Vai al contenuto

Ericsson Boost, come creare una connessione mobile

L’effetto turbo funziona direttamente sullo smartphone, di Copia velocemente oppure non avere momenti di paura durante una videochiamata, fino a poco tempo fa sarebbe stato un sogno ma ora è vero grazie al 5G e soprattutto grazie a Ericsson.

Notizia e l’Ericsson Dynamic End-User Boost ed è una tecnologia “che consente agli utenti 4G e 5G di migliorare la propria connettività mobile per garantire la migliore esperienza mobile”. La Rete degli Annunci e delle Promesse, rappresenterà la prima e quella vera. domanda di omicidio nel mercato dei consumatori (e conducenti). Il tipo di applicazione in grado di avviare una trasformazione del settore.

Il colosso svedese ha già reso disponibile il servizio agli utenti di tutto il mondo, ma per ora SmartTone è il primo del suo genere ad essere implementato. Il motivo è legato al fatto che l’autista sudcoreano è tra i pochi ad avere una rete 5G SA (l’acronimo sta per standalone): sebbene Boost sia compatibile con edifici di fascia bassa, anche in Italia ed esiste già. una volta nell’altro Rete mobile 5G basata su rete 5G che il suo potere sia pienamente utilizzato.

Per capirlo bisogna fare un passo indietro: di solito si parla di 5G, ma siamo davvero in una fase del mondo in cui questa tecnologia dipende dalla rete 4G, e infatti si chiama 5G che non è l’unico (non indipendenza, non indipendenza). Tra qualche anno verrà implementata la versione indipendente, appunto 5G SA. Ci si può chiedere perché tutto questo lavoro: dall’altro il bisogno meglio ridurre gli investimenti nel tempodall’altro, la convinzione che il 4G sia ancora giusto per le esigenze dei consumatori.

Interesse

Problema Starlink e gatto: l’antenna è calda e la usano come cuccia

di Emanuele Capone



Impatto su tutti

“Riconosciamo che i consumatori a volte possono essere esigenti connettività in espansione dati mobili quando si trovavano nelle più importanti situazioni lavorative o di svago. Grazie a questa nuova applicazione, la nostra rete è ora in grado di consentire a tutti i consumatori di migliorare la comunicazione attraverso un’applicazione facile da usare “, ha spiegato. Stephen Chau, Chief Technology Officer di SmarTone.

Martino Zander, responsabile delle soluzioni per una rete in Ericssontieni presente che l’app può funzionare durante il download o il caricamento di un file in movimento, o durante una videoconferenza, contattare un’applicazione aziendale o riprodurre più giocatori sul tuo cellulare.

Ma come è possibile equipaggiamento aggiuntivo quando a volte sembra che non ce ne sia già abbastanza nelle normali attività della vita quotidiana? Il tema chiave è che le risorse, soprattutto con il 5G, saranno sempre disponibili, poiché il capitolo attivo è stato migliorato oltre ogni standard.

Tecnologia mobile

Al via i bandi per offrire il 5G a tutti gli italiani: 2 miliardi di euro

di Alessandro Longo



Come avviene tecnicamente?

Ericsson Dynamic End-user Boost è una delle tante applicazioni che possono essere utilizzate localmente rete di taglio: si traduce in segmentazione della rete ed è considerata un’azione organizzativa finalizzata alla razionalizzazione e alla gestione efficiente dei dati.

Oggi le reti portatili sono come autostrade dove tutto va a caso. In 4G e voce (denominato VoLTE, ovvero voice over LTE) viene eseguito sul traffico generato dalle app. Quindi condividono tutti allo stesso modo. Ma con il 5G sappiamo che siamo destinati ad avere servizi molto diversi tra loro: bassissima latenza per la chirurgia telecomandata, elevata larghezza di banda per altissima distribuzione e così via.

Synthesis è una rete intelligente in grado di fornire partizioni isolate ad altri nelle esigenze a breve termine di servizi specifici. Ovviamente ci sono molti più strumenti oltre a quelli attuali ed è per questo che Ericsson’s Boost compatibile con 4G e 5G NSAma il suo terreno di caccia ideale rimane il 5G SA.

io Acquirenti sudcoreani di SmarTone pertanto potranno iniziare l’utilizzo durante ogni attività per richiedere maggiori prestazioni. Forse durante una sessione di gioco, essere in grado di ridurre la latenza o avere un effetto turbo temporaneo per scaricare un file di grandi dimensioni in un breve lasso di tempo.

Sarà pagato? Ovviamente sì, ea questo punto sia Ericsson che i conducenti concordano sul potenziale economico. Se le condizioni dei clienti possono essere facilmente considerate, è possibile che l’azienda riesca a fornire una grande garanzia di ricavo: oggi è la chiave Boost, ma domani potrebbe essere sicurezza o segreto. O ancora, semplicemente, con l’etichetta Business non è richiesta alcuna informazione.