Vai al contenuto

Donbass: ferro, manganese, titanio, uranio e… Perché tenta Putin

L’Ucraina è la più grande fonte di manganese in Europa

Il Centro storico per gli studi storici ha pubblicato sul suo sito web una mappa dell’Ucraina dal 1921, trovata in un incredibile archivio digitale di un collezionista di mappe americano. David Rumsey. Guardandolo, capisci subito perché il Donbass è così disperato per un presidente russo Vladimir Putin: Le sue risorse minerarie e commerciali dalla fine del 19° secolo rappresentano il centro nevralgico zarista e l’economia e l’industria sovietiche.

Ma oggi – scrive Repubblica – c’è un altro motivo: il Donbass è una delle fonti più ricche dell’Ucraina non solo di carbone, gas e petrolio, ma anche di ferro, manganese, titanio e uranio, ma c’è anche. ci sono grandi magazzini e discariche siderurgiche europee, che sono la base del business futuro, perché sono utilizzate nell’industria hi-tech così come in. economia verde. I metalli e le terre rare sono essenziali, ad esempio, nella produzione di marmitte catalitiche, ma includono anche molti dispositivi tecnologici, come magneti permanenti, batterie ricaricabili, smartphone, fotocamere digitali, luci a LED, clean power e aerei da combattimento.

io in Cina Detiene oltre il 62% della produzione mondiale di acciaio e materie prime e il 36,6% delle riserve globali, seguita dagli Stati Uniti al 12,3%, dal Myanmar al 10,5% e dall’Australia al 10%, secondo i dati del 2020, disponibili più recenti, dell’US Geological Survey . Il processo di estrazione e raffinazione di questi minerali richiede molto lavoro e produce molto inquinamento, poiché spesso si trovano con materiale radioattivo.

L’Ucraina, pur essendo una delle risorse minerarie più ricche del mondo, non l’ha ancora sfruttata appieno. Tutto dentro Ucraina, che deriva il 42% del suo PIL dalle risorse minerarie, ha 20.000 giacimenti e siti minerari, inclusi 97 tipi di minerali. Sono stati testati più di 8.000 depositi e quasi la metà sono stati effettuati. Con un costo stimato di 7,5 trilioni di dollari. L’Ucraina è la più grande fonte di manganese in Europa, con 2,26 miliardi di tonnellate, per lo più collocate in un container Dnipro. Più di 30 miliardi di tonnellate di acciaio, pari al 6% delle riserve mondiali.

Delle 88 località del paese, la maggior parte si trova nel Donbass: a Kremenchuk, Kerch, Mariupol, Belozersky e Kryvyi Rih. Il paese slavo ha anche il più grande giacimento di manganese in Europa (550.000 tonnellate entro il 2020). È al primo posto in Europa per riserve di titanio: nell’ex Unione Sovietica era il governo con l’autorità per trattare i prodotti concentrati in titanio e oggi rappresenta il 20% del mercato globale. Idem depositi di uranio: non si tratta solo di costruire grandi impianti nucleari qui.

Ucraina – si legge spesso nell’articolo di Repubblica – ospite oltre al 20% delle fonti mondiali di grafite e al record mondiale di caolino, un’argilla utilizzata per l’edilizia, l’agricoltura e la cosmesi.e il 18% delle riserve mondiali. Poi c’è il combustibile fossile: più di 100 miliardi di tonnellate di carbone sono stoccate nelle miniere del Donbass, per lo più nella regione di Donetsk e nel bacino del Dnipro. In questa zona sono presenti depositi di nudo 135 milioni di tonnellate di petrolio e 1,1 trilioni di metri cubi di stoccaggio di gas naturale. Ma i veri tesori sono metalli e metalli preziosi, che includono, tra l’altro, berillio, litio, tantalio, niobio, neon, zirconio. È una risorsa da utilizzare, che promette un vantaggio competitivo nell’economia futura. Ecco perché questo è ciò che vuole lo zar di Mosca.

Leggi anche:

“La guerra russo-ucraina, l’uso della bomba atomica? Un incubo da considerare

La guerra in Ucraina, la Russia solo macchiata. Gli occhi sono chiusi su altri governi e dittatori

Elezioni francesi: presidente, comunista, politico e… candidati

Prezzi cari, grandi palazzi diroccati scrivono a Draghi per svegliarlo

Alle 17 Veronica Gentili soffia Barbara D’Urso

Chi semina, senza dubbio: “Contadini Emotivi”, trova il progetto

In Ucraina, noi “bravi ragazzi” siamo guidati per il braccio: sono concentrati sulla propaganda

Generali, Procuratie Vecchie di Venezia è aperta al pubblico

Luiss, la guerra in Ucraina: politica, economica e delle comunicazioni