Vai al contenuto

Gara scolastica e kick-off al 90%: polemiche e proteste. ‘Domande e risposte sbagliate’, ‘assurdità’, ‘dottrina incompleta’

Baba respinto in gara ma il giorno dopo ero a scuola. Nel mio sessione avevamo diciotto anni e solo quattro erano ammessiper via orale. A quanto pare non lo sappiamo tutti ma ora stiamo servendo in classe”. L’amarezza di esso Federica Ugliengo52, precario professore di storia e geografia al liceo, fa migliaia insegnanti se queste ore non superano i normale concorrenza scuole secondarie, che si svolgono in centinaia di località in tutta Italia, con una prova scritta di cinquanta domande Risposte a scelta multipla a cui rispondere in 100 minuti. Per quanto riguarda le classi di concorrenza (come A22storia, geografia e italiano) che hanno già sostenuto la prova, sono più del 90% quelli rifiutati e il 10% in meno, nella maggior parte dei casi, ammessi alla prova orale. Nove candidati dieci no.

Perché queste sono tutte domande”trappola“,”truffare“,”ingannevole“Per molti le domande poste non erano corrette. È un caso sollevato da Giuseppe Perdichizzi: “C’era un testo scritto da Eugenio Montale; la domanda è stata posta che lavoro fosse. La scelta è stata: articolo su Corriere della Seradue discorsi (uno dei vincitore del premio Nobel e uno relativo a un premio diverso) e funzione. La risposta corretta è stata un discorso da premio Nobel”. Laura la mette così: “Come puoi sapere e stai attento le parole del discorso pronunciato durante la cerimonia di premiazione a vincitore del premio Nobel? Non solo è una domanda inutile che non ha nulla a che fare con l’insegnamento al liceo ma è del tutto assurdo che debba essere fatta. Chi risponde positivamente lo fa per caso. io test quasi tutto era così”.

Un’altra domanda che è stata fuorviante molti candidati questa è la storia associata alla fondazione di La terra d’Israele: “Tutte e quattro le elezioni si sono svolte il 15 maggio (anni diversi insieme capitale diverso), mentre la data esatta, riportata in tutti i testi geografici e storici, è il 14 maggio! “, Egli ha detto. Emanuela Massaro. È molto difficile per la competizione fare pressione su coloro che insegnano la strada da anni è pericoloso la formazione che ricevono. È un caso di Roberta Innocenzi: “Ho quasi parlato in due lingue, ho vissuto In Inghilterra da molti anni sono laureata in interpretariato. Le domande in inglese non sono state poste correttamente e incomprensibile. In una o due risposte, entrambe erano corrette. Stavo lottando anche se stavo prendendo la laurea nel Regno Unitonon tanto perché il significato letterale non è stato compreso ma perché risposte non erano chiari”.

Elenco di domande inimmaginabile – secondo i candidati – infinito: “Ci è stato dato un verso casuale di Petrarca (uno, solo uno, riga quando quest’uomo ha una raccolta di 366 poesie nel suo caso), ci è stato chiesto di notare metafora nel verso precedente. Pensi che sia possibile? “, Lui spiega Elisabetta Moncalieri. Nicoletta Franchini domande sul significato di questo tipo di competizione: “Trovo irrazionale fingere di poter mettere ogni personaggio in una posizione di Dio Scherzi. Nel test che ho fatto (A22, secondo round) è stata una chance Giustiniano. Ho risposto correttamente, ma il punto è: dobbiamo sapere davvero”Paradiso“Dante insegna alle medie? Dove sono presi tre o quattro pezzi da “Inferno“?”.

Dubbi simili su Federica Ugliengo: “Nessuno di questi applicazioni Lo volevo come insegnante. Forse a coloro che hanno riflettuto su queste domande, sembra logico essere l’unico insegnante l’idea. Non c’era una sola domanda nell’insegnamento». Il professore 52enne ricorda sempre di più le poche domande in cui crede Non ha senso. Primo: “Come ti senti riguardo alla tua Saba poesie? “La risposta potrebbe essere” Ermetico, puro o pulito. “Il secondo stato della storia; in accordo sconosciuto A molti è stato chiesto se provenisse dal 1870 o dal 1871: “Qual è il significato di – spiega Ugliengo – precisione in un documento di cui nessuno ha sentito parlare?” E c’è Federica che parla di una domanda a cui molti non hanno saputo rispondere o fare per caso. Fa adultero La domanda era: “Perché mi stai smascherando / non ti dico chi sono e non te lo mostro / se mi giri la testa nella testa…”. Bisognava indovinare chi lo possedeva. La risposta corretta era: La bocca degli abatiappunto fiorentino gruppo ghibellinavisse nel XIII secolo, di cui nessuno aveva mai sentito parlare.

Concorrenza deludente che è stata molto deludente candidati e soprattutto coloro che da anni, da disattenti, insegnano: “Quando vengo nel mondo della scuola – racconta Federica Ugliengo – dal paese della scuola.agenziami hanno buttato in classe in distrazione a nessuno importa quello che so e quello che so insegnalo. Ora mi hanno deluso l’idea ma il giorno dopo sono tornato in classe. Non ha affatto senso”.