Vai al contenuto

Il Cdm ha adottato all’unanimità il provvedimento di assistenza economica e sociale. Riduzione delle tasse di circa 25 centesimi. al litro

Pubblicità –

AgenPress- “Stiamo tassando parte del reddito straordinario generato dai produttori grazie all’aumento del costo delle materie prime e stiamo distribuendo questo denaro a imprese e famiglie in gravi difficoltà”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi al termine del Consiglio dei ministri.

“Serve una risposta rapida e concreta alla definizione di un prezzo elettrico europeo: ci sono diverse proposte e ci incontreremo in un’unica proposta. Quindi non sei sicuro se verrà approvato: ci sono paesi che hanno difficoltà a possedere un’arma. Le leggi europee sono state raggiunte anni fa e hanno rispettato l’esempio di quegli anni, ma da allora tutto è cambiato. Andando avanti, vediamo che è possibile farlo. Serve una risposta europea, altrimenti faremo qualcosa per il Paese ma non vi soddisferà”.

Pubblicità –

Questo pomeriggio si è incontrato Consiglio dei ministri e Palazzo Chigi. Il CDM ha approvato all’unanimità questa direttiva e misure urgenti contro le conseguenze economiche e umanitarie della guerra ucraina, da. in contrapposizione al costoso potere alle conseguenze economiche di un disastro, all’accoglienza dei profughi. Le stime totali sono di 4,4 miliardi di dollari.

Tu esisti già design è stato girato il giorno di un previsto appuntamento ministeriale MF-Mite detrazione fiscale sul carburante. È possibile in base alla normativa vigente dal 2007, che prevede una riduzione “fino al 30° giorno” dalla data di pubblicazione dell’ordinanza, imposta da pagare “benzina, gas e gasolio, gas di petrolio liquefatto (GPL) “, usato come combustibile.

Il taglio porterà a un altro un forte calo dei prezzi al consumo. Infatti, l’IVA al 22% viene calcolata anche sulle tasse sugli immobili. Infine sono ca 25 centesimi al litro, secondo quanto riportato da Draghi in conferenza, tagli al petrolio. La riduzione sarà attuata, ha spiegato, fino alla fine di aprile.

Pubblicità –

Fino a 200 euro buoni benzina esentasse 2022: è una delle misure proposte dal meccanismo di impatto anti-disastro in Ucraina. Si presume che “il prezzo dei buoni benzina o titoli simili venduti gratuitamente dalle aziende private ai dipendenti per l’acquisto di carburante, fino a un limite di 200 euro per posto di lavoro, non contribuisca alla generazione di reddito”.

Laggiù 5 milioni di famigliecirca un milione in più, ne avremo quattro riduzione del debito grazie per la proroga di bonus sociale. Il provvedimento aumenterà il tetto dell’Isee (da 8mila e 12mila euro) che consentirà di “proteggere” circa 5,2 milioni di famiglie, rispetto agli attuali 4 milioni. “Pagheranno per il potere come l’estate scorsa”.

Le aziende potranno pagare debiti da utilizzare nei mesi di maggio e giugno, massimo 24 rate mensili. Per supportare le esigenze di rimborso del debito derivanti da piani di rateizzazione forniti dai fornitori di servizi luce e gasSace potrà emettere i propri certificati a discrezione di banche e istituzioni finanziarie entro il limite di impegno di 9 miliardi di euro.

Più di 30 articoli di testo. Ci sono criteri di accettazione per rifugiati. “Le disposizioni elencate nella previsione della Procura del ministero dell’Interno, in materia di esercizio, locazione e gestione dei centri di accoglienza, sono aumentate di 7.533.750 euro entro il 2022”.

E’ previsto sostegno nelle Regioni, organizzazioni, organizzazioni e Terze parti per l’accoglienza generale di 75mila profughi ucraini. In particolare, 60.000 unità sono destinate all’assistenza ai profughi. Altri 15mila “approcci alternativi” saranno attuati “da comuni, organizzazioni di terze parti, centri di volontariato, enti e organizzazioni e organizzazioni religiose riconosciute”. Altri contributi riguardano l’assistenza sanitaria delle 100.000 Regioni Rifugiate.

Medici e operatori sanitari ucraini potranno svolgere il loro lavoro in Italia, fino al 4 marzo del prossimo anno. Si tratta di una misura temporanea “certificati sanitari professionali e attestati di assistenza sociale ai cittadini ucraini residenti in Ucraina prima del 24 febbraio 2022 che sono disposti a svolgere lavoro sanitario nel territorio del paese, strutture pubbliche o private o socio-igieniche. Oppure lavoro di assistenza sociale “.

Pubblicità –