Vai al contenuto

LIVE PN-Draghi: “Fatti davvero importanti per aiutare cittadini e imprese a mantenere l’inflazione energetica”

Continua la conferenza stampa del presidente Draghi con i ministri dell’Economia Franco e Transizione ecologica Cingolani e il sottosegretario Garofoli, per mettere in luce le nuove misure per combattere il costo del potere e le conseguenze economiche della crisi in Ucraina, approvate dal Consiglio dei ministri. 68. Ecco cosa ha raccolto Politicanews.it:


Il Presidente del Consiglio de Il Draghi: “La misura in cui abbiamo discusso in Consiglio dei ministri ha ricevuto un sostegno reciproco. Oggi abbiamo effettivamente compiuto passi importanti e questi sono guidati dalla necessità di rispondere alle conseguenze nel nostro paese dilaniato dalla guerra, l’Ucraina. Stiamo intervenendo per aiutare i cittadini e imprese. Stiamo anche migliorando altre protezioni per proteggere il nostro sistema imprenditoriale e rafforzare il nostro sistema di accoglienza per controllare il numero crescente di rifugiati ucraini ogni giorno e prevediamo che aumenteranno in modo significativo nelle prossime settimane. 6 mesi fa A differenza della maggior parte delle misure precedenti, la maggior parte degli interventi odierni non sono finanziati dal bilancio pubblico, ma dalle imprese del settore energetico. di reddito insolito generato dai produttori aumentando il costo delle materie prime. E stiamo distribuendo questi soldi alle imprese e alle famiglie in gravi difficoltà. Voglio sottolineare solo alcune delle novità fondamentali: entro fine aprile il prezzo della pompa benzina e gasolio sarà ridotto di 25 centesimi al litro. Stiamo aumentando il numero delle famiglie protette da un aumento del debito da 4 a 5,2 milioni e che pagheranno l’elettricità come l’estate scorsa. Abbiamo aumentato il tetto dell’Isee da 8.000 a 12.000 euro, includendo così 1 milione e 200mila famiglie rispetto alla precedente disposizione. Consentiamo il pagamento rateale dei debiti fino a 2 anni. Aumentiamo crediti d’imposta sui costi dell’energia e del gas per sostenere le aziende dell’energia e del gas e ne stabiliamo di nuovi per tutte le aziende che utilizzano elettricità e gas. Stiamo facendo soldi per aiutare il settore dei trasporti su strada, l’agricoltura e la pesca. Stiamo esaminando il ridimensionamento delle aziende in difficoltà. Aggiorniamo lo strumento Gold Power. Stiamo rafforzando il potere di Arera e Gurantor per i test di valore, in modo che conoscano i dettagli degli accordi di fornitura dei fornitori, cosa davvero difficile da valutare, per sapere quale entità potrebbero avere. E la capacità di impostare un fenomeno immaginario. Estendiamo la garanzia di Sace all’Ilva, consentendo all’azienda di aumentare la produzione e sopperire alla carenza di acciaio del Paese. Per questi ultimi due passaggi voglio ringraziare in modo particolare il Ministro Giorgetti. Nelle prossime settimane intendiamo compiere nuovi passi per migliorare la capacità dell’Ilva di produrre acciaio. L’inflazione che stiamo vedendo in Europa rispetto agli Stati Uniti è dovuta alla situazione dei prezzi dell’energia. Risolvere questo problema è complesso, richiede prima la fine di tutta la guerra in Ucraina e una migliore separazione delle risorse, cosa che abbiamo già iniziato a fare in dieci-quindici giorni, soprattutto con il ministro Di Maio. “.


ANALISI