Vai al contenuto

Kartell Eyewear, l’occhiale è

Occhiali Kartello occhiali di design entrambi in design e le novità che contraddistinguono il design della nuova lstile di vita per ilun accessorio di moda essere più di molti altri descrive la personalità di chi lo indossa. E il un nuovo progetto 2022 esposto a Milano da un rappresentante del brand milanese made in Italy nel mondo: due collezioni di occhiali da sole, La collezione principale con 68 modelli e speciali Collezione di design con 32 modelli interpretati da quattro grandi design “firmati” come Rodolfo Dordoni, Ferruccio Laviani, Piero Lissoni al Fabio Novembre.
Nuove idee accessorie che non si nascondono, ma migliorano l’identità del marchio e la sua collezione di mobili attraverso l’uso di materiali e attrezzature per il suo progetto imprenditoriale. Kartell Eyewear si basa sulla caratteristica di apertura con nuove tavolozze di colori e dona bellezza e carattere a un accessorio di moda, a cui il contenuto di stabilità altri strumenti.

Il risultato è uno stile soft su Advanced Glass, con un’enfasi su quelli firmati dai designer, e il metallo utilizzato da solo o con altri materiali plastici. Un tocco luminoso o morbido si completa con un’ampia gamma di opzioni. La ricerca e l’impegno per la sostenibilità sono comandati da KartellBioacetato stabile di cotone e fibre di legno pregiato, che vengono utilizzati nelle montature e sono parte integrante del manifesto d’intenzione “Kartell-loving planet” aggiunto. nuova tecnologia nel processo di sagomatura dell’ago.

“Kartell è sempre stata orientata al futuro e all’innovazione, ai processi produttivi e all’innovazione settori produttivi se si Collegare comunque al mobili del mondo e nella sua filosofia modo di vivere – spiega Lorenza Luti, direttore marketing e vendite di Kartell -. Ed è da questa filosofia che nasce Kartell Eyewear, la nostra prima collezione di occhi. Un progetto che studiamo da tempo ed è il risultato delle nostre capacità riducendo l’efficienza in una varietà di metodi di progettazione”.

“È un ulteriore passo nel nostro laboratorio di design che ci permette di esplorare nuove aree rispettando la nostra identità. Le collezioni sono infatti mutuate apertamente, i materiali simbolo del design di Kartell in molte delle proposte, uniti alla continua ricerca e all’utilizzo di nuovi materiali sostenibili come KartellBio, un merci grigieper fare domanda
per la prima volta in questo progetto e rispondendo alle scelte di stabilità fatte ormai da diversi anni, ma utilizzando il metallo, in onore della tradizione dell’occhio. UN Stringa rossa che abbiamo sottolineato coinvolgendo altri designer che collaborano con noi e che escogitano le proprie idee progettuali. È un percorso verso qualcosa che non è stato esplorato che completa il brand e che nel tempo si arricchirà di cose nuove”.

Un design inconfondibile che caratterizza tutti i nuovi occhiali trova la sua piena espressione nella Design Collection e nei suoi progetti speciali.

Sezioniuna collezione firmata da Ferruccio Laviani Attrae l’impressione sulla visione personale di creare una proposta caratterizzata da una stampa ben raffinata, che, per la formazione dell’ago, è semplice, leggerissima e senza tempo. Spiega Laviani: “Indosso gli occhiali fin da bambino e così ho iniziato questo progetto pensando a come voglio indossare gli occhiali; Ho pensato che fossero fatti di cose semplici come cerchi o linee e proprio questi pezzi che mostrano la cornice. Era naturale chiamarli Settori…».

EYELINER Kwe Piero Lissoni imposta l’aspetto in modo significativo e illumina con colori ignorati. “Quando progetto un oggetto scelgo sempre di rimuovere qualsiasi sovrastruttura, e in questo caso ho voluto lavorare su una forma permanente, lasciando il vetro più leggero. .

SCUDO al LINEA K firmata da Fabio Novembre che si ispira alle forme specchianti realizzate da Anna Castelli Ferrieri, ha una forte personalità e montature abbinate a lenti che creano un effetto tono. “SHIELD è uno scudo che protegge l’occhio, incoraggiando gli spettatori a guardare la montatura in vetro opaco con dettagli che ricordano il capolavoro di Anna Castelli Ferrieri – sottolineando – mentre LINE K è un punto focale per le sopracciglia. a sbalzo davanti agli occhi. I colori del cielo , la terra, la natura e il buio della vernice, lenti e montature sono sempre due”.

GUARDAuna raccolta di suggerimenti di uomini e donne di Rodolfo Dordoni richiama le forme tondeggianti e sinistre di volti familiari e diversi materiali e colori ispirati all’antica tradizione ma che conferiscono un carattere distintivo all’accessorio. “Sin da quando ero un adolescente, una delle mie immagini preferite era guardarmi
è uno dei personaggi di un fumetto che ha riempito il nostro tempo e la nostra fantasia. Taglio dal passamontagna nero che guardava in qualcosa, da solo, che rivelava l’intera personalità del personaggio. Oggi riappare nel nostro tempo, in contrasto ma riflette sempre allo stesso modo. Grazie ancora per questo look”, spiega Dordoni.