Vai al contenuto

Guerra in Ucraina, gli Usa appoggiano Kiev con missili, droni e carri armati: ecco i nuovi aiuti

Il Pentagono ha annunciato che fornirà fino a 300 milioni di dollari in aiuti militari, compreso il dispiegamento di attrezzature all’avanguardia come missili a guida laser e droni “kamikaze”. Insieme ai loro alleati, gli Stati Uniti contribuiranno, per la prima volta, alla fornitura di carri armati sovietici progettati per rafforzare la sicurezza dell’Ucraina nel Donbass. E sono in arrivo maschere antigas e tute protettive in caso di attacco chimico russo

Il Pentagono ha informato il Congresso degli Stati Uniti che altri 300 milioni di dollari sono stati stanziati per l’assistenza militare in Ucraina, per rafforzare la sicurezza contro la Russia (SPECIALE SUGLI AGGIORNAMENTI DI GUERRA IN TEMPO REALE). Lo ha annunciato il portavoce della Difesa John Kirby. Il pacchetto include, tra gli altri, sistemi missilistici a guida laser, sistemi antiaerei, veicoli corazzati, vetri notturni e occhiali termici, droni Switchblade ‘kamikaze’ (con testate esplosive) e droni leggeri tipo Puma. Con questa nuova dotazione, gli Stati Uniti hanno fornito all’Ucraina oltre 2,3 miliardi di dollari in aiuti militari. “Gli Usa – spiega Kirby – continueranno a utilizzare tutte le armi disponibili per aiutare le forze ucraine a contrastare l’aggressione russa”. Nei giorni scorsi Biden e Zelensky hanno discusso dell’appello “a individuare ulteriori forze per aiutare l’esercito ucraino. Difendere il Paese”.

Materiali forniti a Kiev per attacchi alle sostanze chimiche russe

Guarda anche



Ucraina, ipotesi NYT: “Putin non vuole conquistare il Paese”

Gli Stati Uniti forniscono anche all’Ucraina risorse materiali mentre la Russia usa armi chimiche, come ha spiegato la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki. Cioè, Politico esposto, maschere antigas, tute protettive e altre attrezzature. Gli Stati Uniti hanno accettato la richiesta di Kiev e hanno inviato la questione per proteggere i suoi cittadini, anche se Kiev potrebbe decidere di utilizzarla sulle sue truppe.

Gli Stati Uniti aiuteranno a fornire carri armati sovietici a Kiev

Secondo il New York Times, l’amministrazione Biden lavorerà con gli alleati per fornire carri armati di fabbricazione sovietica per rafforzare la sicurezza dell’Ucraina nel Donbass. È la prima volta che gli Stati Uniti sono coinvolti in trasferimenti di carri armati dall’inizio della guerra. Secondo un quotidiano statunitense, a breve comincerà la distribuzione del carro armato ma la succitata fonte non ha voluto precisare il numero o la provenienza del Paese. I carri armati, richiesti appositamente dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky, consentiranno a Kiev di condurre un lungo fuoco di artiglieria contro obiettivi russi nel Donbass.

Pentagono: Un conflitto ampio e lungo deve ancora arrivare

Guarda anche



Guerra Ucraina-Russia, invasori e spie: chi sono i “traditori”

Un alto funzionario del Pentagono ha affermato che la riorganizzazione dello sforzo militare russo nel Donbass potrebbe segnalare un conflitto “ampio e di lunga durata” poiché le forze ucraine hanno scatenato un’intensa opposizione nella regione ucraina. “Sono otto anni che combattiamo per quest’area”, ha detto la fonte. “Gli ucraini conoscono molto bene il territorio. Per i russi non sarà facile. Potrebbe essere il presagio del conflitto in corso”. “, ha detto. un funzionario americano.