Vai al contenuto

La Cina si ribella alla chiusura: cosa succede

eShanghai e altri in Cina ribelli incarcerazione e la sfida a Pechino. A causa del piano di tolleranza Per porre fine al Covid, circa 193 milioni di persone sono rinchiuse in isolamento e il disordine è in aumento.

Quindi ci sono miglia di cittadini che si alzano per controllare il caos un’epidemia globale. Coloro che soffrono di altre malattie non sono necessariamente ricoverati in ospedale, mentre coloro che sono confinati a causa della loro speranza Covid se ne pente carenza di cibo: diventerà sempre più difficile ordinare online i prodotti alimentari, che si vendono in poche ore, con il rischio che molti non possano permetterseli.

io consegna è lento e con barriere per i camionisti, la consegna a domicilio è interrotta. È facile trovare video di cittadini che, a loro volta, accusano il governo: “Incita la gente comune a ribellarsi“. Questo è Minaccia Shanghaievidenza di malessere che, dopo due anni di piano di tolleranza è a rischio di mancata restituzione e installazione. Ecco cosa sta succedendo in Cina.

Cina, Shanghai si ribella alla chiusura: cosa succede

Notizie da in Cina. Giornali di propaganda come Tempi del mondorimproverare Gioco può ammorbidire”fiducia nella lotta al virus a Shanghai“Tuttavia, l’immagine della testimonianza dei cittadini della città, dove il Partito è nato 101 anni fa, è ben diversa. capitale della Cina, una grande città di 25 milioni di abitanti, ora chiusa dal 28 marzo e senza una data di scadenza, significa una protesta pubblica.

Adesso io infezione continua a salire. Dal 1 marzo sono circa 130 miglia condizioni favorevoli, solo ieri oltre 20mila nuovi casi. La maggior parte delle persone positive sono asintomatiche, ma di conseguenza politica di tolleranzatutti (asintomatici o sintomatici) dovrebbero essere isolati, quindi riferiti alle attuali fitte strutture.

Dopo lo sciopero, ora genitori e figli possono entrare insieme. Peggiore e ha causato lamentele e proteste sono state le voci che circolavano su decessi non denunciati nelle case di riposo. Inoltre, a causa dell’organizzazione caotica, sono molti i cittadini che non possono ordinare il cibo, che esce in breve tempo, consegnato da soli 11mila passeggeri, non abbastanza per soddisfare la maggior parte delle richieste.

La Cina si ribella alla chiusura: influenze politiche e rischio economico

Suono in stretto controllo di ePechinosi trasforma rapidamente in uno sfida politica.

Xi Jinping quindi affronta le proteste e le sfide politiche più difficili. A differenza di uiguri Xijang e Hong Kong, eShanghaiessere capitale del Paese ha un ruolo centrale. La sfida politica che con l’avvicinarsi del Congresso autunnale, che per la terza volta si assicurerà il leader, provoca lo sconvolgimento del Partito. Infatti, i primi capi sono già caduti per il licenziamento di tre ufficiali.

È impossibile ignorare i situazione economica: L’epidemia sembra aver paralizzato una delle città più ricche della Cina. l’isolamento L’opposizione di Shanghai è frustrata anche dagli economisti: se l’isolamento dovesse continuare per tutto aprile, la città potrebbe risentirne. 6% di perdita del PIL.

Xi Jinping si trova poi in un dilemma: due anni dopo ha ribadito che la strategia della solitudine del Paese era la migliore cura per il Covid, ma dopo due anni la Cina sembrava essere tornata alla normalità. Anche adesso le persone sono stanche.