai ministri degli esteri dell’Alleanza, gli Stati Uniti. Cordell Hullinglese Antonio Eden e russo Vyacheslav Mikhailovich Molotov. Successivamente, le potenze anti-Asse si incontrarono a Teheran (1943), Yalta e Potsdam (1045) per concordare una soluzione alle atrocità commesse durante la seconda guerra mondiale.

La prima domanda che si poneva era quale fosse la base della legge Corte militare internazionale data una possibilità, avrebbe potuto condannare gli uomini. La soluzione è stata fornita da un team di esperti che ha formulato un quadro amministrativo adottato all’epoca a Norimberga, ponendo le basi per la prima legge condivisa. Questo documento delinea due importanti novità per le quali siamo grati per il potenziale di tutti i principali responsabili. In effetti, il documento discuteva di entrambi reati contro la collettività – un periodo di tempo che comporta omicidio, sterminio, riduzione in schiavitù, deportazione e atrocità contro civili – cioè crimini contro la pace.

Quanto alla seconda questione, su cui ruotavano tutte le decisioni dei tribunali, si basava sul presupposto che gli Alleati volessero criticare il piano nazista nel suo insieme (e quindi non atti di violenza individuali).

Chi è stato formato dal tribunale militare di Norimberga nel 1945

La corte era composta da otto giudici tra americani, russi, francesi e britannici ed è presieduta da un magistrato inglese. Geoffrey Lawrence.

Durante i test di Norimberga furono testati più di duecento tedeschi (un tempo 1600 usando i metodi tradizionali della giustizia militare).

L’obiezione principale durante il processo è stata sollevata da un avvocato per Herman Goering, Otto Stahmer. Quest’ultimo, basato sul diritto romano”Non c’è reato, nessuna punizione diversa dalle pene precedenti” (vale a dire “Non c’è reato e nessuna punizione diversa dalla precedente legge penale“) Ho cercato di vanificare gli sforzi fatti finora cercando di dimostrare che non ci sono leggi in questo caso.

Nonostante ciò, il Tribunale di Norimberga ha impugnato la legge n Convenzioni dell’Aia e di Ginevra.

Tribunale di Norimberga: sentenze contro l’Alta corte nazista

Durante i casi di Norimberga, la Corte internazionale di giustizia ha processato più di 200 tedeschi per crimini di guerra commessi durante la seconda guerra mondiale. Diviso in due casi, uno primario e gli altri due, il tribunale si è riunito da allora 18 ottobre 1945 nei locali della Corte Suprema di Berlino.

Mentre i numeri principali sono gli stessi Adolf Hitler, Benito Mussolini, Giuseppe Goebbels, Heinrich Himmler, Reinhard Heydrich erano già morti (alcuni si suicidarono mentre altri furono uccisi dalle forze alleate) e così via Adolf Eichmann al Josef Mengele riuscirono a fuggire alla fine del conflitto e durante il primo processo 24 furono chiamati in giudizio in tribunale.

Herman Goering, Martin Bormann, Joachim von Ribbentropl’idea Alfred Rosenberg e altri 8 sono stati condannati a morte per un totale di 12 condanne a morte, ma il primo è riuscito a suicidarsi la notte prima della sua morte con una pillola di cianuro; Robert Ley (capo del Fronte del lavoro tedesco) si è suicidato nella sua cella prima dell’inizio del processo; 3 di loro sono stati condannati all’ergastolo e 4 condanne da 20 a 10 anni. Alla fine 3 sono stati rilasciati insieme a (Gustav Krupp von Bohlen e Halbachuomo d’affari tedesco) non è stato testato per motivi medici: suo figlio è stato condannato a 12 anni nel 1948.

Per quanto riguarda i clienti, invece, medici, giudici, fiduciari e membri dell’Esecutivo per un totale di 12 diverse prove – verificatesi dal 9 dicembre 1946 al 13 aprile 1949. Dei 177 imputati in totale, 142 sono stati condannati a 26 condanne a morte, 20 ergastoli e il resto a meno di 25 anni di carcere.