Vai al contenuto

Il futuro dell’IA e dell’HPC di fantascienza secondo NVIDIA

Tradizionalmente, i Conferenza sulla tecnologia GPU NVIDIAo GTC: L’evento, ora impiegato ogni 14 anni, è stato riprogrammato digitalmente quest’anno a causa dell’epidemia di Coronavirus, come aveva già confermato la società di Santa Clara a gennaio, quando NVIDIA ha annunciato GTC 2022.
Tuttavia, ciò non deve trarre in inganno o far pensare che gli annunci del Gruppo Verde siano secondi: anzi, entro il 2022. abitudine a partire dal un aumento delle attrezzature e dei prodotti pubblicizzati rispetto agli anni precedenti, iniziati nel 2018. Al centro dell’evento ci sono argomenti come l’IA e l’HPC, due aree in cui NVIDIA sta guidando attivamente l’innovazione.

“Il chip più alto sul mercato”

Cominciamo dalle “stelle” del convegno, e dall’annuncio che tutti aspettavano: nuovo. GPU NVIDIA Hopper con un server per datacenter.

Il lancio delle GPU Hopper sulla GTC, infatti, è stata una gradita conferma, in quanto le schede erano già attese ai primi di marzo per il leak di prodotti NVIDIA a seguito degli hacker di LAPSUS$.
Ciò che non è stato “corrotto” dagli hacker è stato poi svelato dalla stessa NVIDIA, che durante la campagna di marketing di GTC ha mostrato il design delle GPU Hopper con foto speciali e infine. dettagli tecnici delle schede video rivelate 22 marzo, con l’annuncio ufficiale delle GPU Hopper GH100. Le GPU Hopper, ovviamente, non sono progettate per giocare, ma dovrebbero prendere in giro molte aziende specializzate in settori chiave del settore IT.

La nostra analisi della scheda grafica GH100 non può che iniziare con la parola: la parola “Hopper” appunto omaggio a Grace Hopper, uno dei pionieri dell’informatica e colui che ha inventato e distribuito la parola “bug”.

Tecnicamente, la GPU è costruita con il nodo di produzione a 4 nm di TSMC e consuma il totale 80 miliardi di transistorrisultato secondo NVDIA “il miglior chip sul mercatoInoltre, la scheda vanta un PCIe di quinta generazione con una capacità di memoria HBM3 fino a 80 GB in totale. Larghezza di banda totale fino a 3 TB/sche può essere utilizzato da assistenti e data center per triplicare le operazioni di spazio mobile a 16, 32 e 64 bit, mentre sei volte più di 8.
Il chip H100 può trovare un uso diffuso in una varietà di campi, dall’IA a apprendimento automaticoma deve essere usato prima di tutto Simulazione completa al computeri suoi tempi di esecuzione, secondo NVIDIA, possono essere ridotti da pochi giorni a pochi minuti.

Inoltre, il nuovo motore GPU è appositamente progettato gestire l’infrastruttura di intelligenza artificiale di grandi dimensioni, come le reti neurali, accelera gli algoritmi di addestramento nell’intelligenza artificiale.

In particolare, il chip può essere utilizzato per la prossima generazione di reti neurali, o i cambiamenti (No EZO Transformers), la loro capacità di analizzare grandi quantità di dati li rende perfetti il funzionamento e la stima del linguaggio umano, scrivi, pronuncia e completa frasi proprio come farebbe una persona. Infine, a completare le possibilità offerte dalle GPU GH100, c’è la tecnologia NVIDIA NVLink, che permette di connettersi. fino a 256 schede grafiche Hopper su una GPU e larghezza di banda totale fino a 4,9 TB/s.

Super-CPU e Superchip

E GPU Hopper NVIDIA ha anche annunciato le CPU Gracequesti processori sono consigliati per qualsiasi server che utilizzi la scheda video GH100.

Non a caso, oltre alla CPU “liscia”, l’azienda di Santa Clara ha introdotto anche il “Grace Hopper Superchip”, che include sia la CPU che la GPU e “è fatto per Risolvi i principali problemi del computer sul posto”. Ogni chip Grace ha in realtà due CPU integrate con una tecnologia a latenza ultra bassa nota come NVLink-C2C, che funziona così come UltraFusion, un processo alla base del chip M1 Ultra per Mac Studio. Il chip dall’unione dei due processori è uno Super CPU da 144 core basato sul design di Arm v9.

Come precedentemente annunciato, quindi, NVIDIA continuerà a implementare Arm Design e le sue CPU AI e HPC. Sfortunatamente, al momento non sappiamo nulla delle funzionalità della CPU, poiché ci sono poche informazioni relative alla RAM del chip, tuttavia dovrebbe essere di tipo. LPDDR5x con tecnologia ECCin grado di garantire una banda completa di 1 TB/s.
Come la GPU Hopper, la CPU Grace e il “Grace Hopper Superchip” devono trovare un uso diffuso in aree come la trasformazione dell’IA, il cloud computing (e possibilmente i giochi cloud) e l’HPC. Dopotutto, tutte e tre le fiches erano uguali progettato per il software NVIDIA, come NVIDIA HPC, NVIDIA AI e NVIDIA OmniVerse. La cattiva notizia, tuttavia, è che il chip di Grace non sarà pronto per la vendita insieme alla GPU Hopper, ma sarà in vendita solo a partire dal 2022.

Per illustrare l’uso di Grace Hopper Superchip, NVIDIA è tornata su Earth-2il suo progetto sul metaverso è simile alla Terra, ma duplicato digitalmente e controllato da uno speciale supercomputer.

In particolare, Dion Harris, Senior Product Manager di NVIDIA per Datacenter, ha presentato una dimostrazione del software di gestione presso previsioni del tempo utilizzando l’IA Terra-2: il modello, chiamato FourCastNet, o “Fourier Forecasting Neural Prediction Network”, dovrebbe essere in grado di produrre condizioni meteorologiche realistiche e accurate dai dati del mondo esterno, gestendo le attività più complesse come l’addestramento e la dimensione delle nuvole. . Secondo Harris, FourCastNet potrebbe trasformarsi in un valido aiuto nella lotta al cambiamento climaticoaccelerare la creazione di modelli ambientali attraverso l’uso dell’intelligenza artificiale in grado di monitorare il riscaldamento globale e consigliare soluzioni per combatterlo.

Il supercomputer più potente del mondo

Accanto a Earth 2, un altro importante annuncio del software GTC 2022 è stato Piattaforma NVIDIA OmniVerseun programma progettato per la simulazione e la progettazione 3D dell’universo.

In realtà OmniVerse non è una piattaforma del tutto nuova, ma in occasione dell’evento di fine marzo l’azienda Santa Clara ha annunciato un lungo elenco di funzionalità aggiuntive del sistema, tra cui quella che consente di creare. Un avatar 3D con IA controllata dall’azione: per farvi un esempio concreto, il modello 3D del CEO di NVIDIA Jensen Huang è stato mostrato lo scorso novembre e utilizzato come “mascotte” anche per le GTC realizzate da OmniVerse.
“Toy Huang” è stato appena mostrato correre e muoversi da solo, grazie all’uso dell’IA in tempo reale. La demo, però, non era fine a se stessa: al contrario, l’IA utilizzata per “Toy Huang” potrebbe trovare un impiego significativo veicoli completamente a guida autonoma nei prossimi anni.

Il miglior Jensen Huang …

… “Un giocattolo” Jensen Huang!

Per rinnovare il suo impegno per le auto a guida autonoma, lo ha anche NVIDIA Il software Hyperion 9 è stato annunciatouna nuova generazione di piattaforma di controllo tecnologico nel campo automobilistico.

Il sistema, tuttavia, non verrà rilasciato prima del 2024, dopo un lungo periodo di test in tutto il mondo. Inoltre, la società ha anche affermato che L’Omniverse può essere utilizzato in campo medico, nei robot di precisione e nella sicurezza aziendale. Nell’ultimo campo, in particolare, Jensen Huang ha spiegato che le aziende partner potranno caricare su i Modelli 3D per tutte le fabbricheal fine di facilitare la pianificazione aziendale e l’uso dei robot al loro interno.

Per gestire tutte queste applicazioni, con requisiti hardware molto elevati, NVIDIA presenta il supercomputer EOSun server contenente 18 “DGX Pods”, ognuno dei quali contiene 8 GPU Hopper collegate tra loro con tecnologia NVLink.

EOS dovrebbe confermare la forza di 0,5 ExaFLOPs, ca doppio supercomputer Fugaku, l’uomo più potente del mondo. Infatti, nello specifico, l’hardware EOS è costituito dalla metà superiore dei DGX Pod approvati dalle GPU Hopper e dalla tecnologia NVLink: in futuro, infatti, NVIDIA potrebbe autoassemblarsi e produrre un dispositivo con 32 Pod, in totale. 256 GPU Hopper integrato. Alla fine, NVIDIA lo ha spiegato EOS sarà online nei prossimi mesi: l’accesso al suo hardware, però, sarà limitato ai soci dell’azienda Santa Clara, secondo EOS che sarà “il computer è l’IA più veloce del mondo“.