Vai al contenuto

DECRETO COVID, GOOBYE GREEN PASS DAL 1 MAGGIO / Trasporti, soste garantite dal 1 aprile

CERTIFICATO DI GARANZIA COVID: PRECEDENTE

Secondo le ultime informazioni pubblicate da Palazzo Chigi, bozza del nuovo Regolamento Covid arrivando alle 15.30 su CdM vede Disdetta diretta del Green Pass con effetto dal 1 maggio 2022: Fonti governative confermano che in cabina di regia è stato raggiunto un accordo tra più forze per guidare la “rapida” riapertura, considerando anche l’esempio di Francia e Regno Unito.

Dal 1 maggio quindi sfino a responsabilità e mascherine Green Passmentre dal 1 aprile dieci anni Responsabilità Super Green Pass per i dipendenti di età superiore ai 50 anni (Il Green Pass è valido fino al 30 aprile sarà sufficiente) e l’obbligo di vaccinazione rimarrà valido fino al 15 giugno ma da aprile scadranno tutte le sanzioni (tranne pecuniaria). Un altro studio progettuale dell’Ordine Covid vede importanti novità per i trasporti e la scuola: dal 1 aprile come quello fermata Green Obbligatoria della metropolitana, autobus, tram e treni nazionali, anche se la fasciatura della mascherina dura fino al 30 aprile (con obbligo del Green Pass per i trasporti a lunga percorrenza). Lo prevede anche la tabella di marcia del governo Fine della reclusione scolastica: l’obbligo di isolare spetta esclusivamente ai contagiati da Covid-19. Infine, la responsabilità per l’immunizzazione sanitaria con il personale sudafricano rimane in vigore fino alla fine del 2022, mentre scade la responsabilità del personale scolastico. io Il presidente del Consiglio Draghi e il ministro Speranza parleranno in conferenza stampa alla fine del Cdm di questo pomeriggio.

NUOVA ORGANIZZAZIONE COVID OGGI SU CDM: BOZZA ALLA CABINA DI CONTROLLO

Si è conclusa questa mattina a Palazzo Chigi un’ora dopo Sala di controllo Disposizioni per una visita al Consiglio dei ministri questo pomeriggio Nuova normativa Covid: capi di Stato delegati e Presidente del Consiglio Draghiministro Sperare e capi del Ct Locatelli e Brusaferro è stato deciso di riaprire la tabella di marcia e ridurre le barriere esistenti da oltre 2 anni.

L’incontro si è aperto con una dettagliata relazione del ministro della Salute Roberto Speranza, dopo di che ha ringraziato il presidente del Consiglio per il lavoro svolto in questi due anni: “Draghi ha ringraziato il Cts, i vertici Silvio Brusaferro e Franco Locatelli, e il ministro della Salute Roberto Speranza per il “lavoro straordinario” svolto negli anni di fronte all’epidemia, consentendo al governo di prendere decisioni “sul conforto scientifico.“”, riferiscono fonti del governo Adnkronos. In un Cdm alle 15.30, Il nuovo regolamento prevede l’istituzione del corretto percorso per la riapertura dal 1° aprile e una modifica delle regole che iniziano con la non revisione dello stato di emergenza che termina il 31 marzo. Barriere di soccorso al Green Pass, vaccini sul posto di lavoro e mascherine: scadrà inoltre il 1 aprile Sistema di colori regionalefunziona anche da il commissario straordinario del generale Figliuolo. L’edificio del commissariato resterà sicuro per continuare i lavori di immunizzazione, e sarà probabilmente rilevato dal ministro della Salute sotto la supervisione dei membri del CTS (sempre in fase di cancellazione, ndr) Silvio Brusaferro e Franco Locatelli che fungerà da consulente scientifico del governo fino al 31 marzo.

CAMERA VERDE E APERTURA: Tutti i giorni

“Domani (oggi, ed) ci sarà un Consiglio dei ministri che definirà un programma di emergenza tempestivo e di accompagnamento, che non sarà aggiornato. Forniremo un percorso basato su prove scientifiche e condizioni epidemiologiche»: Poi è arrivato ieri l’annuncio del ministro della Salute Roberto Speranza, intervenuto durante il question time in Aula. Le novità più importanti del nuovo Ordine Covid — da mostrare altrove conferenza stampa con Draghi e Speranza questo pomeriggio – vedrà avanti il ​​capitolo più importante Passo Verdeanche se il rischio di una “quinta ondata” nelle prossime settimane non lasci del tutto il ministro della Salute: “devi aprire il più possibileSi tratta, invece, della dittatura di Palazzo Chigi, impegnata a risolvere emergenze attualmente più importanti e urgenti dell’epidemia (la guerra in Ucraina, alta potenza e prezzi alti). Ecco i primi temi principali della bozza finale dell’Ordine, così come gli sviluppi chiave e road map “on pills” dal 1 aprile al 15 giugno.

1 Aprile
rinuncia all’obbligazione Super Green Pass per i dipendenti con più di 50 anni: la base Green Pass sarà sufficiente
– Pass Super Green Pass per tutte le attività all’aperto, inclusi bar e ristoranti
– sosta al Super Green Pass sui mezzi pubblici locali. Per aerei, treni e navi potrebbe essere necessario solo un Green Pass di base, e quindi una brutta restrizione
– Restituzione del 100% per la capienza dello stadio e del teatro (è sufficiente la base Green Pass)
– programma color quit, situazione di emergenza, CTS e il commissario Figliuolo
-L’unico stato di emergenza è abbandonare i contact center anche se non sei vaccinato a scuola
-Stop alle mascherine FFP2 a scuola, basterà un intervento chirurgico
– imporre sanzioni relative all’obbligo di vaccinazione per più di 50 anni

1 ° maggio
-Stop all’impegno del Green Pass in Italia
– smettere di indossare le mascherine
– possibilmente “liberi tutti” dai vaccini contro l’asma vaccinati (da discutere)
– mascherine stopproof sui mezzi pubblici

1 giugno
-Stop mascherine interne obbligatorie FFP2 per trasporti, funivie, palestre e sport indoor
– Le discoteche interne possono avere una capacità del 100%.

15 giugno
– scade l’obbligo di vaccinazione per oltre 50 anni (ma le sanzioni scompaiono dal 1 aprile)

© LA PRODUZIONE È STATA SALVATA