Vai al contenuto

La rivoluzione Android si chiama Niagara: queste sono le interfacce del futuro

Il mondo delle telecomunicazioni sembra essere un romanzo di fantascienza. Flessibile, pulito, colorato. Ognuno è diverso. È un mondo di sviluppatori software, moduli che permettono di personalizzare al top l’interfaccia dei telefoni Android, saltando Google e produttori come Samsung e Huawei.

Dopo la tasca della rivoluzione estetica del 21° secolo c’è Un tedesco di 21 anni, Peter Huberche sta studiando per la sua laurea in Informatica e ci ha detto che “grazie al supporto speciale della mia comunità posso pagare un piccolo team per lavorare con me e spero di trasformare questo hobby nella mia carriera a tempo pieno e rimanere indipendente”. .

Divertimento si chiama Niagara, così come le cascate. È un lanciatore Android, che è un’app che ti consente di cambiare l’aspetto dell’interfaccia, di organizzare l’interfaccia (il modo in cui funziona l’interfaccia di Android) in un modo completamente diverso. Se usato insieme ad un altro Software software per smartphone chiamato Klpwti consente di apportare modifiche reali, trasformando un tipico telefono Android in un fantascienza e uno moderno.

Prove tecniche

Pixel 6 e Pixel 6 Pro, come e come nascono i nuovi smartphone di Google

di Emanuele Capone, Bruno Ruffilli



Android ha molti vantaggi, ma uno è più importante dell’altro: la personalizzazione. Utenti del sistema operativo Google, a differenza di chi usa gli iPhone di Apple, può cambiare l’intera interfaccia e funzionalità del telefono. Finora è stato un diritto degli sviluppatori, che hanno sviluppato le proprie interfacce (ovvero i loro starter) come diverse rispetto alla concorrenza perché, alla fine, utilizzano tutti lo stesso sistema operativo ed è difficile differenziarsi. Pietro è venuto.

“Ho iniziato questo progetto nel 2016 – ci ha raccontato – perché ero scontento che le chiamate fossero aumentate, ma la mia schermata iniziale è rimasta la stessa. Raggiungere le mie app non era più divertente”. La prima nascita di Niagara ha cambiato radicalmente il modo in cui è stato realizzato lo smartphone: il retro dell’app invece, flessibile. Più che amati, però, sono sempre una testimonianza scorri verso destra con il dito fuori tutti gli altri, in ordine alfabetico. Quindi il telefono può essere utilizzato con una mano, la schermata iniziale è pulita, le notifiche vengono immediatamente rilevate e il launcher è molto luminoso, il che significa che fanno subito telefoni vecchi o deboli: “La tradizionale schermata iniziale – raccontaci. smartphone, invece , continuano a crescere, ma non le nostre dita. Il Niagara Launcher è più piccolo e rende tutto accessibile con una mano, il che ci permette di concentrarci sulle cose importanti quando si usa il telefono”.

Poi la rete ha scoperto un’altra cosa: il piccolo sistema Niagara libera spazio e questo permette di essere creativi. Ottimo design. E mandrie di bambini piccoli hanno iniziato da sole preparare l’esperienza in modo perfetto. Prima con uno sfondo di colore crescente progettato per creare un effetto completamente diverso, quindi un’interfaccia. Poi sono arrivati ​​i widget, Peter ha ascoltato la community e ha reso Niagara ancora più flessibile aggiungendo una configurazione pianificata. È diventato il più popolare tra lanciatori indipendenti come Nova, Total e (insieme) Programma di avvio indipendente di Microsoft. Niagara è gratuito, ma esiste una versione a pagamento (simile a Klpw) che sblocca le funzionalità principali.

“Con l’aiuto della community di Niagara Launcher – ci ha raccontato ancora Peter – ho potuto assumere Max, un amico conosciuto all’università, come co-sviluppatore e ho fondato un piccolo studio indipendente”. La parte più interessante, tuttavia, è la community. Diviso in canale ufficiale su Telegram e Reddit, generare idee, esempi, modelli. Condividiamo le migliori immagini, layout, set speciali di icone per rendere il tuo telefono un mese. Aiuta coloro che sono appena agli inizi e stanno scoprendo cose nuove.

Elettronica

Epidemie, guerre, carenza di chip: mentre cresce il mercato dei gadget elettronici

di Bruno Ruffilli



È un grande laboratorio sociale per ripensare alla bellezza e alla funzione (cioè il design) il dispositivo elettronico più diffuso sul pianeta. Gli smartphone sono nelle tasche dell’84% della popolazione mondialee dopo anni di avvio di un’attività difficile scambiando esperienze vanilla (ovvero il launcher di base di Google), è giunto il momento per coloro che la pensano in modo diverso e adattano il design e l’ergonomia dell’interfaccia del telefono a loro piacimento. Per Niagara lo è come se fosse nata la versione digitale di Ikea: Finora le case degli smartphone vendute sono state fornite dai produttori, ora possiamo finalmente scegliere cosa mettere in tasca e non abbiamo più grandi nomi della tecnologia.

Piani per nel futuro? Peter non voleva farsi prendere dal vortice, ma non perché volesse mantenere segreti commerciali. Ha un modello di sviluppo agile, preferisce ascoltare gli utenti e arricchisce la sua creatura con piccole cose rilasciate in breve tempo. Vai dove lo porta la comunità. Il suo è un piccolo studio autonomo cambiando il modo in cui milioni di persone usano i loro telefoni e che i percorsi industriali delle grandi aziende tecnologiche nella progettazione di un’interfaccia di avvio standard cambieranno presto.