Vai al contenuto

Coppa Selva di Fasano, il campionato italiano inizia con i tornanti

La 63a edizione della cronometro fasanese segna il primo round del Civm 2022.

FASANO – Si riparte con i risultati del cronografo usciti il ​​giorno dei test per testare la 63a edizione della Coppa Selva di Fasano. Tutto bene, quindi, per i 189 concorrenti che da Fasano si sfideranno lungo i 5.600 metri di strada per Selva. Il semaforo verde arriverà alle 9 del mattino e gli stadi naturali disseminati lungo la strada sono l’ideale per gli alpinisti, mentre per i tifosi a distanza è prevista la diretta e la diretta su Aci sport TV (228 Sky e 402 ddt). ).

Il via della competizione sarà dato da un secondo classificato speciale, il corridore di Formula 1 Giancarlo Fisichella che darà il via alla prima prova del Campionato Italiano Alta Velocità su strada a doppia corsia.

Si riparte, quindi, dai tempi raccolti nei test che hanno elevato il numero dei campioni Simone Faggioli che ha lavorato su vari set point nella Norma M20 FC Zytek e ha segnato 2’11″26 nel secondo upgrade, quando il Setting era Una bella sfida nel rispetto delle squadre e dei primi cinque.Secondo il resoconto odierno del trentino Diego Degasperi che al vettore Osella FA 30 Zytek Vimotorport, ha chiesto più referenze possibili per respingere le trappole già promesse dal giovane siciliano Luigi Fazzino che ottenuto un immediato riscontro da Osella PA. e le prestazioni delle gomme Avon, lo stesso bilanciamento del lucano Achille Lombardi è decisamente libero sull’Osella PA 2000 Honda, grazie alle referenze già in atto.La prima volta in pista con la Nova Proto NP 01-2 i in ogni testo e traccia. Nonostante cerchi disperatamente di tornare al ritmo biposto, il reggino Luca Ligato è tornato dopo 5 anni di assenza e si è trasferito dalla CN all’Osella PA 21 in versione E2SC. Fu solo nella seconda tappa che Cosentino Domenico Scola riuscì a far girare l’Osella PA 2000 in un modo per lui accettabile, dove il team SAMO Competition ha lavorato dopo la prima escalation per risolvere alcuni problemi meccanici al motore. Tra le sportive Motori Moto la Campania Sebastiano Castellano ha confermato la sua dimestichezza con la pista dove ha vinto nel 2021 per essere il miglior interprete al volante della Osella PA 21 Jrb Suzuki, mentre il lombardo Giancarlo Maroni ha dovuto affrontare la partenza. alla maniera pugliese.

Rapporti nelle vicinanze di veicoli invisibili sono stati ricevuti dai primi giocatori del team GT annunciati: Ivan Pezzolla e Lucio Peruggini. Il titolare, insieme alla Lamborghini Huracàn ufficiale del Super Trofeo Evo 2, è impegnato nel lavoro svolto dalla casa costruttrice di Sant’Agata Bolognese di raccolta dati e collaudo di varie soluzioni di fissaggio e pneumatici. Peruggini, appena rientrato alla Ferrari 488 Challenge, ha riacquistato subito il pieno di sensazioni, ma 5 5° GT italiane hanno provato altre soluzioni guardando la gara.

Sarà un alto duello tra le sagome del team E2SH, tra il teramano Marco Gramenzi che ha confermato la selezione operata all’Alfa 4C MG 01 Furore e il bolognese Fulvio Giuliani che torna nell’élite Lancia Delta EVO, capace di lanciare subito la sfida . nella categoria principale. Il campano Giuseppe D’Angelo è soddisfatto della risposta che ha ricevuto dalla nuova Renault Clio alla versione E1 recentemente recensita dal suo nuovo team e ha deciso di confermare, così come ha fatto il salernitano Angelo Marino nella Cupra Leon Racer ha detto di aver fatto . Il debutto nel team Racing Start Plus Cup, appena uscito dal prototipo.

Non è mancata la familiarità della strada l’attore Ettore Bassi, che appena terminato il suo spettacolo milanese venerdì si è recato a Fasano per gareggiare con la Wolf GB08 Thunder, versione rivista della DM Competition e il prototipo più attivo di monoposto protagonisti del sedile.

Il calabrese Giuseppe Aragona ha messo davanti al volante della MINI il team Racing Start Plus, autosufficiente e concentrato sui primi punti prima dell’arrivo della Volkswagen Golf. Ma la campionessa in carica di Martina Franca Vito Tagliente ha compiuto i passi necessari lungo il percorso con la Peugeot 308 Gti per prepararsi alla gara. Il ricevitore Francesco Perillo ha fatto un grande salto tra gli ambiti motori alla guida della Honda Civic Type-R. Luce di un altro Rider Start Rider di casa: Giovanni Ammirabile, da sempre pienamente fiducioso con la MINI, è stato il miglior interprete per il team Racing Start RSTB, mentre gli amati motori Francesco Paolo Cicalese di Salerno sulla Honda Civic Type-R, hanno subito avuto le risposte .affidati a una nuova sistemazione dell’auto.

Nel Gruppo N il fasano Giovanni Angelini ha svolto un’utile prova con la Honda Civic Type-R. Nella bandiera italiana delle bicilindriche, l’ex campione catanzarese Angelo Mercuri, ancora una volta ha avuto un’ottima impressione con la Fiat 500, attacco di alto profilo dei piloti locali e di Oronzo Montanaro che si è affidato all’esperienza e alla conoscenza del percorso. La Fiat 500, ma l’interpretazione del Pasquale Pastore era simile anche alla pepata 500.

Ci sarà un Trofeo Vip dello spettacolo, dello sport e della politica, invitato dalla presidente dell’organizzazione Egnathia corse, Laura De Mola: di nuovo tutti coinvolti, al volante delle Volkswagen Lupo Cups per la corsa di riserva Fasano-Selva. Tra questi, nei test, il bel tempismo di Jimmy Ghione mette tutti in riga, prestazione stimata dai suoi diretti avversari data qualche tempo fa al volante di un giornalista di Striscia la Notizia. Un altro specialista del volante, l’assessore comunale Fabiano Amati, è stato operato per la seconda volta, davanti al chirurgo Lello Di Bari. Ci sarà tempo per sviluppare l’attrice Francesca Brambilla, il giocatore di pallavolo Gigi Mastrangelo, il presentatore televisivo Savino Zaba, l’attore Kaspar Capparoni, il cantante Renzo Rubino, il campione del mondo di karate Stefano Maniscalco e il cantante Raffaello Tullo, nella foto sotto.

Secondo la Coppa Selva di Fasano, al bigodino di GoFasano inizia il campionato italiano.