Vai al contenuto

Intesa Sanpaolo cade: spaccata la Russia salta?

Per Piazza Affari la seduta odierna prosegue con il rapido calo di Intesa Sanpaolo che, dopo quattro giorni consecutivi di crescita, oggi offre una via per vendere.

Intesa Sanpaolo ha guardato dietro al rally di ieri

Il titolo, che è stato messo nella sessione di ieri e ha registrato un rally del 7%, oggi è stato scambiato a 2,0415 €, con un calo del 4,96% e oltre 91 milioni di azioni scambiate sul mercato fino ad oggi, rispetto alla media degli ultimi 30 giorni circa 140. milioni.

Intesa Sanpaolo: nessun aiuto da Spread e BTP

Intesa Sanpaolo non trova consolazione nei segnali dal fronte obbligazionario, dato che lo Spread BTP-Bund Spread sale dell’1,33% a 152,4 punti base, mentre il calo del BTPo si traduce in un aumento dei rendimenti, con un decennio dall’1,7% all’1,918% .

Intesa Sanpaolo: focus su esposizione in Russia e Ucraina

In un comunicato diffuso ieri, Intesa Sanpaolo ha dato istruzioni in merito alla sua esposizione a Russia e Ucraina.

In particolare, l’esposizione tramite filiali domestiche in due paesi comprende 0,7 miliardi di prestiti al consumo, ovvero 1,4 miliardi di attività, pari allo 0,1% del totale.

Il valore di carico delle società controllate (patrimonio netto) è pari a 230 milioni di euro, a fronte di 1,3 miliardi di attività di rischio.

Una dimostrazione transfrontaliera per i consumatori russi, al netto delle garanzie, vale 4 miliardi di euro, che è meno dell’1% del prestito totale del gruppo ai consumatori (di cui altri 0,3 miliardi si aggiungono al miliardo netto di euro). esposizioni fuori bilancio create al di sopra dei limiti immutabili esistenti, che Intesa Sanpaolo non ha modificato oggi) a fronte di 3,1 miliardi di euro di attività rischiose.

L’esposizione a derivati ​​e derivati ​​dal derivato è irrilevante, pari a circa 130 milioni di euro.
Intesa Sanpaolo ha riferito che ad oggi l’esposizione dei gruppi russi sanzionati è pari a 0,2 miliardi di euro e più di due terzi dei rilievi riguardano i principali gruppi di imprese con una quota significativa dei ricavi derivanti dall’esportazione di materie prime.

Intesa Sanpaolo: L’esposizione Equita è limitata e controllabile

Secondo gli analisti di Equita SIM, l’esposizione di Intesa Sanpaolo in Russia e Ucraina è limitata e completamente controllata.

Nello scenario peggiore, ovvero la cessazione dell’esposizione Intesa Sanpaolo nei due Paesi, gli esperti stimano un impatto sul CET1 di 80 core point.

Con un CET1 post buyback 2021 di 3,4 miliardi di euro, che dovrà essere approvato dall’assemblea degli azionisti, è del 12,9%, nel peggiore dei casi il CET1 si manterrà sopra il 12%, con un buffer su SREP superiore a 320 punti base. .

Intesa Sanpaolo: la quota sarà garantita secondo Equita SIM

Sebbene non siano stati forniti ulteriori dettagli al riguardo, gli analisti di Equita SIM si aspettano che Intesa Sanpaolo convalidi la propria politica di remunerazione, mantenendo la flessibilità nella gestione degli acquisti in base alla versione dei contenuti macro.

In attesa di novità, la SIM milanese mantiene uno sguardo rialzista su Intesa Sanpaolo, con una proposta di “buy” con target price di 3,2 euro.

Intesa Sanpaolo è al test di JP Morgan. Il riacquisto è scivoloso

Anche JP Morgan è una scommessa azionaria e oggi si è confermata a Intesa Sanpaolo la sua banca preferita in Italia.

La raccomandazione rimane “sovrappeso”, con un target price di 2,7 euro.

A causa dell’incertezza legata alle perdite che potrebbero essere associate all’esposizione di Russia e Ucraina, gli analisti di JP Morgan non escludono che Intesa Sanpaolo possa posticipare l’acquisizione entro il 2023.

Vicedirettore di Trend-online, nato nel 1978.
Dopo aver completato gli studi in ospedale Liceo Classico “Antonio Calamo” di Ostuni Sono entrato nel mondo dell’economia.
Per circa vent’anni l’ho affrontato Cambio valuta e cambio valuta. Dopo aver lavorato per diversi anni come consulente finanziario, nel 2005 sono entrato a far parte del team di Trend-online come redattore, successivamente Vicedirettore di testata. Tra le innumerevoli altre attività, mi occupo di mantenere i rapporti con tutti gli esperti, analisti e trader, consultati quotidianamente da Trend-online.

Il mio motto? “La vita è come uno specchio, se la guardi sorriderai e sorriderai.”