Vai al contenuto

EcoTechGreen, piattaforma internazionale per l’ecologia urbana il 21 e 22 aprile a Padova

Con la recente presentazione del Sommo Patronato del Parlamento Europeo, con il supporto del Ministro per i Cambiamenti Ambientali e del Dipartimento per le Politiche Agricole, inizia l’inaugurazione ufficiale. 21 e 22 aprile 13° Edizione di EcoTechGreen International Forum – Città biofila nel nuovo Congresso di Padova. che, firmato da Kengo Kuma, ospiterà questa Edizione unica. Inoltre, più di 60 relatori si alterneranno da Italia, Giappone, Francia, Cina, Australia e Malta per dimostrare nuove soluzioni, tra NSB e SUDS, alla ricerca di una città biofila.

EcoTechGreen International Forum – Biophilic City è un evento importante e integrato che porterà l’ecologia, la natura, la sostenibilità tecnologica e la visibilità globale al centro del dibattito.

A cura di PAYSAGE – promozione e valorizzazione dell’Architettura del Paesaggio e Fiera di Padova in collaborazione con Consiglio Nazionale degli Architetti e Conservatori del Paesaggio, Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Consiglio Nazionale degli Agronomi e delle Foreste, Consiglio Nazionale delle Professioni Agrarie e Agrarie, Consiglio dell’Agricoltura Specialisti Agrari Conclusi e Specialisti Agrari con tutte le organizzazioni tecnologiche di riferimento del settore, il Forum rappresenta uno dei più importanti eventi e riferimenti nel settore tecnologico e verde nelle aree urbane, e in questo programma innovativo conferma la sua missione di promuovere progetti e ricerche nel campo dell’architettura e paesaggio e verde in generale come priorità da sviluppare tra i vari settori nel bel mezzo del dibattito.

Nell’ambito del cambiamento climatico, il progetto paesaggistico può e deve svolgere un ruolo significativo ed è per questo motivo che, come indicato nella decisione del Parlamento Europeo, le soluzioni basate sulla natura e le applicazioni SUDS devono essere sempre più implementate. Il verde della tecnologia, quindi, non è solo una soluzione sospesa o verticale, ma anche un sistema in grado di integrarsi nelle nuove modalità costruttive, in grado di avviare un vero e proprio programma di fertilizzazione della città.

Il processo

Kengo Kuma aprirà le attività della prima giornata e, dal Giappone, presenterà il progetto di Padova Congress, la sedia privilegiata del Forum Internazionale, che aprirà il tempo per incontri e conferenze culturali in città. L’iconica storia dell’esperto proseguirà in simbiosi tra Natura e Architettura, cuore pulsante del Forum.

A seguire la presentazione del PNRR da parte del Ministro dell’Economia e delle Finanze, delle Foreste e dei Piani Verdi in Europa a cura di EuroparlamentareOn. Eleonora Evi, mentre Patrizia Salvaterra, della città metropolitana di Milano, presenterà la nuova piattaforma europea Nature4Cities.

Nella sezione TECHNOLOGICAL GREEN SECTION AND ARCHINATION, Dou Zhang, assistente senior e direttore dell’ufficio di Shanghai Shangaki Associates, presenterà il progetto Xuhui Runway Park, un nuovo parco cittadino situato tra il giardino della pioggia e la zona umida.

A seguire, nella sezione “GENERALI”: STANZE: ALTRI PAGAMENTO, si confronteranno diverse amministrazioni: da Padova, Chiara Gallani – Assessore alla Natura, Verde, Parchi e Agricoltura, e Ciro degl’Innocenti, Responsabile del Verde Parchi Urbani e Agricoltura. , presenterà il nuovo Piano Verde e Piano di Gestione degli Alberi, e il progetto 10.000 alberi di Padova. Il confronto prosegue con il contributo di “Prato: Città Foresta” dell’Assessore all’Urbanistica e Ambiente Valerio Barberis e dell’Arch. Michelangelo Pugliese, insieme a Emilia Barone e Myriam Lunghini, presenterà un’iniziativa Clever Cities in cui il Comune di Milano ha cercato di far trapelare tetti verdi e mura cittadine.

Nell’ambito di ONE HEALTH ONE PLANET, l’ospite speciale Patrick Blanc ha affermato che, dopo la sua prima partecipazione all’ECOtechGREEN International Forum nel 2017, sarebbe tornato per mostrare il suo recente successo. Annalisa Metta, docente di Architettura del Paesaggio all’Università degli studi di Roma Tre, interverrà con “Effervescente Naturale”.

Laura Gatti aprirà la sezione GREEN ROAD MINISTERY, con alcune caratteristiche come l’integrazione delle tecnologie verdi, mentre Lorenzo Vallerini e Paolo Borghetti, si alterneranno con Giancarlo Sgubbi evidenziando le fondamenta della tramvia come una sequenza chiave di sviluppo urbano. a Firenze e Bologna.

Seguirà HI-TECH CITY LANDSCAPE, dove lo studio AG&P greenscape presenterà progetti dove il tetto verde diventa una nuova area del centro cittadino, mentre Studio Paisà e Mijic Architects delineeranno un nuovo centro cittadino di Rimini.

In TECHNOLOGICAL GREEN AND VISUAL IDENTITY, lo studio Transit presenterà il nuovo Headquarter Angelini, mentre Piuarch presenterà una nuova visione della città. Infine, P’ARCNOUVEAU con “Natura Prossima” darà il suo contributo al tema Città biofila.

A chiudere le attività della prima giornata, lo studio Genius Loci Architettura e lo studio Màkia, che parleranno dei Giardini Verticali di Medelan, mentre Flavio Pollano presenterà a Milano la Garden Season Four Season.

Il secondo giorno, Kirsten Bauer, direttrice di ASPECT Studios, aprirà i lavori con il lancio del progetto Victorian Desalination Plant & Ecological Reserve, seguito da Edoardo Bit nella revisione di molti studi internazionali nel campo della tecnologia verde, mentre Frank Muscat. chiuderà la sessione con la realizzazione di un muro verde sull’Harmur Bypass.

Le attività proseguiranno con un apposito tavolo di confronto, con la partecipazione di Elena Giacomello dell’Università IUAV su NBS e SUDS, Alberto Campiotti e Arianna Latini dell’ENEA con tetti verdi a contenuto energetico e di tutela ambientale delle città e dell’Ambiente. -Soluzioni reali e accesso a vantaggi fiscali. Al via i lavori con Lucia Bortolini, docente e PhD presso il Dipartimento TESAF dell’Università di Padova, con la presentazione della raccolta delle acque piovane NSB e SUDS, mentre Angioletta Voghera del Politecnico di Torino presenterà le Green Blue Infrastructures. Ma non solo: Giovanni Castaldo, docente del Politenico di Milano, illustrerà le modalità e gli strumenti per l’attuazione degli NSB per il cambiamento climatico, mentre Stefano Aragona, Membro del Comitato di Coordinamento Rete Universitaria per lo Sviluppo Sostenibile, presenterà il test. dei servizi ecosistemici. E anche Alessandra Bailo Modesti, coordinatrice Green City Network, parlerà di neutralità climatica urbana, mentre dall’Università di Pisa, Marco Volterrani parlerà del contributo dei robot rasaerba alle città tranquille, e Stephen Benvenuti alle città biofile e specie biologia nel ronzio delle api.

Il tema “Paesaggio-Natura [Uomo] Piano-Progetto “sarà moderato da Anna Costa, mentre Edoardo Croci, docente e coordinatore dell’Osservatorio Green Economy dell’Università Bocconi, presenterà “Nature-Based Solutions in Sustainable Cities Between Testing and Planning”.

Flora Vallone, vicepresidente di AIPIN, chiude i lavori con un contributo a PNRR: un progetto paesaggistico tra NBS e Don Not Significant Harm.

Al termine della seconda giornata lavorativa, ci sarà la proclamazione dei vincitori e la presentazione della terza edizione dell’ECOtechGREEN Award, premio creato con un focus particolare su progetti dedicati ai vari settori, e la partecipazione di oltre 70 progetti .