Vai al contenuto

La Banca centrale russa riconosce: “La punizione li fa sentire bene”. Ma Putin smentisce: “Western Blitz fallito”

Le sanzioni della Russia hanno colpito il mercato finanziario, ma ora”avranno una potente influenza“Nell’economia nazionale. Lo ha approvato il governatore della banca centrale russa Elvira Nabiullina essere è intervenuto oggi, 18 aprile, a Duma, al parlamento russo, pensando a un’immagine difficile.

“Il periodo durante il quale l’economia può rimanere in azioni è limitato” Il governatore ha insistito. Nomi che contraddicono la situazione descritta dal Cremlino. E infatti, poche ore dopo, è arrivata la smentita di Putin. Economia”si stabilizza”E l’inflazione, e il rublo torna ai livelli prebellici in Ucraina, dichiarato ‘zar’.

Nabiullina: “L’economia russa non può sopravvivere solo di risorse”

Economia russa”non può vivere indefinitamente con le sue risorse finanziarie e dovrà adattarsi per far fronte all’impatto delle sanzioni internazionali” ha chiarito il governatore. Chi ha segnalato che la banca centrale non ha”cercherà di abbassare l’inflazione a tutti i costi poiché ciò ridurrà l’adattamento all’economia“In un nuovo contesto segnato dalle frasi. Il governatore ha detto che ci sarebbero voluti almeno due anni, fino al 2024, perché riportare l’inflazione al target del 4%. Ed è già nel secondo e nel terzo quarto”entreremo in un periodo di cambiamento strutturale e cercheremo nuovi modelli di business”.

Ci saranno molti problemi con e restrizioni alle esportazioni e accordi commerciali con l’estero, e nel futuro dell’export, tanto che le aziende russe dovranno adeguarsi. “I produttori russi dovranno cercare nuovi partner, prepararsi o passare a prodotti della generazione precedente“Ha detto. Ma tutto questo.”prenderà del tempo“, Ha aggiunto Nabiullinache ha delineato alcune misure per aiutare l’economia.

Attualmente la Banca Centrale Russa ha fissato i interesse l’8 aprile al 17%dopo averli introdotti al 20% dopo l’invasione russa dell’Ucraina. Elvira Nabiullina Sottolinea inoltre che la banca non ha ancora deciso dove investire i propri beni, a causa di sanzioni e congelamento dei beni. include solo oro e yuansecondo il rapporto Bloomberg: “L’elenco dei paesi che emettono riserve liquide (come dollaro, sterlina, euro e fran ed) è limitato e riguarda coloro che hanno intrapreso azioni ostili e bloccato il nostro accesso“Nel mercato. E questo nonostante Putin abbia anche chiesto una “veloce” mossa del dollaro “in rubli e altre valute nazionali” nel commercio internazionale.

La Banca di Russia negli ultimi anni ha ridotto la propria esposizione al dollaro solo dell’11% dei depositi effettuati, peraltro di oltre un terzo dell’euro (oltre a sterline e yen). L’oro rappresenta il 21,5% e i cinesi il 17,1% del totale.

Putin: “Blitz economico fallito”

Il presidente Putin è quindi tornato negare gli effetti delle sanzioni imposte a Mosca da Ue, Usa e Gran Bretagna, sostenendo che il “blitzkrieg economico” lanciato contro la Russia “è fallito”, mentre sanzioni simili sono già state fomentate”tenore di vita in declino ”nei paesi europei.

Se necessario, utilizzerà il bilancio statale per sostenere un’economia depressa.

A Mosca, gli analisti internazionali prevedono, all’indomani della guerra e delle sanzioni, un calo a due cifre del PIL, da ultimo da parte della Banca Mondiale che ha parlato del -11%.