Vai al contenuto

Festival Internazionale del Giornalismo: gli appuntamenti dell’ultima giornata

Cecilia Stradaun volontario volontario RisQ una scialuppa di salvataggio e Francesca MannocchiGiornalista pluripremiato e autore di una significativa ricerca sulla tratta di esseri umani, alle 21 in Sala dei Notari, sono i protagonisti dell’ultima giornata di assunzioni. ‘Vai vai vai vai’moderato da Arianna Ciccone fondatore del Festival Internazionale del Giornalismo.

Il tema dell’incontro è ispirato al verso della canzone Caparezza – Come | impresa. Mishel Domenssain:

‘Vai, guerriero, vai,

lungo il sentiero del dolore

e gioia

Sei costretto a fuggire dal nemico, sì, non dal tuo vicino Vieni in Australia
e lavora in una dispensa alimentare
Qui l’unico modo in cui può insegnare qualcosa è la figlia di Gino

Cecilia Strada al Francesca Mannocchi sono due donne che hanno dedicato la loro vita al servizio dei più poveri tra i poveri, per salvarli o per raccontare loro un mondo che li schiaccia sotto la paura della guerra. Due “guerrieri” che hanno deciso di intraprendere un viaggio doloroso e il profondo della disperazione portano luce e salvezza dove altrimenti sarebbe impossibile immaginare. ” Conosci da vicino la loro storia – scrivi sui social media Arianna Ciccone – significa anche capire che “chi ha paura, perde tempo” e – come diceva Teresa Sarti, fondatrice e Gino Strada e primo presidente di Emergency, “se ognuno di noi fa la sua parte, troveremo un mondo migliore senza accorgercene esso”.

Tra il primo appuntamento di apertura l’ultimo giorno diIJF22, alle 10.30 presso la Sala dei Notari, il centro staff di Collettivo di fabbrica GKN.

Nella “denuncia”Ci alziamo e ci incontriamo‘, Gli ex operai della fabbrica fiorentina di Campi Bisenzio sono andati oltre i limiti della lotta operaia e sono diventati un esperimento senza precedenti di proteste diffuse che rivendicano non solo i diritti dei lavoratori ma la società nel suo insieme.

Non c’è prodotto sicuro in un Paese che non abbia piazze ‘GKN Collective mark membri’ che, oltre a garanzie per il futuro dell’azienda che li espone e sviluppa nuovi business sostenibili. modelli, guardare in generale alle politiche ambientali e alle ingiustizie sociali. Altoparlanti Mohamed Arafat (sindacato), Marco Bazzoni (combattente), Francesca Moneta (Università di Lancaster), Tiziana De Biasio (Factory-GKN Firenze Personale Collezione) e Maria Iftimoaia (sindacato). Nel mezzo Massimo Alberti (Radio famosa).

io guerra in Ucraina ridefinisce il ruolo dell’Unione Europea e i confini sindacali nei confini dell’Europa Centrale.

Questi due temi sono al centro del panel ‘Afghanistan, Ucraina: come cambierà il ruolo dell’Ue nel mondo‘alle 15 in Sala dei Notari con Manuela Conte (responsabile ufficio stampa della Commissione Europea in Italia), Tiziana Ferrario (TG1), Antonio ParentiDirettore della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia) e Stefano Pontecorvo (ex principale ambasciatore della NATO in Afghanistan). A cura del Rappresentante di Commissione Europea in Italia.

Mentre alle 17 presso l’Auditorium di San Francesco al Prato è stata sottolineata l’accoglienza e l’assistenza dei profughi in Europa sul previsto incontro con l’eurodeputato. Pietro BartoloGiornalista di Avvenire Allo scavo, Alice Zago della Corte penale internazionale dell’Aia e attore e attivista di origine polacca Kasia Smutniak.

l’un’epidemia di emergenza introdurre l’idea che “infodemia“Molte delle informazioni rimangono non confermate, il che rende difficile fare un commento accurato su molti degli argomenti. Oltre alle informazioni corrotte, il mondo della scienza e la distribuzione regolare hanno contribuito all’infodemia. Che lezione possiamo imparare, sulla comunicazione scientifica, negli ultimi due anni? -Auditorium San Francesco con Nino Cartabellottapresidente della Fondazione GIMBE, Barbara Gallavotti giornalista e scrittore di scienze, di Beatrice Mautino giornalista e scrittore, Elisabetta Tola (condotto da Radio3 Scienza) e Roberta Villa giornalista scientifico.

Giornalismo di ricerca attuale va in due modi: whistleblowing e investigazione segreta. Ma qual è la differenza tra insider e agent provocateur? Va bene fingere di essere qualcuno che raccoglierà informazioni? È possibile registrare segretamente le conversazioni? Quanto lontano puoi andare? Ne parla alle 12 in Sala dei Notari con Fabrizio Gatti, tra i più importanti giornalisti di ricerca italiani, e James Kleinfeld Un giornalista investigativo del team di ricerca di Al Jazeera che ha segretamente trascorso 5 mesi come attivista filo-israeliano nella serie US Lobby del 2016. Anche il gruppo di ricerca era sul palco con loro Sullo sfondo Fanpage.it, Sacha Biazzo e Salvatore Garzillo la loro ricerca ha ispirato organizzazioni politiche e criminali in tutto il mondo, con uno status vincente Laura Silvia Battaglia al-Jalal regista, documentarista e giornalista in aree difficili, soprattutto in Medio Oriente, con un focus particolare su Iraq e Yemen.

Sempre alle ore 12 ma in aula di dottorato, verificare l’ambiente per l’intervento Proteggere il Pianeta, un’opzione non negoziabile. L’eredità di David Sassoli. Altoparlanti: Tata Enzo FortunatoFrancesca e una giornalista Simona BonafèMembro del Parlamento Europeo, Alessio Belliniispettore Klaus-Tudor Laurini, creatore. Moderatore: Francesca Santolini, giornalista ambientale. Sul Parlamento europeo.

15:30 presso l’Auditorium San Francesco al Prato si dice La verità sul caso David Rossi, responsabile delle comunicazioni del Monte dei Paschi di Siena, morto misteriosamente il 6 marzo 2013 in mezzo a una tempesta giudiziaria che ha coinvolto Mps. Ricostruzione di fatti su quanto accaduto prima, durante e dopo la morte del manager di Mps al World Journalism Festival, Antonella Tognazzi, moglie di David Rossi, presente al Festival Internazionale delle Arti Amalia de Simone, Video di ricerca autore Rai 3, e David Vecchi Edizione Il Tempo Editor e Corriere Group.

17 sul tema Sala dei Notari per femminilità come lotta contro la discriminazione di genere, in opposizione alle sue pratiche culturali e al modo di entrare in relazioni, relazioni di potere attraverso norme di genere, di classe ed etniche. In questo incontro saranno esposti a prospettive e approcci diversi perché questa libertà ci infastidisce e può renderci più rilassati e comprensivi. Insieme a Giulia Blasi scrittore e formatore, Lorenzo Gasparini filosofo e formatore, Vera Gheno assistente sociale, Laetitia Ingrid Leunkeu Madjougan fondatore affiliato Art3, Priscilla, disegna la regina e il guerriero.