Vai al contenuto

Giornata di sensibilizzazione sull’autismo-Noi Notizie.

Di seguito una notizia:

Viene determinato il Coordinamento Nazionale degli Insegnanti in Formazione sui Diritti Umani, in occasione della Giornata Mondiale dell’Autismo (2 aprile), istituito dalle Nazioni Unite con risoluzione A/RES/62/139 del 18 dicembre 2007. introducendo anche un valore più profondo per l’inclusione e l’importanza della presenza degli studenti segnata da opportunità in modi e stili di apprendimento diversi nelle nostre scuole da considerare da parte dell’intera comunità accademica.

In Italia, secondo i risultati di “Progetto di osservazione per monitorare i disturbi dello spettro autistico“Nel 2016, con il sostegno dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministro della Salute, un bambino su 77 anni (7-9 anni) avrà un disturbo dello spettro autistico e una chiara manifestazione tra gli uomini: con un evento pari a 4, 4 volte più spesso nelle donne.Da qui è chiaro quanto il disturbo dello spettro autistico sia un problema molto diffuso e debba ancora essere esplorato; approcci integrati tra scuole e forme di supporto alla salute mentale volti a integrare quanto più chi convive con la condizione possibile nella comunità. imparare nuove comunicazioni e una gestione efficace delle informazioni per gli altri studenti.

Occorre pensare ai bambini che sono stati esposti a questa condizione come futuri cittadini da rendere il più possibile attivi nelle loro comunità e da inserire nel loro contesto di riferimento.

Investire in studi e forme di “libertà” psicomotoria significherà aprire nuovi orizzonti di relazione e di autonomia economica per chi non sarà più considerato un “costo” del benessere sociale, ma un beneficio sociale. Basti pensare ai tanti progetti sviluppati attorno alla sindrome di Down che hanno portato alla realizzazione di studi o al lavoro di molte persone con trisomia 21.

La scienza e la ricerca dovrebbero quindi essere ulteriormente supportate, soprattutto affinché altre sindromi anonime, come quella di Kleefstra, possano essere profondamente radicate nei sintomi e nelle manifestazioni specifici, con l’obiettivo di ridurre il disagio nei sintomi e aumentare significativamente i sintomi. Energia mentale ed efficienza energetica, soprattutto per i giovani, il cui scopo nel mondo non dovrebbe mai essere vanificato, soprattutto se espresso in modi diversi.

La CNDDU raccomanda misure di sensibilizzazione tra cui l’istituzione della Giornata nazionale della sindrome di Kleefstra per dare visibilità alle malattie legate all’autismo e per avviare corsi di formazione/informazione nelle scuole italiane sull’argomento.

In questa giornata suggeriamo di discutere l’argomento proposto con i gruppi di classe e di creare materiali didattici o una rete visiva nazionale di scuole dove riuniscono dimostrazioni e progetti dedicati all’argomento. #OrizzontiBlu.

“L’autismo non è un ‘dono’. E per molti è una lotta continua contro le scuole, i luoghi di lavoro, i bulli. Ma da un certo punto di vista può essere molto potente. “(Greta Thunberg)

felice in Italia