Vai al contenuto

Le regioni sono unite per utilizzare meglio le risorse

“Oggi abbiamo un appuntamento importante, osiamo orgogliosi di avere con noi presidenti di commissione affrontare le relazioni tra le Regioni e la Commissione Europea. Innanzitutto, la Calabria è la prima Regione italiana ad aver presentato il proprio documento processo per la Commissione Europea: era mio impegno che, insieme al Direttore Generale del Dipartimento, avrei portato con me i capi delle Direzioni competenti all’ultima Commissione Ue il 30 novembre e ne siamo stati onorati. Anche in questo caso ha detto la verità».

Egli ha detto Roberto Occhiutopresidente di Regione Calabriainformare i il lavoro di Coordinamento dei presidenti delle Commissioni della Commissione Europea delle Legislature Regionali e Provincia Autonoma riuniti, questo pomeriggio, presso la sede di Sede regionale a Catanzaro.

Eraun evento importante per discutere l’analisi iniziative già in corso e quelle previste dal Coordinamento per il futuro dell’Europae confrontare le attività dei Consigli Regionali in merito al Piano Nazionale di Rilancio e al Piano di Rilancio e al nuovo programma europeo.

Così, il Presidente del Bilancio e della Commissione Politica Europea del Consiglio Regionale della Calabria, Antonio Montoroparlato di “un’occasione molto utile fare il punto della situazione sia nel programma europeo che in avanti Pnrr soldi. È importante anche instaurare una cooperazione e una cooperazione con altre Regioni, per essere più severi nel controllare nel miglior modo possibile le grandi armi che arriveranno dall’Europa. La sfida più importante per la nostra Regione che non possiamo raggiungere. Questo – ha evidenziato – è un il giorno più importante della Calabriaper la prima volta ad integrarsi nella Cittadella Regionale Coordinamento per tutte le Commissioni Politiche Europee per i Consigli Regionali”.

La riunione è stata presieduta da Piero Mauro Zaninpresidente del Consiglio del Friuli Venezia Giulia e delegato al coordinamento del diritto europeo alla Conferenza legislativa regionale.

Per quanto riguarda il senatore e membro della Commissione politica dell’UE Palazzo Madama, Gianmarco Corbetta.

“IO scopo di Allineamento – spiegò Zanin – e reti nell’uso delle risorse NPR per il ripresa economica calabrese perché, come ha detto il presidente Occhiuto, è un’Area che ha bisogno di essere monitorata da vicino dal governo. L’infrastruttura di rete è fondamentale per riavviare l’economia e riunire le regioni più svantaggiate. Lo scopo del Coordinamento è quello di raccogliere le sinergie, le esperienze, i eredità comune tra consigli e consigli localinel mezzo Comuni e Associazioni Locali, nell’applicazione Pnrr, da importare via coerentemente nel governo nazionale e in parlamento“.

Zanin ha quindi sviluppato una visione per un quadro normativo spesa per PNR ed è stato introdotto per l’attenzione di allineamento Dossier per progetti avanzati all’interno del piano di lavoro 2022 della Commissione Europea approvato dai partecipanti e sarà sottoposto al senatore Corbetta.

io il senatore Corbetta Egli ha detto “l’importanza di continuare, come in passato, il marketing hanno avuto un fruttuoso dibattito tra i parlamentio, commissioni parlamentari, governo locale e il pieno ruolo del legislatore tra di loro. Ha detto – si spera che ci sia uno stretto divario tra le prestazioni del governo locale e del parlamento.”.

All’incontro hanno partecipato anche il vicepresidente della Regione Siciliana e il coordinatore della Commissione Europea per gli Affari Regionali, Gaetano Armao, che ha evidenziato l’importanza del ruolo delle Regioni nella programmazione e l’importanza degli interventi di sviluppo e integrazione regionale. “io Il problema – ha detto – era che non c’era confronto una programmazione approfondita per capire quali sono le massime priorità nelle regioni. Questo non era il caso. Pertanto, per implementare il PNR è necessaria la codifica a livello di programma. Deve essere fatto con urgenza Va bene”.

Il Presidente del Bilancio e la Commissione Politica Europea del Consiglio Regionale della Lombardia si sono rivolti anche, Giulio Gallera, presidente della Commissione Politica Europea del Consiglio Regionale della Toscana, Francesco GazzettiCapo del Dipartimento Affari Istituzionali ed Europa, Conferenza dei Presidenti dell’Assemblea Legislativa e delle Province Indipendenti, Costanza Gaeta.

Tutti hanno sottolineato l’importanza di ridurre il divario tra le Regioni, consentendo loro di pianificare la formazione specialistica per la realizzazione di progetti chiave di ripresa economica.

io Presidente Occhiutonel concludere il lavoro di coordinamento, dopo aver ringraziato tutti per il contributo, ha espresso speranza”.con quello il governo rende più facilmente disponibili le strutture parlamentari per fare questo lavoro: penso per esempio Deposito Cassa in Prestiti, United Coalition Agency. Perché altrimenti – ha concluso – l’assunzione con il PNRR rischia di essere giustamente bocciato per mancanza di autorità regolamentare”.