Vai al contenuto

Koulibaly: ‘Io amo il Napoli, essere cittadino sarebbe un onore. Scudetto? Inseguiamo il sogno ‘

Difensore del Napoli: “Mi sento napoletano e sono molto legato a questo mondo. Sarà bene notare una cittadinanza rispettabile – spiega Radio Kiss Kiss – l’attore sta passando ma l’uomo è seduto e io vorrei vivere per sempre nel cuore dei napoletani per conquistare il sogno”. E nella partita di domenica contro l’Atalanta: “Stiamo giocando in un campo molto difficile e dovremo fare una partita molto difficile”

POSSIBILE FORMAZIONE DEL 31° GIORNO

“Sono un cittadino d’onore di Napoli? Mi sento napoletano e sono molto legato a questo mondo: amo il Napoli, la sua gente, l’ambiente e i suoi tifosi e vorrei condividere tanto divertimento con i napoletani. Sarà una bellissima intuizione”. Kalidou Koulibaly rispondendo così al microfono di Radio Kiss Kiss sulla possibilità stimato cittadino napoletano. Il giocatore sta passando ma l’uomo c’è ancora e vorrei vivere per sempre nel cuore dei napoletani. Vogliamo conquistare il sogno“.

“Spero di portare un pezzo di Napoli al Mondiale”

profondità

Senegal e Ghana sono in Coppa del Mondo, ad eccezione della Nigeria

Il titolo è la partita di domenica all’Atalanta: “Bergamo sarà una sfida molto difficile, con loro abbiamo sempre sofferto – ricorda Koulibaly – giochiamo su un campo molto difficile e dovremo fare una partita molto difficile. Sarà molto importante non consentire lo scopo. Mancano otto partite, più o meno. Saranno gli ultimi e dovremo combattere una gara alla volta. L’Atalanta è una grande squadra, ma noi siamo al top e dobbiamo dimostrare di essere una grande squadra. nazionale Il difensore senegalese inizia bene il 2022: successo in Coppa d’Africa e preparazione al Mondiale 2022.ma per portare con me un pezzo di Napoli al Mondiale – assicura Koulibaly – sarà molto difficile, ma noi ci saremo: abbiamo un sogno nel cuore come tutti i tifosi azzurri del mondo”.

“Spalletti sa che puoi fidarti di me e viceversa”

profondità



Serie A, Giornata 31: esibizione e interesse

Koulibaly poi parla della sua relazione Spalletti: “Non abbiamo buone relazioni ancora da un punto di vista umano. Appena arrivato l’allenatore mi sono messo completamente nella sua posizione – ammette – mi ha insegnato molto e io do il massimo per soddisfarlo. So di potermi fidare di lui e lui sa che può fidarsi di me. Quando perdiamo alcune partite, soprattutto una contro il Milan, l’allenatore ci ha sempre dato forza e ci ha aiutato a rialzarci. Questi punti di forza sono molto importanti per una squadra Asciuga Mertens: “Dries è un grande campione, un grande uomo – descrive KK – è il nostro Ciro e in lui abbiamo grande fiducia. Sa esattamente cosa fare in campo e spero che domenica possa continuare a segnare come ha sempre fatto. “

“Dobbiamo sbarazzarci del razzismo nei campi”

Nelle parole di Koulibaly c’è spazio per la meditazione gara: “Sappiamo che anche oggi ci sono episodi del genere soprattutto sul campo – siete d’accordo – ma dobbiamo continuare a estirpare il razzismo dal calcio e dal mondo. I miei colleghi ed io continueremo la nostra lotta contro questa pratica perché siamo uniti e non ci sono differenze razziali e linguistiche.“.