Vai al contenuto

Il Regno Unito annulla la conferenza internazionale LGBTQ + “Safe To Be Me”. Impressionante

di Marianna Grazi

Addio a La prima conferenza internazionale LGBTQ+ nel Regno Unito. Al sicuro se lo sono doveva tenersi a Londra il prossimo giugno, con l’obiettivo di promuovere i diritti umani LGBTQ+ nel Regno Unito e nel mondo. L’evento secondo quanto riportato da Bcera annullato dopo il rifiuto più di cento enti di beneficenza e altri gruppi si sono dimessi a seguito di una posizione assunta dal governo britannico nella cosiddetta modifiche mediche. Questo tipo di trattamento, infatti, è stato escluso – anche per la definizione di genere – dal programma di prevenzione descritto la scorsa settimana in Parlamento. La deputata conservatrice Dehenna Davison ha espresso la sua delusione per la cancellazione della conferenza in un tweet: “Abbiamo avuto una grande opportunità per dimostrare che il Regno Unito (e il partito conservatore) rappresentano la libertà. In quanto membro conservatore della comunità LGBT+, penso che sia molto sbagliato per lui arrivare a questo”.
Un membro del Parlamento, che non voleva essere nominato, ha detto alla BBC: “Dopo aver fallito (per proteggere) la comunità LGBT a casa, ora. falliremo (per proteggere) le comunità LGBT in tutto il mondo. Nessuna registrazione “.

La conferenza LGBTQ + “Safe to be me” si sarebbe tenuta a Londra per tre giorni la prossima estate. Invece è stato cancellato

La modifica medica non è consentita ma solo sul sesso

io Bc racconta molte ore di colloqui nel tentativo di salvare la conferenza, ma alla fine gli organizzatori affermano di non aver potuto gestirla come la maggior parte delle organizzazioni coinvolte si è dimessa. Quest’ultimo ha firmato una lettera aperta scritta dall’organizzazione Muro di pietradove è stato detto che non avrebbero dato il loro sostegno all’evento se Boris Johnson non includeva Q nell’annuncio approvato dai legislatori. Già martedì scorso il massimo rappresentante del governo per il business LGBT+ (ruolo simbolico, basato su un convegno, della durata di almeno 18 mesi) si è dimesso proprio per l’esclusione delle persone transgender da qualsiasi divieto di terapia di conversione, che lavorerà solo nell’orientamento sessuale e non nell’identità sessuale.

Domanda e risposta

In un una lettera al presidente del ConsiglioL’avvocato Iain Anderson ha spiegato che “non aveva altra scelta che andarsene, ma lo ha fatto” con il cuore pesante. Alla conferenza, Anderson ha avuto il compito di mostrare come le aziende britanniche sono andate a ridurre la discriminazione sul posto di lavoro e promuovere l’uguaglianza per le persone LGBTQ+. Infatti, la sua lettera diceva: “La fiducia e la convinzione nell’impegno del governo generale per i diritti LGBT+ è stata minata. Credo che sia molto necessario un piano globale per sostenere le persone LGBT+ in modo che possano partecipare pienamente alla nostra società”.
In una dichiarazione successiva, fa una dichiarazione Bcun portavoce del governo lo ha ringraziato per il suo contributo e ha aggiunto che i legislatori hanno tenuto conto della questione della “terapia di conversione transgender” in quella che ha descritto come una “complessa componente giuridica”.

L’intimidazione di oltre 100 organizzazioni alla conferenza internazionale è dovuta all’approvazione del divieto del governo britannico di opzioni di trattamento alternative, tuttavia, riguarda solo l’orientamento sessuale e non il genere.

Trasformazione terapeutica nelle persone transgender

Come spiega NHS in Inghilterraprogrammi che vanno sotto il termine “terapia di conversione”. lo scopo del cambiamento di genere dell’uomo. Alcune organizzazioni, tra queste, hanno deciso di boicottare la conferenza estiva Sono sicuro di esserloDicono di essere molto preoccupati per un trattamento particolare – ricordando che è proibito solo dedicarsi all’attività sessuale, quindi l’omosessualità in modo semplice – se ne andranno. limitano il loro lavoro aiutano le persone con disforia sessuale, per impedire analisi esplorative o che non verifichino automaticamente l’identità di genere. Il governo aveva promesso di eliminare la pratica, ma come annunciato la scorsa settimana, la legge si applicherebbe solo agli sforzi di trasformazione, non agli sforzi transgender. Quindi sono le persone che passano* a spese.

In risposta alla tariffa approvata venerdì, Nikki e CostaL’ex direttore degli affari legislativi al numero 10, ha detto che questo sarebbe “gravi conseguenze per i bambini combattere la disforia sessuale”. E Oggi di BBC Radio 4 Ha spiegato che in questo modo “medici, medici e genitori saranno incoraggiati a esaminare con il bambino i sentimenti, i sentimenti di ciò che sta accadendo dentro di lui, per paura che gli venga detto che stanno cercando di cambiare la sua identità”, aggiungendo che tutto questo è molto importante”.
Un portavoce di Downing Street ha spiegato che il panel farà un “lavoro diverso” su una questione particolare, ma assicura che qualsiasi intervento non abbia “conseguenze indesiderate”. Lo stesso Boris Johnson precedentemente descritto come modificare il trattamento “disgustoso e disgustosoE aveva promesso di eliminarlo in più di un’occasione. Le modifiche adottate, tuttavia, hanno portato più di cento organizzazioni a ritirarsi dalla conferenza Al sicuro se lo sonoche si sarebbe tenuto a Londra per tre giorni quest’estate.