Vai al contenuto

La rivitalizzazione delle foreste del Madagascar celebra i 20 anni di Gold Euro. Il CEO Nicola Laurenza parla della sua visione per il futuro e dice: “l’oro è verde”

“Oggi più che mai, guardare al futuro è una priorità per la nostra azienda”, ha affermato Nicola Laurenza, CEO di Gold at Euro: 20° anniversario del progetto di riforestazione del Madagascar e iniziative verdi.

200 alberi piantati con 63mila chilogrammi di CO2 stoccati. Sono felice di darvi i numeri di un progetto che mi sta molto a cuore e che racconta la mia attività meglio di altri numeri aziendali. “Raccontare la storia di un progetto in Madagascar e Freedom Nicola Laurenza, CEO di Oro in Euro, è specializzato nel trading di oro e metalli preziosinasce in Lombardia e oggi conta quasi 90 punti vendita a livello nazionale e non solo. L’Oro sull’Euro si trova a Carrara, con un’area di vendita in viale XX Settembre, 295/D e Firenze con due punti vendita.

La Foresta d’Oro: di cosa?

“La foresta, che abbiamo deciso di chiamarla Foresta d’orocon una buona reputazione e corrispondente alla nostra attività, si trova in Madagascar e realizzato Moringa, Neem, Gliricidia e piante di caffè. È stato possibile ottenerlo grazie a Freedom, una piattaforma di e-commerce che consente a persone o aziende di piantare alberi in diversi paesi del mondo. È un passaggio coinvolgente e stimolante in tutti i suoi aspetti, dalla scelta di un luogo nato nel ricordo di un viaggio in Madagascar, dove ho potuto constatare i danni causati dallo sfruttamento delle risorse, alla scelta di piante come Moringa, una tradizione popolare che la descrive come una pianta meravigliosa dalle proprietà curative e curative e la sua capacità di resistere a situazioni ostili”.

Capacità di resistere a situazioni ostili: un messaggio per le nuove generazioni e Gold per lo stesso Eurogruppo?

“La mia storia personale e così via Oro in Euro partire dalla stessa prospettiva e scelta coraggiosa: avviare un’impresa in un campo che allora non esisteva mai, per poi restare sul mercato contro 20 anni di grandi cambiamenti e di eventi difficili (basti pensare a due anni fa) alla comunità: la società: disastri e rinascita che ha segnato l’economia del Paese. Purtroppo l’attualità ci sfida e ci mostra la necessità di avere fiducia nel futuro perché questo è l’unico modo per costruire qualcosa (o semplicemente piantare un albero). Oggi la sfida per tutte le aziende e la nostra è guardare al futuro e comprendere appieno il significato della parola la sostenibilità, in tutte le sue accezioni: economica, sociale, ambientale. Per questo ho scelto di sostenere le misure di Libertà che perfettamente, simbolicamente e chiaramente, questo senso di stabilità, e la promozione della crescita forestale, ma soprattutto della società umana”.

In questo senso, la foresta e l’oro, l’attività principale dell’azienda, sono la stessa cosa?

L’oro è un materiale estremamente stabile: al di là del suo valore economico ed emotivo, l’oro è la cosa più importante, forse questo tema non è sempre considerato, basti pensare non è stato né creato né distrutto, ma si rinnova affinché possiamo avere una nuova vita. In Gold Euro, infatti, si parla di gioielli rinnovati. Il rinnovamento è una percezione comune del consumatore in altri ambiti come quello dell’hi-tech ma sembra lontano dal nostro settore: invece è possibile ripristinare vecchi valori, ridare loro nuova vita, bellezza e valore, perché lo possano riporre mercato, a un prezzo ragionevole. Essere in grado di iniziare con gli articoli pre-preparati consente chiaramente di mantenere alcune fasi di produzione comuni, prevenendo sprechi di energia e processi produttivi. Un’idea semplice che porta effettivamente stabilità all’industria della gioielleria in risposta a un sentimento fortunatamente diffuso. Una visione a cui l’anno scorso abbiamo dedicato il Day of Valuable Day, anche un evento pubblico, per la scoperta del riciclo nel settore orafo. L’obiettivo è veicolare il messaggio di quanto sia importante riciclare, in tutti i suoi aspetti: un impegno tangibile per indirizzare i consumatori verso acquisti più consapevoli, che possano tutelare la filiera del prodotto e alimentare l’economia circolare”.

La scelta morale è quindi Oro nell’Euro, ma non solo: “bisogna piantare alberi affidabili”

“Nuove informazioni, non nuove scelte. Oro in Euro ha sempre puntato sulla cura dei propri dipendenti e sull’ampliamento del proprio posto di lavoro e ha sempre puntato sulla stabilità. Può costringerci a fare le cose senza enfasi. È necessario piantare alberi di fiducia, costruire e diffondere buone azioni con l’obiettivo di farli crescere più grandi, come nella giungla del Madagascar. La nostra azienda sta crescendo e allo stesso tempo cresce la responsabilità nei confronti della nostra comunità e delle persone che faranno parte del nostro progetto, del personale e dei clienti. Un esempio di questo lavoro è Il Trofeo d’Oro del ciclismo europeo, divenuto ormai una buona tradizione, è organizzato grazie allo zelo e alla collaborazione di Fabio Argentin., titolare del nostro negozio in franchising Carrara. Dico sempre delle persone che compongono la nostra azienda: un impegno per la stabilità è pensato apposta per loro. A distanza di vent’anni, non c’è equilibrio né uno sguardo al passato, ma la voglia di provare sempre nuove strade. Con lo stesso interesse di prima, oggi non solo per me ma anche per un grande gruppo. “