Vai al contenuto

dall’udienza generale al CUSV

Inizio del pubblico completo, regolazione dell’audio e lancio speciale del codice di posizione del video: questi sono tre importanti novità pubblicizzato da presidente dell’Auditel Andrea Imperiali, nella Relazione Annuale al Parlamento tenutasi questa mattina al Senato di Sala Zuccari. Il rapporto, intitolato “Mercato globale e trasformazione digitale: nuove sfide TV e Auditel” contiene un’analisi di il luogo del mondosempre visibile più difficile e nel mezzo di a Un punto morbido di messa a fuoco e integrazione negli Stati Uniti e nell’UE.

io Trasmissioni televisive – sottolinea la rendicontazione – è un livello globale la sfida attuale tra i giganti americani alla prigionia dell’Europa e dell’Asia e, al fine di guadagnare quote preziose di abbonati, adottare politiche concorrenti. Questo ha causato Eventi di integrazione internazionale nell’UE tra i campioni del mondo dello spot televisivo, e nel contempo continua la competizione tra corsi operanti nello stesso mercato.

In questa situazione sempre più difficile, quindi, il potenziale impatto dei sistemi di misurazione per promuovere la trasparenza e la concorrenza sta acquistando slancio e importanza. E JIC – Comitato misto per le impreseun modello di gestione globale, partecipativo e trasversale adottato da Auditel, il nuovo arrivato L’intero processo di misurazione del pubblicoconsentendo di monitorare, con 45 milioni di televisori nelle case degli italiani, circa 75 milioni di nuovi schermi collegati, attraverso nuove tecnologie e modalità, a casa o in viaggio, in vita e in difficoltà.

L’assistenza necessaria all’Ascoltatore completo, lato marketing, è questa CUSV – Un codice per le posizioni dei video, l’identificazione di un’area specifica del video è fruibile su tutte le piattaforme e i dispositivi. Pertanto, i marketer hanno uno strumento importante per misurare l’effettiva distribuzione del marketing, le sue prestazioni visive e l’integrazione con il contenuto editoriale corrispondente.

Alla fine, Il sistema di ascolto è stato ridisegnatooltre al consueto Rapporto di Ascolto “noto”, che non apporta grandi novità al di fuori del ciclo, L’ascolto “è sconosciuto“, prodotto da studi che non hanno chiesto moderazione o che non sono stati sviluppati in modo da rendere visibile il loro contenuto, o ancora appaiono in un diverso uso dello schermo televisivo (ad esempio un gioco o uno studio video), hanno prodotto articoli, utilizzo di canali radiofonici o sfogliando libri dedicati per i vari cataloghi richiesti.

“Vorrei ringraziare le Autorità che presiedono al nostro operato, in particolare Agcom, e le istituzioni Auditel che si impegnano a proseguire e rafforzare le trattative, che hanno avuto negli anni risultati crescenti e coerenti. Dialogo – sottolinea il Presidente di Auditel Andrea Imperiali – l’attuazione delle competenze e delle preziose linee guida dell’Autorità per la garanzia della qualità delle comunicazioni ha consentito alla Società di sviluppare un approccio coerente all’implementazione di tutte le nuove metodologie di misurazione, integrando così il lavoro di soggetti interni indipendenti e di alto profilo. sistema istituzionale e di governo del Paese. Auditel continuerà ad operare come amministrazione mandataria, imparziale ed efficace”.

Al Sottosegretario al Premier incaricato dell’editoria e dell’informazione, Giuseppe Rocco Mole, Report “è un’istantanea dello stato dell’arte e allo stesso tempo ispira i decisori comunitari”. “La quantità e la qualità delle conoscenze e la rimozione delle posizioni apicali – afferma – sono questioni importanti da tenere a mente. Allo stesso tempo, dovrebbero essere prese in considerazione le forme di ricompensa per coloro che contribuiscono all’investimento”.

“Un punto culminante del Rapporto Auditel è l’impatto della tecnologia digitale”, ha affermato il Segretario Generale del Ministero dello Sviluppo Economico. Anna AscaniHa aggiunto: “L’obiettivo del governo è quello di mettere il Paese in una posizione competitiva nel settore, e anche di giocare un ruolo attivo nella creazione di un colosso europeo in grado di confrontarsi con i colossi internazionali -” Grazie a PNRR – aggiunge sicuro e, al allo stesso tempo, l’opportunità di sviluppare la tecnologia 5G, che potrebbe aprire opportunità uniche nel mondo dell’audiovisivo”.

Presidente Commissione Regolamentazione Rai, Alberto Baracchiniha ricordato che “negli ultimi due anni le aziende dell’informazione e dei media hanno avuto accesso all’accesso all’informazione a un’ampia gamma di fonti e allo stesso tempo hanno dovuto garantire l’accesso all’informazione scientifica. Pertanto, per garantire la qualità dell’ascolto, collocare di più e maggiore enfasi sull’innovazione di fronte all’attuale tendenza alla conservazione nel mondo dei media “.

Al Presidente dell’AGCOM, Giacomo Lasorella “L’attuazione dell’ordinanza sul diritto d’autore rappresenta una sfida importante, che richiede la chiarezza di un quadro gestionale estremamente nuovo”. “Per quanto riguarda il settore audiovisivo, anche l’affidabilità dei test gioca un ruolo importante nel garantire la quantità e la libertà delle informazioni.