Vai al contenuto

In Ucraina, l’intelligenza artificiale può essere un importante alleato dell’esercito

Lo strumento Primer sviluppato mostra come ilettura automatica può essere un valido aiuto nell’analisi delle informazioni di intelligence. L’ultimo decennio ha visto miglioramenti significativi nelle abilità di intelligenza artificiale nel campo del riconoscimento delle immagini, della scrittura, della traduzione e dell’editing linguistico, grazie alle reti neurali che apprendono attraverso set di dati di addestramento su larga scala. Oggi esistono codici e API (application programming interface) che utilizzano l’intelligenza sintetica e sono in grado di registrare discorsi, riconoscimento facciale ed eseguire altre attività, ripetutamente con grande precisione. Di fronte ai profitti della Russia verso uomini e aeroplani, bloccare la comunicazione può fare la differenza alle truppe ucraine sul campo.

Primer vende algoritmi di intelligenza artificiale specializzati nella scrittura e nella traduzione di telefoni cellulari, nonché altri in grado di estrarre parole o frasi chiave. L’amministratore delegato Sean Gourley spiega che gli ingegneri dell’azienda hanno apportato modifiche per far funzionare le apparecchiature quattro nuovi posti di lavoro: raccogliere l’audio incorporati in feed Web che forniscono comunicazioni tangibili grazie a un software che imita i ricevitori radio; rimuovere il rumorecome conversazioni in sottofondo e musica; scrivere e tradurre discorsi in russo; e infine evidenziare il parole chiave in relazione alla situazione sul campo di battaglia. Per svolgere queste attività in alcuni casi è stato necessario riqualificare i modelli di machine learning per comprendere i termini usati per descrivere veicoli o equipaggiamenti militari.

I vantaggi della strategia

La capacità di Ai di addestrare e riqualificare rapidamente i modelli deve esserlo vantaggio significativo per guerre futureGourley spiega, aggiungendo che Prime ha messo a disposizione di terzi il dispositivo, senza rivelarne il nome: “Non specificheremo chi lo usa o cosa“Dice. Dall’inizio della guerra, alcune compagnie americane hanno fornito all’Ucraina tecnologia, conoscenza e competenza.

Il fatto che alcune forze russe utilizzino media non sicuri ha scioccato gli analisti militari, e sembra. servizio militare e equipaggiamento e preparazione inadeguatiafferma Peter W. Singer, un membro anziano del think tank New America che eccelle nella guerra moderna. “La Russia ha utilizzato le intercettazioni di comunicazioni aperte per colpire i suoi nemici nei conflitti passati, come in Cecenia, e quindi, soprattutto, deve essere consapevole del pericolo.“Spiega l’artista. Questi segnali radio potrebbero aver aiutato il popolo ucraino, anche se avrebbero potuto essere esaminati a mano”, ha aggiunto Singer”.Tutto ciò è indice dell’esistenza di un guasto alle apparecchiature di comunicazione, di una certa arroganza e, forse, di un certo grado di disperazione agli alti livelli dell’esercito russo.“, Aggiunge Mick Ryanuno scrittore e generale australiano in pensione.

Secondo lo storico dell’intelligence di Harvard Calder Walton, l’attacco ucraino lo dimostra quanto sono preziose le informazioni open source al personale dei servizi segreti. Il software di riconoscimento facciale è stato utilizzato per identificare alcune persone nei video di conflitti: “Siamo venuti in prima linea nelle informazioni sul tipo di raccolta di informazioni e su ciò che è disponibile“Walton ha aggiunto. Il conflitto in corso ha dimostrato quanto sia importante analizzare diverse fonti di intelligence. È possibile, ad esempio, che le forze ucraine abbiano battuto i generali russi guardando le immagini satellitari di uomini dai capelli grigi vicino all’antenna, usando droni o altre armi. Anche l’esercito russo ha iniziato a usare i telefoni cellulari, rivelando in alcuni casi la loro posizione e dettagli meccanici, oltre a depressione e bassa autostima.