Vai al contenuto

Le funzioni didattiche di AcegasApsAmga tornano ad esistere

Tornano le attività didattiche di AcegasApsAmga che portano in aula la sostenibilità ambientale. Sono iniziate infatti oggi a Gorizia le attività de La Grande Macchina del Mondo e del pozzo della scienza, programmi educativi gratuiti del Gruppo Hera e promossi da AcegasApsAmga, dedicati alle scuole di ogni ordine e grado nei luoghi di culto.
La prima scuola in cui si sono svolte le attività de La Grande Macchina del Mondo è stata la scuola elementare Galilea, dove due classi che erano entrate in Grafite hanno lasciato il segno! stabilità.
Questi due progetti, giunti rispettivamente alla 7a e 8a edizione, dopo essere stati completamente rivisti e adattati alle esigenze di docenti, studenti e famiglie, possono ricominciare a rivitalizzare le aule. AcegasApsAmga continua a lavorare a stretto contatto con le scuole, con le cooperative La Lumaca e Atlantide, che curano il progetto, e l’Area Marina Protetta del WWF, che sta proseguendo le attività nella regione.

Più di 7000 studenti parteciperanno a due attività progettuali nella regione AcegasApsAmga, un numero che mostra grande interesse per i due progetti. Di questi, oltre 360 ​​sono studenti goriziani, provenienti da 19 classi di 8 scuole tra infanzia, primaria e secondaria di I e II grado.

Macchina in tutto il mondo
La Grande Macchina del Mondo, dedicata alle scuole materne e superiori, giunge quest’anno alla sua 7a edizione. L’edizione di quest’anno contiene due notizie importanti, due laboratori specializzati: Street Primary e Population Science per una scuola superiore di grado 1.
La strada, che è personale e a distanza, e offerta nelle classi 3, 4 e 5, è composta da molte opportunità di lavoro: il corso si propone di introdurre i bambini a forme chiare e ispiratrici moderne legate alla street art pubblica, e’ mira a fornire caratteristiche utili per diventare studenti.’ da cittadini consapevoli, in grado di diffondere messaggi legati alla stabilità.
In Population Science, invece, gli studenti parteciperanno attivamente a progetti di ricerca scientifica, promossi da organizzazioni ambientaliste, per valutare i problemi di qualità dell’acqua. Attraverso la raccolta di dati visivi, ragazzi e ragazze saranno portati a pensare e suggerire passi pratici, passi per migliorare l’ambiente e sensibilizzare le proprie famiglie e compagni di classe.

Fontana della scienza
Nell’8° edizione di Well Science, gli studenti di Gorizia del II liceo avranno un programma davvero ricco grazie a numerosi incontri con esperti, scienziati, innovatori e coordinatori scientifici, ma anche attività di gruppo e visite visive. Tutto questo grazie alla collaborazione tra le corporazioni Atlantide, La Lumaca e l’Antarctic Institute e il Trance Science Institute.
Gli studenti saranno esposti a una varietà di realtà del mondo dell’innovazione, della scienza e della scienza, locali o nazionali ma anche internazionali, per vedere in prima persona come possiamo lavorare e iniziare con gli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite Ci saranno workshop, interviste , discussioni con colleghi e sponsor internazionali di scienziati, tra cui il meteorologo Luca Mercalli, Mariasole Bianco, l’ecologismo marino e filosofo ed evoluzionista Telmo Pievani.
Maggio, invece, sarà un momento di evento e di comunicazione con il centro di ricerca Antartide, dove gli scienziati parleranno della vita in situazioni difficili e delle ultime scoperte legate ai cambiamenti climatici.

Portale web per insegnanti e famiglie
Data l’importanza di coinvolgere attivamente adulti e bambini nelle questioni ambientali, anche le raccomandazioni formulate per insegnanti e famiglie sono state ulteriormente migliorate quest’anno.
Il portale web per docenti e famiglie comprende sia argomenti fruibili per letture di approfondimento in aula per seminari docenti, fino a contenuti family friendly.
Borse multimediali sono a disposizione dei docenti nella sezione risorse Hera per approfondimenti in aula su tematiche ambientali e webinar di formazione sui temi dell’Agenda ONU 2030.
Per le famiglie, invece, quiz e giochi di relax da provare in casa con i bambini, video con ricette anti-spreco e podcast audio sui temi legati alla conservazione ambientale.