Vai al contenuto

Il governo pachistano trema, ci sono gli Stati Uniti dietro?

Il mandato del primo ministro pakistano, Imran Khan, sembra volgere al termine dopo che la Corte Suprema giovedì ha annullato lo scioglimento dell’Assemblea nazionale e ordinato un voto di sfiducia al governo.

La mossa scioccante arriva quando l’ex giocatore di cricket, che è stato nominato per il 2018, è stato nominato.

Cinque giudici della Corte Suprema riuniti all’unanimità hanno ritenuto che il rifiuto del vicepresidente dell’Assemblea nazionale, un canadese, di presentare una mozione di sfiducia al voto questa domenica era “incostituzionale e non ha alcun effetto legale”.

I giudici hanno anche stabilito che lo scioglimento della legislatura, che è stato immediatamente approvato da Khan (e che si sarebbe tradotto in una precedente elezione in 3 mesi) era illegale.

“L’Assemblea nazionale può continuare a funzionare” la sentenza della Corte, che anche sabato ha convocato una riunione, discuterà una mozione di sfiducia e voterà.

Questa sentenza è stata accolta dall’opposizione con un’azione speciale: i sostenitori di piccoli gruppi sono scesi in piazza a Islamabad e hanno gridato la loro soddisfazione al ritmo del corno.

“Questa decisione ha salvato il Pakistan e la sua Costituzione”, ha risposto Shehbaz Sharif, leader della Lega musulmana del Pakistan (PML-n).

Disturbi esterni

La democrazia è la migliore vendetta “, ha affermato Bilawal Zardari Bhutto, figlio dell’ex primo ministro, la sig.

Imran Khan, 69 anni, accusato dagli oppositori di cattiva governance economica e di errori di politica estera, sembra essere in corsa e non ha via d’uscita dalla proposta,

Il partito di opposizione ha annunciato la scorsa settimana di avere abbastanza voti parlamentari per passare: secondo gli ultimi dati, l’opposizione ha 177 voti, ne basterebbero 172, farebbe la maggioranza (e questo senza contare i voti del Pakistan Tehreek. -E- insaf (PTI, Pakistan Movement) for Justice) il partito del premier è pronto a votare contro Khan.

Domenica, il vicepresidente del parlamento ha affermato che la proposta era incostituzionale, indicando un intervento straniero nel processo.

Lo stesso Imran Khan ha ripetutamente accusato gli Stati Uniti di ingerenza negli affari interni del Pakistan colludendo con un partito di opposizione, con l’unica intenzione di cercare il proprio successo. crollare perché riluttante ad adeguarsi alle posizioni statunitensi rispetto a Russia e Cina.

La situazione economica

Imran Khan è stato eletto nel 2018 sconfiggendo i gruppi storici del Paese – il PPP e il PML-N, organizzati attorno a famiglie numerose che hanno dominato la vita politica del Paese per decenni, ma sono diventate un simbolo di corruzione ad alto livello.

Le riforme sociali intraprese dal governo Khan (e la sua reputazione di guidare il paese nel successo della Coppa del mondo di cricket del 1992) non sono sufficienti per resistere alla recessione economica.

L’inflazione (10% entro il 2021), il forte calo della rupia (meno 18% da luglio) e l’aumento del debito hanno gravemente indebolito l’economia del paese.

Il Pakistan, una repubblica islamica di 220 milioni di persone, armata di armi nucleari, che quest’anno festeggia 75 anni, viene utilizzata per ragioni politiche.

Nessun primo ministro ha mai emesso un decreto dall’indipendenza nel 1947. L’esercito, principale base di potere del Pakistan, (accusato di sostenere Khan nel 2018) non ha preso posto pubblico negli ultimi giorni.

Il paese ha subito quattro colpi di stato militari (poiché molti hanno fallito) e ha trascorso più di tre decenni sotto il governo militare.