Vai al contenuto

Controrivoluzione di Pentecoste – Italia Giacobina

La crescita e le radici di una comunità religiosa del cristianesimo, che sostiene i diritti umani e neoliberisti e che entro il 2050 raggiungerà i suoi primi seguaci miliardari.

Nel 2019, il pastore sudafricano Alph Lukau ha ricevuto consensi in tutto il mondo per un video virale in cui ha “svegliato” un uomo apparentemente già vivo. Questo spettacolo animato ha mostrato l’apice della corsa alle armature spirituali: un gruppo di giovani predicatori del paese ha abbracciato atti estremi nei loro servizi religiosi per sfruttare la rabbia e la disperazione di una generazione.

Il “professore” Lesego Daniel ha detto di avere il dono di trasformare “la benzina in ananas”, incoraggiando la sua congregazione a bere gas come una specie di celebrazione. Uno dei suoi seguaci, il pastore Lethebo Rabalago, è stato soprannominato il “Profeta della sventura” spruzzando ai credenti un segno di pesticida per aiutare a scacciare i demoni. Nel frattempo, il profeta Penuel Mnguni calpestò la metà fedele e mangiò i serpenti viventi liberandoli dal male.

Gli osservatori esterni possono aspettarsi il tossico Kool-Aid [il riferimento è al suicidio di massa tramite bevanda avvelenata da parte di oltre novecento persone nella comunità del reverendo Jim Jones , in Guyana, nel 1978, Ndt], ma questa non è la religione del destino. È un modo unico e moderno del cristianesimo pentecostale sudafricano, una religione che, in termini di riforma, è la più rapida crescita al mondo, con oltre 600 milioni di seguaci.

Quella che Mnguni chiama la sua “Chiesa dell’orrore” può sembrare molto lontana dalla religione cristiana popolare, ma è la cosa più importante. I predicatori giovani, famosi e benestanti dell’Africa meridionale stanno infrangendo la legge e sono adorati dalle loro congregazioni. La nuova Pentecoste è il dito medio in tutte le istituzioni che falliscono. È la fede dei lavoratori più poveri del mondo.

Salute e ricchezza

Dei circa 2 miliardi di cristiani nel mondo, più di un quarto sono pentecostali, il 6% in più rispetto al 1980. Si prevede che un miliardo di persone, una su dieci, entrerà a far parte del servizio entro il 2050. Non da meno è l’organizzazione fondata a Los Angeles nel 1906 dai discendenti degli schiavi liberati, che erano stati a lungo considerati gli sciocchi della cristianità.

Il pentecostalismo è un ramo evangelico cristiano. I suoi seguaci cominciarono a nascere di nuovo, ad accettare Gesù come loro Signore e Salvatore e ad essere piantati con lo Spirito Santo, ricevendo doni inclusi miracoli, profezie e parlando in lingue. La maggior parte dei pentecostali non accetta questo segno, ma le loro azioni guidate dallo spirito o spirituali, sebbene molto diverse dal resto del mondo, sono fuori discussione.

La Pentecoste ha attirato fin dall’inizio donne, immigrati, afroamericani e poveri. La sua manifestazione come fede volontaria per i poveri del mondo è in gran parte dovuta al suo insegnamento su “salute e ricchezza”: esperienza diretta e comunicazione personale con l’esistenza di Dio ei miracoli, che portano al successo. problemi psicologici, fisici, spirituali e di portafoglio.

Ho trascorso gli ultimi due anni viaggiando per il mondo per rendermi conto dell’enorme crescita dell’organizzazione. Negli Stati Uniti, gli evangelizzatori sono spesso considerati suprematisti bianchi, ma il pentecostale medio è una giovane donna dell’Africa subsahariana o dell’America Latina. A questo si aggiungono gli immigrati nordcoreani che stanno cercando di sopravvivere a Seoul, gli zingari continentali britannici e romani d’Europa che sono stati a lungo odiati in Europa e gli indigeni che stanno affrontando le terribili guerre e catastrofi del Centro America. Molti di questi gruppi che si sono evoluti dagli anni ’80 ci dicono molto sul mondo di oggi.

I giovani predicatori sudafricani che indossavano camicie colorate e abiti eleganti hanno trovato un pubblico determinato tra migliaia, che sono cresciuti alla luce della speranza post-apartheid e sono rimasti profondamente delusi. A loro era stato promesso tutto e invece si sono ritrovati nella società più disuguale del mondo, con il 75% di giovani disoccupati, oltre l’80% del Paese senza assicurazione medica e un sistema educativo travagliato.

I problemi del Sud Africa possono essere schiaccianti, ma questa tendenza è ricorrente in quasi ogni angolo del globo. Le persone, specialmente nelle città e nei villaggi vicini, fanno appello alle chiese pentecostali perché sono gli unici luoghi che soddisfano i loro bisogni spirituali e temporali.

Man mano che questa organizzazione cresce, le chiese diventano più internazionali all’interno dei paesi, in cui esiste una forma di tassazione. Qui ricevono assistenza sanitaria – straordinaria e clinica – e assistenza all’infanzia e supporto sociale. In un momento in cui i governi spesso non riescono deliberatamente a fornire servizi sociali e uno standard di vita dignitoso che possa sostenere individui e comunità, lavorare male significa trovare alternative.

Prosperità e populismo

Molte chiese pentecostali non praticano la fede come fanno i giovani predicatori sudafricani, ma alcune pratiche non sembrano essere diverse. Per vedere in prima persona la trasformazione che stava avvenendo in America Centrale, mi sono recato nel sobborgo di Brás, a San Paolo. In Brasile, i pentecostali costituivano il 3% della popolazione brasiliana nel 1980 a oltre il 30%, risalendo al cattolicesimo in pochi decenni indietro di cinquecento anni.

Era lunedì mattina e il sole stava ancora cercando di sorgere sopra il Tempio di Salomone, 180 piedi, 300 milioni di dollari dedicati al dio della salute e della ricchezza e sede della Chiesa Universale del Regno di Dio (Uckg). Alle sette del mattino, l’uomo di fronte a me aprì una grande Bibbia strappata e vi posò sopra il portafoglio, tenendolo alto in aria. Si dice che i pentecostali pregassero il lunedì, non la domenica, ed è stata la conoscenza che ha reso l’UCK una delle principali chiese evangeliche del mondo.

I parrocchiani di Uckg sono noti per donare automobili e le loro case durante il tempo libero. Il fondatore della chiesa Edir Macedo, che ha fatto più di chiunque altro per annunciare la Pentecoste in Brasile, è ora un miliardario: un tempo era un povero ragazzo delle favelas, uno dei sette dei 17 fratelli sopravvissuti.

La grande novità del Macedo fu quella di aprire le chiese al mattino presto e alla sera, nei momenti in cui le persone che lavoravano nelle fabbriche oi camerieri andavano e venivano dal lavoro. Secondo Macedo, il predicatore pentecostale voleva seguire la gente, non l’educazione, e autorizzava la gente comune a formare chiese a propria immagine.

Nelle favelas e nei villaggi poveri lungo il confine con l’Amazzonia, i pastori pentecostali sembrano gente del posto. Sono cresciuti camminando per le stesse strade e scalando la scala sociale a posizioni più alte, proprio come desideravano i loro vicini. Per le strade hanno sentito la madre di un malato e hanno lavorato duramente per confortarlo. Agiscono come mentori nella loro chiesa, incoraggiando i parrocchiani ad avviare piccole iniziative imprenditoriali e scappare dai loro capi corrotti. Se una donna sciocca beve e torna ad essere donna, smette di parlarle.

Certo, fanno pressione sul loro gregge affinché dia loro almeno il 10% dei loro sudati guadagni, ma siamo in procinto di doverlo pagare. Pertanto, il vangelo della prosperità è la risposta sbagliata al mondo che adora il denaro ogni giorno, solo per accadere senza una festa. Rappresenta la sicurezza sia dentro che fuori dal mondo materiale.

Non solo, ci sono prove crescenti che il vangelo del successo viene presentato. La ricerca ha mostrato che le persone che escono dalla povertà, o in cicli di violenza e schiavitù, hanno maggiori possibilità di dimenticare quel mondo se si uniscono a una chiesa evangelica: la cosiddetta “profezia avverata” dell’approvazione di Dio si sta adempiendo. benessere.

Il vangelo del successo non solo ha successo dove i paesi falliscono, ma li incoraggia a fallire. Con tutta la riduzione dell’1% del PIL del paese, i ricercatori brasiliani hanno riscontrato un aumento dello 0,8% del numero di missionari, poiché le chiese hanno fornito alle persone vulnerabili una rete di alleanze che il governo non era riuscito a fornire.

La Pentecoste oggi ha molto in comune con il passaggio politico globale al populismo dell’ala destra contro la libertà mondiale, inclusa l’unità internazionale, il femminismo, la migrazione di massa e la scienza tradizionale. Non è solo che la popolarità della fede è stata accompagnata da cambiamenti significativi nelle considerazioni politiche, sociali ed economiche in tutto il mondo. In particolare, il pentecostalismo ha svolto un ruolo chiave nella produzione di un nuovo tipo di leader di destra tra cui Donald Trump, Jair Bolsonaro, Viktor Orbán e Rodrigo Duterte.

Il populismo pentecostale e di destra cantano gli stessi cori religiosi. Ma questo movimento è più grande della politica. La fede segue gli schemi della migrazione globale e per molti che migrano verso grandi città come Johannesburg, San Paolo, Londra e Los Angeles per lavoro, è l’unico modo per la società.

Il servizio spirituale fornisce l’accesso diretto al nutrimento spirituale, al benessere e alle cose materiali in un mondo che è privato dei poveri del mondo. Naturalmente, ci sono un numero crescente di chiese pentecostali che si rivolgono anche alla classe media e ricca. Dopotutto, sanno che salire in cima è un punto debole e chi può andare avanti ha bisogno di un miracolo per rimanere al suo posto.

* Elle Hardy è una giornalista. Scrisse Oltre la religione: come il cristianesimo pentecostale prende il mondo. Questo articolo era di JacobinMag. La conversione viene eseguita dallo staff di editing.