Vai al contenuto

‘Design Art: un evento in tre parole’

A Grosseto da sabato 9 a lunedì 18 aprile è stata trattenuta e trattenuta da Alessandro Corina.

Un tour table del campus universitario e mostre al Centro Culturale Le Clarisse

Grosseto: Per la prima volta a Grosseto (e non solo) l’evento unisce arte e design. INSIEME L’Arte del Design, è stato curato e curato da Alessandro Corina, curato da sabato 9 a lunedì 18 aprile con una tavola rotonda e una mostra che vedrà tanti artisti internazionali come personaggi, dalle nuove forme d’arte alle imprese, e cose che possono farti attraversare i tempi. Il filo conduttore del progetto – previsto per tre anni – è il design, unito ad arte e tecnologia.

vivarelli Colonna.jpgLa Design Function Arte aprirà sabato 9 aprile alle ore 17 nella sala principale di Università degli studi di Grosseto con una tavola rotonda per introdurre i contenuti della mostra (l’ingresso gratuito dipende dalla disponibilità dei posti): Il dibattito sarà moderato dal giornalista ed esperto d’arte Giacomo Nicolella Maschietti e – dopo i saluti istituzionali – Serena Tabacchi (direttore e fondatrice). del MoCDA-Museum of the digital age di Londra e coordinatore di 2121 Crypto Art now) sul tema dei nuovi linguaggi digitali, Giuseppe Lo Schiavo (artista digitale) per raccontare le sue opere in mostra Centro Culturale Le Clarisse, Fabio Becherini (direttore generale di Banca Tema-Terre Etrusche di Valdichiana e Maremma) per esprimere la sua fiducia nel lavoro creativo e creativo dell’essere umano, sempre immerso e sconosciuto, Roberto Bardini (CEO di Rrd) introduce il tema ‘nuove tecnologie innovazioni nel mondo della moda e del tessile. , e Alessandro Corina (designer, designer e event keeper) per riassumere le collezioni e invitare a riflettere sull’evoluzione del design umano. Verrà registrata una tavola rotonda e nei prossimi giorni verrà pubblicato il video.

Al termine della tavola rotante, alle 18.30, è prevista l’anteprima (su invito) della mostra al Centro Culturale Le Clarisse, che sarà poi aperta a tutti dalle 20 alle 22, con ingresso gratuito. La mostra continuerà ad essere allestita tutti i giorni fino a lunedì 18 aprile, dalle ore 10-13 e 16-19 (ingresso 5 euro, ridotto a 3 euro per i soci Fondazione Grosseto Cultura).

Alla Chiesa dei Bigi sarà possibile elogiare il processo di realizzazione di alcuni costumi realizzati da Rrd – Roberto Ricci Designs, e la collezione Terzilio, mentre al più alto livello del museo – grazie all’organizzazione del Classic Devices Club – ci saranno ospiti. capace di ripristinare i livelli base della storia dei computer, dagli anni ’70 ai primi anni 2000 con cinque macchine per immagini, tra Commodore e Apple, ciascuna dotata di tutte le informazioni necessarie per comprendere l’emergere della tecnologia. Di altissimo livello anche le opere digitali di Giuseppe Lo Schiavo: Orgasmica, Robotica, Technogenica.

alessandro corina.jpg“Arte per me – dice Alessandro Corina – è espressione dell’ingegno umano volto a progettare e sviluppare cose a beneficio di tutti. Alla Design Function Arte gli ospiti avranno l’opportunità di attraversare un processo creativo, un approccio misterioso e interessante, ed esplorare il confine tra un evento fisico e la sua traduzione digitale. Lo scopo di questa prima edizione di questo progetto è capire l’importanza di non smettere di imparare: è un viaggio che a volte diamo per scontato ma che riesce sempre a sorprenderci con i risultati che state affrontando. E tra le fasi più interessanti di questo approccio ci sono quelle legate alla rivoluzione tecnologica dei prodotti di design, improntati al valore estetico, che abbiamo voluto mettere in linea con il mondo dell’arte: e in questi casi, infatti, si evolve la creatività umana. l’obiettivo del bene comune».

Parlare di design e innovazione, parlare Roberto Bardini, CEO di Rrd: “I beni che abbiamo realizzato e continuiamo a fare negli anni – spiega – sono come nuovi. Se il prodotto è già sul mercato, infatti, noi no. una o più delle differenze .O evidentemente stiamo parlando di una differenza funzionale, ed estetica, non del fine in sé. una funzione specifica (Lycra, membrana traspirante) e lana) e la parte interna anatra sul pavimento (cose completamente stabili perché ricavate da scarti alimentari) e nylon. , apprezzati per la loro uguaglianza e libertà. Ma la ricerca non è limitata. Uno dei nostri campi di attività è, infatti, l’industria tessile. Limitiamo la tessitura tradizionale quanto amiamo metodi di assemblaggio sofisticati, come la saldatura: il risultato è nuovo e nuovo, non solo in termini di bellezza ma anche in termini di collaborazione».

mostra comune grosseto.jpgDesign Function Arte è organizzata dal Comune di Grosseto da La Fondazione della Grosse Culturaattraverso il Centro Culturale Le Clarisse, e la sede del Campus Grosseto, con la collaborazione di Rrd, Giuseppe Lo Schiavo e il Club Dispositivi Classici con il contributo di Banca Tema – le terre etrusche della Valdichiana e della Maremma, Tiemme, Centro Commerciale Aurelia Antica e Gioielleria Mirolli.

Evento “Hosting” Design Project Festival “- hanno notato il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna, e il consulente culturale Luca Agresti – la città diventa protagonista del momento del vero inizio. Alessandro Corina ha anche dimostrato di essere uno dei talenti più importanti nel nostro campo, in grado di dare forma alle proprie idee e idee e trasformarle in un modo pratico di acquisire conoscenza. Un viaggio stimolante, con un’evoluzione di fronte alla quale, per la maggior parte, non ci poniamo domande, non ci poniamo dubbi sulla serie di eventi che ci hanno elevato finora e che ci accompagneranno nel futuro. . Grazie a Corina e agli esperti che ospiteranno questo festival, seguiremo anche le fasi evolutive delle cose che hanno segnato la nostra esistenza, il loro lavoro, il loro valore artistico e le opportunità di sviluppo continuo attraverso migliaia di campi umani. abilità “.

giovanni tombari fondazione grosseto cultura.jpg“Personalmente – dici tu Giovanni Tomari, presidente della Fondazione Cultura Grosseto – Sono molto interessato a questo evento e allo sviluppo futuro che può portarlo nel sistema culturale della città. C’è sempre un nuovo bisogno di innovazione, idee e strategie per stare al passo con i tempi e i cambiamenti della società. Nomi come mostre digitali, “opere d’arte visive” e Cryptoarte moderna e sviluppano concetti e azioni a cui i driver culturali non possono sfuggire oggi. Guardo la cultura a 360°, dai settori tradizionali alle eccellenze spaziali alla ricerca scientifica. Oggi offriamo tecnologia e fashion design, due paesi che appaiono lontani ma integrati nella ricerca dell’innovazione, della funzionalità, degli strumenti e dell’emergere della creatività umana, il vero motore del progresso scientifico e del cambiamento positivo. Nel territorio di Grosseto e della Maremma è un’importante opportunità, un segno che fa sì che l’economia locale non possa basarsi solo su un ambiente inquinato, una rara antropizzazione e un ricco patrimonio culturale. Per stare al passo con i tempi è necessaria la cooperazione tra tutti i lavoratori economici e le istituzioni: dal settore agricolo al settore del turismo culturale e del settore imprenditoriale dove RR rappresenta uno dei nostri punti di forza nazionali e internazionali. Cultura e innovazione non sono due paesi diversi ma una combinazione comune, una sinergia di competenze per guardare alle sfide future. Parte della Fondazione è l’impegno a continuare il processo di riconoscimento di Grosseto come Convegno Italiano della Cultura del 2024, che ha visto la nostra città posizionarsi tra i primi dieci vincitori.

Università Papponi Campus Morelli grosseto.jpg«Evoluzione, innovazione, sviluppo, capacità di articolare nuovi bisogni: questo è un percorso intrapreso da Grosseto e ne determinerà il futuro. Fondazione Polo Universitario Grosseto – afferma il presidente Gabriella Papponi Morelli – accoglie con entusiasmo una tavola rotonda che rappresenta il primo contatto della popolazione con la mostra, annunciata per essere sviluppata in un nuovo concetto di città. Con la Maremma inizia la nuova fase, che garantirà al campo e ai suoi abitanti un ruolo, potere e sviluppo all’altezza delle aspirazioni attese, anche grazie alla continua collaborazione tra Grosseto Cultura e il Polo Universitario, istituzioni culturali. il mondo. “.

Biografie dei personaggi

Alessandro Corina, interior e product designer e art director. Nel 2018 il suo Home Studio è stato selezionato tra i migliori progetti della Italian Interior Design Platform for Leading Platform; nel 2019 il suo divano Evergreen è stato selezionato per l’inclusione nell’ottava edizione di MasterChef Italia; dal 2020 è in laboratorio per disegnare Sitap e sviluppare prodotti woven brand, e quell’anno ha co-prodotto come ideatore il videoclip “Another Summer” del cantautore Diodato, vincitore del Festival di Sanremo 2020; anche entro il 2020 è stato inserito tra i 2.000 Under 35 imprenditori ed economisti della Francesco Economy, evento voluto dal Papa. Nel 2022 parteciperai a Satellite Satellite, evento internazionale di design Salone del Mobile di Milano dedicato ai teenager under 35. tutto il mondo.

Giacomo Nicolella Maschietti, laureato in Fantascienza, è un giornalista professionista specializzato in arte e marketing. Scrive sull’arte dei maggiori quotidiani italiani: MilanoFinanza, ClassCNBC, Patrimoni, ClassLife, GQ, MarieClaire Maison, Arte (Cairo), Artslife, Private.

Giuseppe Lo Schiavo (www.giuseppeloschiavo.com) ha studiato architettura all’Università La Sapienza di Roma e si è specializzato in Visual Design. È un artista pluripremiato che attualmente vive e lavora tra Londra e Milano. Nel 2021 ha vinto il progetto European BioArt Challenge organizzato da Muse – Museo delle Scienze di Trento. Mostre in musei e gallerie di tutto il mondo.

Serena Tabacchi è curatore, direttore e fondatore del MoCDA – Museum of Contemporary Digital Art di Londra e co-curatore di 2121 Crypto Art. Cura lo sviluppo tecnico del formato Ntf – un Token Non Fungibile, un certificato che attesta la proprietà e l’emersione di un bene digitale – la prima opera letteraria italiana, “Novecento” di Alessandro Baricco.

Roberto Bardini È l’amministratore delegato di Rrd – Roberto Ricci Designs mobili, abbigliamento e artigianato nati tra Grosseto e il mare di Maui. L’azienda mantiene la sua sede in Maremma, anche se ormai ha raggiunto il successo mondiale.

Guido Delmirani è presidente di Tiemme Spa-Toscana Mobilità. Fabio Becherini è Direttore Generale di Terre Etrusche di Valdichiana e Maremma – Credito Cooperativo.