Vai al contenuto

Come portare i dati aziendali italiani nel cloud, modello Oracle

Non c’è mai stato un bisogno così grande di conoscenza nella tecnologia come oggi, con PNRR e digitale. Le aziende tecnologiche hanno una grande opportunità: soldi, investimenti arrivano per portare valore e innovazione.

Le parole, come ammoniva Nanni Moretti in Palombella Rossa, sono importanti, e quelle che leggi sono da dove Alessandro Ippolitoresponsabile del paese di Oracle Italiaha detto durante l’Oracle Technology Conference, che si è tenuta questa settimana a Milano e alla quale Money.it ha preso parte.

“Dall’inizio dell’epidemia, questo è stato il primo oracolo dell’umanità, un rilascio fisico”,in presenza“, La parola che significa scuola è ora entrata in vulgata, tradotta nel mondo anglofono”sul viso“Alla persona metti il ​​tuo corpo, il tuo viso, il tuo valore, la tua figura. Sì, noi aiutiamo, ma contribuiamo. Cresciamo insieme. Allora cos’è il valore.



Alessandro Ippolito Oracolo

Da un database a un database

Il valore che Oracle porta alle aziende italiane ha le sue radici in una tecnologia che il 99% di voi studenti conosce e sperimenta: Banca dati.

Anche se oggi, giustamente, vuole essere associato a ciò che fa e farà, non a ciò che ha fatto bene, siamo fiduciosi che Oracle sia in buona forma. banca dati aziendale come Treccani nella conoscenza contagiosa, Rolling Stones nella musica rock, Nutella si diffonde.

Lo ha spiegato bene ai presenti al convegno Michele Porcunominato, infatti, Vice Presidente di Enterprise Valuation Services e EMEA Strategy Tecnologia dei verbi di Oracle a livello europeo.

La tecnologia fornita da Oracle alle aziende, ha spiegato, è stata sviluppata da istituzioni, forum e archivi.

E per dare prova di un processo evolutivo in corso, Porcu non ha esitato a riconoscere che si trattava di un mercato naturale. infrastruttura business cloud Oracle può essere considerato un nuovo punto di ingresso e senza chiudere la descrizione di seguito.

Per capire le caratteristiche di questo annuncio, infatti, bisogna partire dalle recensioni che le aziende hanno già utilizzato ilifu per i carico di lavoro periferico, laterale. Insomma, per compiti meno importanti. Il più elementare, basilare, critico (non sorprendente)missione importante“), D’altra parte, è rimasto bloccato all’interno di aziende, database, server, computer aziendali privati.

Perché finora nelle aziende rimangono posti di lavoro importanti?

Porcu lo ha spiegato. Portare avanti il ​​carico di lavoro le fondamenta della nuvola il loro fornitore imposta la qualità, organizzando dati, processi, applicazioni. Non lo fa per scopi fastidiosi, lo fa perché altrimenti non lo sarebbe. Ma le aziende hanno sempre esigenze impellenti tieni i tuoi dati vicino a tepiuttosto che metterli in una nuvola, e potrebbero avere delle ragioni lavorare (chiamata latenza nel trattamento dei dati) o ufficiale (chiamato (dominio dei dati).

Come viene fuori? Sono le persone giuste che stanno costruendo il cloud di seconda generazione.


Oracolo Michele Porcu

Oracolo Michele Porcu

Il cloud di seconda generazione

Porcu ha detto “dal 2014 al 2015 abbiamo depredato i talenti nelle nostre competizioni, collocandoli a Seattle, lontano dalla nostra casa madre a San Francisco.“Dandogli la libertà di creare”sviluppare un cloud di seconda generazione“È un grande sistema che può andare in tre direzioni: rimuovere tutto ostacoliovvero per ridurre la latenza nella gestione dei dati, creando una regola pratica per sicurezza (diciamo sicurezza in base alla progettazione) ed essere in grado di realizzarne uno da zero in sei mesi area nuvolosaovvero un sistema cloud completo e indipendente.

Oracle ha attualmente 37 regioni di cloud pubblico in tutto il mondo, inclusa una Milanolanciato lo scorso dicembre e 8 sono già in programma.

Perciò portare il database esistente nel cloud Cosa fare? Porcu spiega sempre, entra un po’ nel tecnico, ma non può essere altrimenti:”misurare, utilizzando la propria tecnologia. Il nostro PaaS è standard, ma non esclusivo, il che significa che puoi portare applicazioni e infrastruttura dentro e fuori dal cloud Oracle. Nessun rischio e costi stimati. E se non riesci ad accedere al cloud pubblico a causa di latenza o problemi amministrativi, puoi creare frammenti di cloud o un’area dedicata all’interno del database.”.

Parliamo di banca dati

Al centro di tutto c’è la considerazione che il cloud Oracle non è nato per controllare il database Oracle, però qualsiasi databaselegacy e applicazioni moderne.

In effetti, le cose sono diverse nel mercato dei dati, dove i tradizioneil genoma non lascia spazio a fraintendimenti o fraintendimenti: Oracle è un database.

Come sottolinea Porcu, il database Oracle non è più solo un database di relazioni, lo è incontrare, modelli multipli, compatibili e compatibili per il tracciamento in tempo reale e l’interpretazione moderna della gestione dei dati. Da qualche anno, infatti, lo è indipendenzacioè, si autoregola e si autoregola per controllare i bisogni digitali.

I dati si stanno muovendo

Maria Costanzo, Oracle del software della tecnologia leader regionale dell’Emea meridionale. ti invita a considerare il trasferimento dei dati.

Ogni azienda ha due anime: quella del business attuale – Gli americani dicono “come“, Che cos’è -, dove è in esecuzione la maggior parte del business, e nuovo, dove nuove applicazioni si uniscono – e il popolo americano dice sempre “essereCosa sarà-. Sono impostati per l’unione, il che significa che il database aziendale deve essere nuvoloso”.

I dati devono essere generati, consegnati e compresi in tempo reale dove necessario. È di questo che devi parlare dati sul movimento.

Cosa fanno le aziende italiane

Tra le prove di questa pratica tenutasi all’Oracle Technology Summit c’è Pietro Pacinidirettore generale di CSI Piemonte, che ha prodotto un cloud conforme al modello PNRR. “Abbiamo 130 membri, tra comuni e istituzioni e stiamo implementando un programma di migrazione al cloud. Un tema dinamico può pianificare questo cambiamento: diffondere la cultura della migrazione cloud alle autorità locali. Nei piccoli comuni non ci sono competenze tecnologiche per pianificare la migrazione al cloud. I voucher comunali verranno emessi a maggio-giugno, ma la possibilità di decidere come farlo sarà fondamentale.“.

Come sono i ponti in Italia?

Mauro GiancasproDirettore ICT di Ana ha chiarito che la società ha accesso a finanziamenti operativi un occhio forte quelle che si chiamano opere d’arte, cioè ponti al igalari.

Un compito non da poco se assumiamo che nel nostro campo abbiamo il 50% di tutte le gallerie in Europa).

Per fare questo monitoraggio, è stata creata una piattaforma di business digitale per aanalisi dell’infrastruttura in tempo reale.

Anas ha iniziato con esperimento su 40 ponti. È stato sviluppato un design sensato per monitorare più e più volte lo stato di salute del ponte movimenti ci è nato rumore del ponte, e la gestione di difetti in tempo.

io ilifuha spiegato Giancaspro, dando una grossa mano ai sensori, alla misura del volume di calcolo e agli algoritmi di machine learning.

La fase di test principale terminerà alla fine dell’anno. Poi, con gare legate al PNRR, il sistema si applicherà a tutti i ponti e le gallerie italiane.

Verificato: dati, valore, informazioni

Flavio MauroChief Technology Officer di Cerved ha ricordato che le difficoltà oggi non sono così grandi datoma costruisci su quello valore raggiungendo‘informazione utile per l’azienda. In questo intelligenza artificiale e machine learning sono gli strumenti di base.

Oggi siamo tutti sopraffatti dalle informazioni indesiderate, dalla difficoltà nel capire cosa funziona. Cerved è passata dall’essere una società che ha acquistato bilanci a un’altra che rilascia dati di sintesi. Nei miei report aziendali guardo la prima pagina: dove ho speso tutto quello che mi serviva per fare l’analisi. Continuiamo a intrattenere rapporti commerciali ma il valore aggiunto è il dinamismo; vendiamo monitoraggio continuo che ti permette di capire quali dati sono importanti nelle decisioni. Abbiamo bisogno di meno dati ma più informazioni sono della massima qualità“E questo è fatto una nuvola del sud in movimento.