Vai al contenuto

Eurochocolate Perugia, la scommessa vincente sul Passo d’Uovo

Il successo del nuovo format primaverile tra i temi a tema cacao e cioccolato e il noto Tesovo Hunt


(UNWEB) Perugia. È arrivato il momento per noi di fare il punto, sicuramente giusto, sulla prima edizione di Eurochocolate Spring che si è conclusa domenica scorsa ai Giardini del Frontone di Perugia. Nonostante le condizioni meteorologiche sfavorevoli, continuano gli effetti dell’epidemia, qualche ora di guerra dal nostro Paese e un aumento del debito e della benzina, il nuovo format della manifestazione ha saputo superare la crisi alimentare. Sono infatti 18.500 le presenze, un numero rispettabile e anche inferiore al previsto per le ragioni sopra esposte, a cui però va aggiunto un dato difficile da misurare ma molto importante, che è rappresentato da tutte quelle persone. che hanno scelto “cioccolatini” diversi: raggiungere Perugia per i dieci giorni della manifestazione e vivere la loro esperienza nella Città del Cioccolato solo in zona Eggofatto a Piazza Matteotti o nei tre Cioccolatieri Piazza IV Novembre, presi dalla tempesta. in due fine settimana.

Gran parte del buon cioccolato e tante attività coinvolte accolgono quindi ai Giardini del Frontone un chocolover da tutta Italia e dall’estero pronto a tuffarsi nell’immancabile Chocolate Show, con i suoi oltre 40 espositori dei migliori produttori di cioccolato, per partecipare alla ricca . un calendario di degustazioni, cooking show e laboratori e regalarsi una piacevole pausa di relax all’Oval Bar ad accogliere Domiziani.

Il locale dedicato alle Feste Speciali viaggia ogni giorno con il pubblico per divertimento e incontri affiatati sotto la guida di Maestri Pasticceri e Cioccolatieri. Un ricco calendario di eventi è stato realizzato in collaborazione con VoglioCio Cioccolato, che offre un assaggio di cioccolato fondente di terre lontane e una varietà di approfondimenti per imparare a comprendere tutte le note deliziose del cibo amato da Dio, e Dulcinea. e il suo Watch and Learn, mentre il Maestro Pasticcere Federico Anzellotti ha condotto il pubblico in un’indimenticabile Chocolate Adventure: una deliziosa “euforia”. Inoltre, Il Cioccolato buon che fare bene Laerbium e Il Trittico secondo Tortamivia a base di cioccolato, olio e sale, un laboratorio di pasticceria di alta qualità gestito dalla giovane designer ucraina Anastasia Cherednychenko.

E ancora una volta stanno progettando i 64 Choco Club, a cominciare da Praline Continuando con il Maître Chocolatier Nicola Maramigi, protagonista anche di appuntamenti esperienziali a 4 mani per mettersi alla prova nella creazione di golose prelibatezze. Di nuovo le mani in pasta all’azienda Peccati di Gola con la sua Scuola di cucina A e apprendimento divertente. Ancora successo con la total immersion Scopri il gelato di Mastro Cianuri con un delizioso abbinamento Vino e Cioccolato, di Assosommelier e Umbria Top, e tra Grappa e Cioccolato di ANAG – Associazione Nazionale Assaggiatori Grappa e Grappa, con un mix di Cioccolato Vanini.

Interessante la partecipazione agli eventi che la manifestazione dedica ad un pubblico molto ristretto, all’insegna del gioco e della didattica. Otto siti di Choco Funny, dedicati ai bambini e ai loro genitori, sono stati infatti attaccati, coinvolgendo più di 1.000 bambini la prima domenica dell’evento. Il successo dell’indimenticabile viaggio negli angoli più remoti del Cacao ospitato dalla IAAS-Associazione Internazionale Studenti di Agraria, che ha portato piccoli esploratori alla scoperta delle affascinanti origini del Cioccolato, li invita a conoscere la biodiversità racchiusa in alcuni degli alimenti più apprezzati. . . Piantala è anche molto apprezzata, con una completa immersione nelle vere piantine di cocco e così via, un lavoro svolto in collaborazione con l’organizzazione ecuadoriana dei produttori di cacao UNOCACE. Molto seguiti anche i laboratori digitali di ispirazione mondiale in prossimità dell’originale e della nuova tecnologia: Choco Bit, firmato KidsBit e ho rotto l’uovo che non ho fatto apPOST, realizzato in collaborazione con POST, Museo della Scienza di Perugia. Molto affollati anche i laboratori di Choco Art in collaborazione con il teatro Tieffeu e l’Associazione AniMament. Un totale di 1.850 persone hanno acquistato il cestino Eggoqua a cui hanno detto di aver partecipato alle attività del circuito Choco Funny.

Molto apprezzati anche i tanti giochi e divertimenti sparsi per gli angoli dei rivitalizzati Giardini del Frontone: da Egg Hunt a Egg Shooting, cercando di battere il bersaglio a tema originale, passando Egg Fishing in un piccolo specchio d’acqua all’interno del Giardino, fino ad arrivare al original Maratova, una divertente corsa con i sacchi di juta utilizzati per il trasporto del cacao.

La vibrante atmosfera di festa e intrattenimento è influenzata anche dall’incrollabile Choco Parade della Creative Academy e dal Choco Climbing famoso per la collaborazione con la palestra Tacche e Svasi. Successo e un emozionante tema Choco Live: The Missing Puppet Theatre, the Fun Bubble Factory e il magico Choco Magic, firmato Let’s Have a Party e una lettura avvincente che posso volare ed esplorare l’uovo di cioccolato tenuto da Tieffeu.

La regione Umbria è stata protagonista di Eurochocolate con Andiamo al Nocciolo, promuovendo un prodotto strettamente legato al mondo del cioccolato e che negli ultimi anni ha iniziato a giocare un ruolo interessante all’interno della filiera agroalimentare umbra: la nocciola. Il bosco di nocciole e le attività connesse sono state realizzate in collaborazione con UmbraFlor, che cura anche le principali attività di valorizzazione degli orti del Frontone promosse attraverso il Protocollo d’Intesa tra Eurochocolate e Comune di Perugia.

Molto apprezzate anche l’installazione e le modalità espositive proposte durante l’evento. Photographic We Love Peace, dedicato all’Ucraina, sicuramente suggestivo, con 28 immagini sul tema delle uova di Pasqua decorate a mano: una tradizione profonda tramandata di generazione in generazione, con un messaggio di rinascita, rappresentato in questa occasione. era la base per il finanziamento del popolo ucraino. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con la Caritas di Perugia dove verranno devolute delle donazioni, volte a sostenere le famiglie ucraine che nei giorni scorsi hanno ricevuto ospitalità dal comune di Perugia.

Particolarmente edificante e creativamente allestita al centro del Giardino, una mostra integrata di AbacadAba / 1,2,3…Stella, realizzata dai lavori degli studenti dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” grazie alla proficua collaborazione con le professoresse Lucilla Ragni ed Elisabetta Furin, coordinatrici del Dipartimento di Arti Visive e del Dipartimento di Design e Tecnologia Applicata. Le grandi uova sono alte quindici metri, ben decorate, grazie alle tante posizioni che rappresentano le porte di accesso al display, disponibili su smartphone con codici QR. Funzioni che, come mappe astrali, seguono traiettorie immaginarie, finalizzate all’esplorazione continua, rappresentando l’invito al viaggio.

Radioactive Pigeons, un gruppo informale di giovani artisti riuniti presso il Centro Servizi per i Giovani del Comune di Perugia dal 2017, ha realizzato una bella e adeguata installazione con contenuti entusiasmanti, coordinamento di attività e progetti. Protagonista è una silhouette dimensionale-dimensionale raffigurante un’inarrestabile colomba radioattiva che combatte uova di cioccolato rotte, rievocando un episodio firmato da Alfred HitCHOK avvenuto sui gradini del Palazzo dei Priori durante il primo lancio dell’evento.

Un coordinamento deciso e oltre le aspettative è emerso da una delle funzioni di punta di questa prima edizione: il primo Tesovo Hunt. Progettato appositamente per valorizzare i punti salienti dell’interesse dell’Acropoli, è riuscito a guidare i visitatori alla scoperta dei cinque rioni storici della città: Porta Sole, Porta San Pietro, Porta Eburnea, Porta Santa Susanna e Porta Sant’Angelo. Semplice e chiaro allo stesso tempo, Hunt for Tesovo ha raggiunto l’obiettivo di comunicare tra loro la ricchezza della storia e della costruzione della città, consentendo a tutti i partecipanti di completare uno dei 5 percorsi mostrati a Choco Cornice per ottenere l’Eggolo in omaggio. di Costruttori di Dolcezze, un uovo di Pasqua da 150 grammi o Eggolo Maxi (240 grammi) consegnando un biglietto a uno dei musei partecipanti ai desk di Eurochocolate.

Il protagonismo museale si è diffuso in tutta l’Umbria per un totale di 425 turisti che hanno usufruito della doppia promozione di Tesovo Hunt e Musei Speciali: per il coinvolgimento del programma museale locale, infatti, chi dice, prima dell’arrivo. ad Eurochocolate hanno visitato uno dei musei del Cuore Verde d’Italia e hanno potuto raccogliere 2 Uova in un unico luogo. L’iniziativa ha preso forma grazie alla partnership con Sviluppoumbria dove, durante l’evento, l’articolo è stato ricreato nel progetto Choco Local, lanciato lo scorso ottobre e integrato nella produzione di prodotti a tema cioccolato, coinvolgendo più di 60 studenti di formazione rinomata. istituzioni in Umbria, Marche e Abruzzo e vede protagonista la Scuola di Design del Politecnico di Milano, in collaborazione con il team di Food Design e il Master Innovazione.

Tesovo Hunt è stata anche una preziosa occasione per invitare i visitatori a scoprire le attività Chocolate Extra proposte per le strade del centro storico cittadino ed è organizzata grazie alle collaborazioni live con le organizzazioni Borgo Bello, Perugia Centro, Priori e Perugia 1416.

Nel cuore di Piazza Matteotti, invece, fino al 18 aprile (Pasqua) continua la produzione dal vivo delle uova di cioccolato Eggofatto, che permettono di creare un’esperienza terrificante che gli ospiti possono racchiudere all’interno di ogni uovo. La Chocolate Egg Factory, aperta dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 19:00 e il sabato e la domenica dalle 21:30 alle 20:00, nasce in collaborazione con Be Well, storico partner di FBM.

Indubbiamente anche i dati provenienti dal web sono corretti: sono state infatti 234.079 le visualizzazioni delle pagine del sito da marzo al 3 aprile, mentre nei 10 giorni di manifestazione ci sono state.
33.000 ospiti speciali e 100.000 pagine visualizzate.

La buona notizia è anche sui social della pagina Instagram che ha incrementato il traffico del 37,2% rispetto al mese precedente l’evento, con 453.000 numeri di account raggiunti, un aumento di 663 follower e una media di 1.600 visualizzazioni per storia. Ottimi risultati anche su una pagina Facebook che ha visto aumentare le proprie performance del 70%.

Anche in questa edizione speciale Trenitalia diventa vettore ufficiale con risorse per i clienti locali che hanno optato per un treno per raggiungere l’evento ed esporre il biglietto in biglietteria. Subasio Radio è stata la radio ufficiale del festival in più rapida crescita. Il protagonista della musica apprezza anche la collaborazione con T-Trane nello spazio previsto nell’Aperitovo clandestino.

Grazie ai collaboratori per la realizzazione di questa nuova edizione primaverile: Banca Centro Toscana-Umbra, ISA, Toy Motor, Umbria Ufficio, Giuliano Tartufi.

eurochoco050420222