Vai al contenuto

“Così Putin ha liberato” – Il tempo


Pietro De Leone

C’è un problema di cui non si parlerà molto nelle settimane precedenti la guerra. Ed è un ostacolo politico, la mancanza di una leadership forte in Occidente che, se non facile, promuoverebbe almeno la corruzione di Putin in Ucraina.

Articolo preso ieri Mike Pompeoche era Segretario di Stato negli Stati Uniti durante l’amministrazione Trump, in un’intervista radiofonica con una stazione di New York. Pompeo oggi, dopo la sua esperienza di governo, e la rigida dieta che ne ha cambiato l’aspetto, è un attivo commentatore politico. Ieri, quindi, ha indicato “Debolezze di BidenNel caso, questo sarebbe un fattore chiave nel perseguimento degli obiettivi di Putin. “Penso che non ci siano dubbi – ha ragionato Pompeo – che la percezione di Putin della sincerità americana sia cambiata radicalmente quando il presidente Biden è entrato in carica. I rischi sembravano bassi. I costi che avrebbe dovuto pagare sembravano ragionevoli”.

Così Putin “ha iniziato a prepararsi per l’attacco che abbiamo visto accadere”. In particolare Pompeo sottolinea altri eventi. Il primo è sicuro Grande ritiro americano dall’Afghanistane il risultato della rapida restaurazione del potere da parte dei Talebani, con l’immediata dedizione dell’esercito locale.

Il piano di Biden per irritare Putin.  Ascesa del mondo, dove ci attirano

Un altro punto, quindi, è aveva detto Biden (e questo è stato uno dei tanti scivoloni degli ultimi mesi) che “un piccolo girodi cittadini russi in Ucraina sarebbe stato, infatti, tollerato (era gennaio di quest’anno, un mese dopo l’attentato). Ma Pompeo va anche oltre. L’anno scorso c’era un un attacco informatico a un oleodotto coloniale negli Stati Uniti che lo ha fermato per alcuni giorni. Questa non è la seconda linea retta: è infatti uno strumento che mette a disposizione New York, Washington e Atlanta.

Crosetto tuona e svergogna l'Ue: cosa c'è per fermare la guerra.  E Putin va avanti

Sì, è stato possibile rianimarlo solo dopo che la società di gestione ha pagato una multa di 5 milioni di dollari a un gruppo di terroristi russi che ha lanciato l’attacco. In quel caso, accusando Pompeo, Biden a Putin “ha semplicemente detto: ‘non farlo più’. Un altro articolo. “Il primo leader americano a incontrare Putin” quando i governanti di Biden sono entrati in carica “non è stato il segretario alla Difesa, né il segretario di Stato o il presidente. Era Kerry”. Cioè, l’inviato speciale degli Stati Uniti per il clima. “Hanno messo il cambiamento climatico in cima alla loro lista. E questo ha mostrato debolezza e mancanza di determinazione”.

Un boomerang per lavori speciali.  Se non è una guerra non partiamo, corri avanti grazie al cavillo

La puntuale osservazione, che conferma l’entità del regime di Biden, che mostra una totale mancanza di visione del mondo, basata su corrette visioni politiche (dalla religione ambientale alle tesi LGBT+ e Black Live Matters) infatti, indebolisce la situazione politica statunitense nel mondo .

La guerra non va secondo i piani.  Attacco nucleare, feroce scetticismo di un esperto sul piano di Putin-Shoigu