Vai al contenuto

Il governo ha ridotto i prezzi del carburante di 0,25 euro entro la fine di aprile

AGI – La politica energetica, approvata da CDM, stanzia ulteriori 4,4 miliardi di dollari per combattere l’inflazione.

Le tariffe sul carburante diminuiranno di 0,25 euro fino alla fine di aprile. I costi saranno quasi sicuramente sostenuti dalle aziende del settore energetico che hanno realizzato profitti aggiuntivi.

Non ci saranno differenze nel budget e 4,4 miliardi di dollari in aggiunta ai 16 miliardi di dollari già erogati. Mario Draghi spiega in conferenza stampa le misure a favore delle famiglie e delle imprese, dopo la crisi in Ucraina.

Sale da 4 a 5,2 milioni il numero delle case che dalla scorsa estate continueranno a pagare l’energia. Per ricevere i contributi il ​​tetto dell’Isee sale da 8 a 12mila euro. Sarà possibile estinguere il debito a rate fino a due anni.

La legge prevede anche il sostentamento dei rifugiati che arrivano dall’Ucraina. Finora 53.669 sono per lo più donne e bambini.

«Prevedibilità – spiega il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Roberto Garofoli – la quota dell’assistenza sanitaria per i cittadini ucraini e, poiché molti trovano rifugio nella rete dei genitori o dei conoscenti (250mila ucraini già residenti in Italia), lungimiranza, seppur temporaneamente, modo di provvedere loro o amare coloro che li ricevono”.

Per Draghi la direttiva interviene «per assistere i cittadini e le imprese, soprattutto nelle famiglie più bisognose e nelle filiere colpite. Il fondo per la ricerca di lavoro per le aziende in difficoltà è stato rivisto.

La forza di Arera si rafforza nel permettere eventi prevedibili. Si estende la Garanzia ex Ilva Sace. È stato aggiornato l’utensile elettrico dell’oro, che ora può essere aperto d’ufficio.

Per i profughi in arrivo dall’Ucraina Draghi definisce “incerto” il loro numero, che potrebbe superare i 67mila.

Il taglio delle accise di soli 0,25 euro fino a fine aprile “monitoraggio passo dopo passo” passo dopo passo.

In una situazione prevedibile Draghi afferma: “In uno stato di emergenza, sicurezza nazionale, questi comportamenti non sono più tollerati.

Un piccolo passo avanti viene attuato dalle misure approvate oggi, che conferiscono ad Arera una maggiore potenza esplorativa.

Nelle ultime settimane, proprio per comprendere lo stato delle multinazionali, abbiamo cercato di capire lo stato dei grandi contratti di consumo, ovvero di capire quanti di questi articoli vengono esportati senza contratti a lungo termine e quanti vengono acquistati. Mercato locale.

Questo è importante perché se si pensa al cartellino del prezzo, è importante non punire l’importatore fissando il prezzo al punto che tutto ciò che è nel contratto è già fonte di perdita per l’azienda. importatore. Ma non ci siamo riusciti. Questo deve cambiare completamente”.

Notizie e sezioni della Pubblica Amministrazione con l’antivirus informatico russo.

“Per quanto riguarda i sistemi di sicurezza informatica – afferma il sottosegretario Garofoli – il provvedimento prevede la necessità per la Pubblica Amministrazione di segregare i prodotti di sicurezza informatica, in particolare gli antivirus e soprattutto quelli legati alla Federazione Russa”.

Infine, nella spesa per la difesa, Draghi conferma “l’impegno” dell’Italia a raggiungere il 2% del PIL. Tuttavia, sono necessari ulteriori adeguamenti in Europa, poiché l’UE spende già oggi 2-3 volte l’importo della Russia.

Taglio accise

La riduzione delle accise sui carburanti arriva fino a 25 centesimi e resterà in vigore fino alla fine di aprile.

Imposta sul reddito addizionale

L’imposta aggiuntiva sui vantaggi aggiuntivi sarà del 10%. “Manterremo il confine tra transazioni attive ai fini dell’IVA e transazioni transazionali ai fini dell’IVA”, ha affermato, riferendosi all’ultima metà dello scorso anno, ha affermato il ministro dell’Economia Daniel Franco. “Interverremo dove i confini sono importanti”, ha aggiunto.

Spese di regolamento del debito

La possibilità per le aziende di pagare le bollette di luce e gas a maggio e giugno in rate fino a 24 mesi. Sace potrà così assicurarsi le proprie garanzie favorendo banche e istituzioni finanziarie entro il limite di impegno di 9 miliardi di euro.

Nessun servizio informatico russo per la PA

Modificare l’uso dei sistemi informativi e dei servizi informatici della PA in modo che “le aziende che producono prodotti e servizi di tecnologia di sicurezza informatica collegati alla Federazione Russa non siano in grado di fornire servizi e aggiornamenti ai propri prodotti nelle divisioni designate, a causa di un problema nella Federazione Russa. Ucraina”.

Sostegno all’accoglienza dei profughi ucraini

Sostegno all’accoglienza dei rifugiati ucraini nelle Regioni, organizzazioni, organizzazioni e terzi. «Prevediamo di destinare 400 milioni» ai profughi dall’Ucraina: «un quarto fissato per i servizi sanitari per chi entra in Italia e poi, dall’altro, lo stanziamento del sistema educativo per continuare l’anno scolastico ma anche per accogliere eventuali nuovi studenti. “, ha evidenziato il ministro dell’Economia, Daniel Franco. .