Vai al contenuto

Ha colpito Odessa. Allarme in diverse città. I Belgorod giallo

I missili lanciati dalla Crimea hanno colpito Odessa. Le campane suonarono in diverse città, da Kiev a Leopoli. A Mariupol sono morte 5mila persone dall’inizio del conflitto. Gli Stati Uniti stanno esportando anticorpi contro un attacco chimico. Ed è giallo sull’attacco di Belgorod, il primo in territorio russo: Kiev nega ogni illecito. Mosca risponde: “Renderà difficili le trattative”

Un’altra notte di bombardamenti e allarmi in Ucraina, giunta al 38° giorno di guerra. I missili della Crimea sono atterrati a Odessa. Le sirene suonavano a Kiev, Leopoli e in altre città. A Mariupol ci sono stati 5.000 morti dall’inizio del conflitto. Gli Stati Uniti temono un attacco chimico e inviano armi di difesa. E mentre a Mosca l’umiliazione militare dei “bambini”, archivisti morti prima, ha aperto il giallo dell’attacco al deposito petrolifero di Belgorod, il primo in territorio russo. Kiev nega di averlo fatto. Ma il Cremlino dichiara: “Renderà difficili i negoziati”. Foto | video

Iryna Vereschuk, vice primo ministro ucraino e una soldatessa: ecco la storia di uno dei segni dell’opposizione – dai un’occhiata

Vittime di ODESSA – Il presidente regionale di Odessa Maxim Marchenko ha detto che ci sono state vittime per l’attacco lanciato la scorsa notte con tre missili Iskander vicino alla città. Poi sono arrivate le sirene di notte in tutta l’Ucraina: Kiev, Lviv, Dnipropngelok, Kharkiv, Sumy, Rivne, Ternopil, Zhytomyr, Mykolaiv, Cherkasy, Ivano-Frankivsk, Zaporizhia, Chernivtsi, Volyn e Vinnytsia.

Albano Carrisi accoglie nella sua casa la famiglia dei profughi ucraini: “Non si torna indietro quando il pubblico chiama” – dai un’occhiata

RUSS TORNA, MA NON CAPISCO LA TERRA – La portavoce della Casa Bianca Jen Psaki annuncia di aver inviato dispositivi di protezione in caso di attacco chimico da parte di Mosca. Queste sono maschere e tute antigas speciali. Chiaramente non si fidano del ritiro di parte delle truppe, avvenuto anche all’aeroporto Antonov di Hostomel, vicino alla capitale, come confermano le immagini satellitari viste dalla Cnn. L’esercito di Kiev ha liberato alcuni villaggi intorno a Chernihiv, ma incolpa Mosca di aver scavato nella zona: “Quando hanno lasciato la città di Bucha, le truppe russe hanno demolito edifici, infrastrutture e altre strutture del popolo”.

Ucraina, l’esplosione di una bomba uccide il primo ballo dell’Opera National dai un’occhiata

CINQUEMILA MUOIONO A MARIUPOL – Al mattino, una colonna di autobus di migranti provenienti da Mariupol, una città dilaniata dalla guerra, è arrivata a Zaporizhzhia, senza acqua, cibo, elettricità o riscaldamento per settimane. Tra loro ci sono persone che, prima di essere catturate, hanno percorso più di dieci miglia[15 km]. Solo ieri 6.000 erano state ricollocate in varie città. E in un video stasera, il leader ucraino Volodymyr Zelensky ha detto che oggi a Mariupol sono morte 5.000 persone e “circa 170.000 persone sono ancora disperse a causa della carenza di cibo, acqua ed elettricità: la Croce Rossa ha detto che il gruppo si stava dirigendo verso la città per evacuare”. È difficile continuare, sabato si farà un altro tentativo”. Il mondo intero deve rispondere a questa crisi umanitaria”. Zelensky ha chiesto ancora una volta alla Cina di essere dalla sua parte e ha criticato il tentativo di Mosca di reclutare truppe in Crimea e prepararsi per una nuova offensiva: “La situazione nell’est del Paese rimane estremamente difficile e la Russia si prepara a bombardare nuovamente Donbass e Kharkiv .”

Ucraina, perché Zelensky ha già vinto la guerra delle comunicazioni. Anche contro i deepfake – dai un’occhiata

BELGORO – Nel frattempo, giallo ai razzi lanciati da due elicotteri sospettati di essere in Ucraina nel deposito petrolifero di Belgorod, il primo sul suolo russo. Il blitz di Kiev, però. Ma cosa ha fatto dire al portavoce del Cremlino Dmitry Peskov: “Può rendere difficili i nostri negoziati”. Tra le interpretazioni c’è anche un piano russo volto a garantire una maggiore invasione del territorio ucraino. E gli Stati Uniti sono di nuovo coinvolti nelle polemiche, secondo i quali “c’è un solo aggressore qui e questo è il presidente Putin e l’esercito russo sotto il suo comando”.

Khrystyna Soloviy, questa è la vera artista che ha trasformato “Bella ciao” in un inno di protesta in Ucraina – dai un’occhiata

SCANDALO “PER BAMBINI NELL’ESERCITO” – Anzi, cresce ogni giorno l’insoddisfazione anche in casa di Vladimir Putin per le recenti morti di militari, che risultano essere giovanissimi, dai 18 anni in su, soprattutto tesserati e non professionisti. Proveniente da paesi ben oltre il confine ucraino, fu mandato al macello senza nemmeno sapere perché. – dai un’occhiata

Il coraggio di Marina Ovsyannikova, giornalista russa contro la guerra in Ucraina – dai un’occhiata

PIÙ ATTREZZATURE IN UCRAINA – Ma l’ascesa continua. Il popolo americano, secondo il New York Times, sta lavorando con i governi dell’Europa orientale per spostare i carri armati sovietici in Ucraina per rafforzare la regione del Donbass. E il Congresso ha stanziato altri 300 milioni di dollari per gli aiuti militari. Alla fine, il ministero del Commercio ha condannato per guerra altre 120 istituzioni, di cui 24 bielorusse. Wang Lutong, direttore del ministero degli Esteri dell’Unione europea di Pechino, è correttamente intervenuto nelle sanzioni: “La Cina non vuole deliberatamente sanzioni contro la Russia, ma ha scambi regolari con Mosca che contribuiscono all’economia globale”.

In Ucraina è stato ucciso il giornalista americano Brent Renaud: stava fotografando persone in fuga da Irpin – dai un’occhiata

em


In data odierna