Vai al contenuto

La scuola, semaforo verde in più per 45mila dipendenti Covid entro fine anno: l’organo di governo ha stanziato altri 200 milioni.

l’Covid organico potrà continuare ad operare fino alla fine dell’anno. Per fare luce sulla proposta del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi è stato il Consiglio dei Ministri giovedì 17 marzo, con uno stanziamento aggiuntivo duecento milioni rispetto ai quattrocento già previsti Legge di bilancio. Più di 45mila dipendenti tra insegnanti e Ata, sono in grado di respirare in modo che i presidi siano in grado di far fronte a questo problema.un’epidemia di emergenza grazie allo staff. Le storie del contratto Covid erano quattro processo tortuoso.

Dall’ex ministro è nata l’idea di avere un team di coordinatori scolastici, docenti, professori e personale amministrativo aggiuntivo per gestire più classi, sorprese e quant’altro. Lucia Azzolina nei primi mesi della crisi sanitaria. Quando Bianchi è arrivato a Roma il 13 febbraio 2021, si è ritrovato con la partita finita. L’estate scorsa, anche se per l’ultima volta, il nuovo datore di lavoro di viale Trastevere conferma questa opportunità ma fissa una scadenza per i contratti a fine anno.

Per i insegnanti Interessante ma il primo passo per tornare al lavoro e per una buona gestione riprendere gli studi. Tempo in pochi mesi e sindacati vogliono sapere cosa accadrà a queste persone alla fine dell’anno. Come vacanze di Natale tremano i cosiddetti dipendenti Covid. Tre giorni dopo la scadenza, il 28 dicembre, l’Ufficio del Ministro può ottenere una convenzione con il Dipartimento dell’Economia e delle Finanze per prorogare i contratti almeno fino alla scadenza. uno stato di emergenza: 31 marzo.

Il passaggio finale è arrivato con l’estensione fino a alla fine del corso. La vittoria di Bianchi: “Mi sono battuto per questo principio che permette alle scuole di contare sul supporto di questo personale amministrativo.fuori dalla fase emergenziale”.

La quota che ottiene l’approvazione della maggioranza è totale. “Dati sull’aumento dei contagi negli ultimi giorni – riferiscono i deputati del Movimento 5Stelle in. Commissione culturale – confermare l’obbligo assoluto che le scuole continuino a utilizzare questi numeri, che si riveleranno molto importanti per l’arrivo di tanti ragazzi e ragazze da.Ucraina. Nel caso dei dipendenti Covid, restiamo vigili e sollecitiamo più volte il Governo a fornire le risorse necessarie: determinazione a pagare”.

Sono soddisfatto anche io dirigenti scolastici. Un numero lo èAssociazione nazionale dei presidiAntonello Giannelli spiega: “La notizia ha un impatto formidabile bisogni reali scuole, soprattutto quelle del primo turno. Questi ultimi, infatti, si affidano maggiormente al personale Covid servizi di certificazione È importante – pensare in modo critico – e l’operato dei loro segretari. La fine di uno stato di emergenza potrebbe non eliminare la necessità di attuazione misure di sicurezza domanda ad oggi e connesse esigenze delle scuole”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre guerre, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa due cose: permetterci di continuare a pubblicare un quotidiano online ricco di notizie e approfondimenti, gratuitamente per tutti. Ma anche essere parte attiva della società e partecipare personalmente alla corsa con le battaglie in cui crediamo è pensiero, testimonianza e partecipazione. Il tuo contributo è prezioso. Supporta ora

Grazie,
Pietro Gomez

Supporta ora

I pagamenti sono disponibili