Vai al contenuto

Juventus, lancio d’attacco: come Zaniolo e Raspadori

Dopo la prima udienza congressuale, i punti salienti sono chiari: il post Dybala e il centrocampista a segnare più punti. Nicolò e Raspadori sono famosi da molto tempo

Eppure si muove. Il Mercato Juve, ufficialmente coperto dai pilastri dello sport sacro (quarto posto, Villarreal, Inter), muove i primi passi dopo le partite. Durante la settimana, ad esempio, i dirigenti dei club si sono incontrati con Max Allegri per discutere delle discussioni estive. La conferenza, così hanno detto. E si può aggiungere: è stato il primo vero meeting di pianificazione del mercato, una lunga diapositiva che inizia ad aprile e termina ad agosto, e la prima decisione di adeguarsi al campionato 2022-23, pronto a germogliare in avanti per regalare il Natale mondiale.. .in tutto il mondo (E noi, purtroppo, controlliamo a casa).

Due consigli tornano utili

L’incontro chiaramente non specificava la Juventus 2022-2023. È impossibile sapere tutto quello che è stato detto e non è possibile, nemmeno per Allegri e per la dirigenza, capire cosa sta succedendo adesso a luglio. Tuttavia, c’è qualcosa in più che può essere aggiunto. Ad esempio, restando con Galileo, si può dire che il mercato della Juve ruoterà attorno a un attacco. Un po’ di parole, un po’ di numeri. Innanzitutto i numeri, perché la Juventus ha attualmente un decimo attacco di campionato, è un pareggio non pianificato per chi guarda al campionato 2023. Poi le parole. Guarda il ramo attuale e capirai il movimento della rivoluzione: in questa lista, a fine agosto, ci saranno uno o più giocatori rispetto a due giocatori diversi. La grande differenza è Alvaro Morata, che a fine stagione potrebbe essere svincolato per 35 milioni di dollari. La Juve non vuole sprecare quei soldi – l’investimento di gennaio in Vlahovic è destinato a costare un sacco di soldi – ma ha parlato e parlerà con l’Atletico Madrid per abbassare i numeri. Allegri, inoltre, apprezza Morata e Morata è contento della Juve. Se si raggiunge un accordo economico, la continuità sarà una cosa naturale.

Due file

I certificati risiedono altrove (e da chi ha vissuto a Firenze). Dusan Vlahovic e Federico Chiesa sono fuori da ogni conversazione. Recupero della fede nella croce rotta del ginocchio sinistro? In corso. Lo scopo medio di Dusan, in calo rispetto ai tempi bui? Non è considerato un problema. Vlahovic è diventato una delle figure di spicco del mondo ed è ancora considerato tale. Lui e la Juventus hanno bisogno di adattarsi un po’. Bisogna invece considerare chi è il miglior giocatore a chiudere il reparto con Chiesa e Vlahovic.

Nonostante

Nicolò Zaniolo è una visione e non ieri. La Juve lo segue da tempo e ha già parlato con il suo agente. L’ipotesi della trattativa non è complicata: il prestito responsabile della liberazione, a Locatelli. Legami economici – Roma non vende Nicolò se non sente parlare di 40 milioni – e artisti. Gli attacchi a Chiesa, Zaniolo e Vlahovic saranno devastanti per gli atleti, sì, ma lavoreranno contro la sicurezza chiusa? E può la Juve, dopo tanti infortuni, riuscire a prendere due ali con un passato doloroso? Domande aperte.

Secondo consiglio

Giacomo Raspadori, in questo modo, offre diverse garanzie. Ha meno talento di Zaniolo, un fisico piccolissimo ma tanta potenza di gioco sullo stretto e una testa mai messa in discussione, che lo ha portato dalle giovanili del Sassuolo alla Nazionale in due facili maniere. La trattativa, inoltre, potrebbe basarsi sullo storico rapporto tra i due club e sull’apertura da molti anni del Sassuolo a libro paga, che ha già deciso il futuro di Locatelli.

Il tasto

Stai attento, però. Non tutti i nuovi mercati della Juve saranno avanti. In secondo luogo, il requisito principale è un bodybuilder, che sia in grado di segnare punti, entrare, calciare. Un Vidal di 10 anni fa, diciamo. O forse Sergej Milinkovic? Ebbene, se non fosse per la Lazio che chiede (più o meno) 70 milioni per lui. Accanto, ma non tanto, una memoria difensiva. Antonio Rudiger è sopra la porta e un back-to-back potrebbe essere utile. Allora, è tutto finito? Ma no, anzi. Tutto dipenderà dal budget, ma sarà comunque stabilito (di nuovo) in termini di mobilità. Cuadrado e Bernardeschi andranno a rinnovare o andranno via? Riuscirà Arthur a trovare un altro posto? La promessa arriverà a Rabiot? Juve, dimmi con chi inizierai a giugno (ea che prezzo) e ti dirò chi sarai ad agosto.