Vai al contenuto

dalla Libia alla Russia è in gioco la promessa

io prezzi del petrolio è aumentato fino a un massimo di tre settimane con l’aumento dei timori sull’offerta globale, poiché la situazione in Ucraina ha sollevato sempre più la prospettiva di sanzioni occidentali al principale fornitore russo.

Alle 9:40 il Brent viene scambiato a $ 110,91 al barile e WTI per $ 105,50 al barile.

I prezzi, infatti, sono leggermente inferiori rispetto all’apertura ma restano su livelli elevati considerando la situazione della guerra in Ucraina, e le relative sanzioni, e le notizie dalla Libia.

I l petrolio sempre più in balia dell’offerta diventa scarsa. E si stima che i prezzi aumenteranno.

Cosa determina il prezzo del petrolio? Focus su Russia e Libia

Il petrolio ha iniziato la settimana con una nota alta a causa dell’interruzione delle importazioni dalla Libia e ha notato che la Russia ha avvertito di possibili implicazioni sui prezzi se molti paesi chiudessero il loro potere.

Lo dicevano notizie recenti due porti libici hanno dovuto interrompere il caricamento petrolio dopo le proteste contro il primo ministro Abdul Hamid Dbeibah e la produzione interrotta a El Feel, 65.000 gasdotti al giorno.

Questi ultimi eventi hanno intensificato ancora una volta l’instabilità dello Stato nordafricano.

Lo stato del mercato del greggio si è approfondito fino a raggiungere un andamento rialzista, con il rapido spread del Brent che ha restituito oltre $ 1 al barile.

Nella guerra in Ucraina, il vice primo ministro russo Alexander Novak ha affermato che se più paesi limitassero il flusso di energia in Russia, i prezzi potrebbero “Troppo” alto tutto il tempo.

Gli Stati Uniti e il Regno Unito sono passati al blocco del greggio nel paese dopo l’attacco di Mosca all’Ucraina, e c’è pressione sull’Unione Europea affinché segua l’esempio.

La chiusura del greggio russo è una questione attuale e spinosa.

“I prezzi sono alti e la carenza di fornitura mondiale superare le preoccupazioni per il calo della domanda in Cina”ha affermato Stephen Innes, managing partner di SPI Asset Management Pte. Alla fine della guerra sembra che molte società commerciali stiano cercando di vendicarsi e di contratti futures non rinnovabili, ha aggiunto.

“Una guerra senza segni di antincendio ha causato preoccupazione per l’offerta, soprattutto perché si prevede che la domanda aumenterà con l’avanzare della stagione verso l’emisfero nord”, ha affermato. ha affermato Chiyoki Chen, capo analista di Sunward Trading.

L’Agenzia Internazionale per l’Energia aveva avvertito che circa 3 milioni di barili al giorno (bpd) di petrolio russo potrebbe essere chiuso da maggio in poi a causa di sanzioni o gli acquirenti evitano volontariamente la spedizione dalla Russia.

Nel frattempo, la produzione petrolifera russa ha continuato a diminuire ad aprile, in calo del 7,5% nella prima metà del mese da marzo, secondo quanto riferito venerdì dall’agenzia di stampa Interfax.

Non solo, alcuni analisti hanno suggerito un aumento prezzi del petrolio dal riscaldamento interno stati Uniti È stato dopo il recente vertice, come previsto, che il mercato petrolifero statunitense avrebbe avuto i suoi limiti a causa della crescente domanda di esportazioni di petrolio in Europa.

Va notato che durante la chiamata del fine settimana, Vladimir Putin e il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman ne ha dato uno “Buona valutazione” nei loro sforzi per stabilizzare il commercio di petrolio, suggerendo che nessun cambiamento nella politica di produzione è possibile OPEC. Convertito: non c’è aumento dell’offerta di greggio come spesso viene raccomandato dagli Stati Uniti per tariffe più basse.

Riconsiderazione i Domanda cinese di petroliodestinato a scendere tornando alle chiuse di altre città, ma lo hanno evidenziato gli analistiOlio in aumento quest’anno è stato parte di un più ampio sviluppo della produzione di energia per i documenti storici.

Infatti, va notato che i prezzi del gas naturale negli Stati Uniti, hanno raggiunto il picco in più di 13 anni, poiché la forte domanda mette alla prova sia la capacità di espandere le merci.