Vai al contenuto

Lotta digitale all’evasione fiscale-ItaliaOggi.it

Falso spionaggio contro la legge sull’evasione fiscale La politica monetaria elaborata dal Dipartimento dell’Economia per far fronte alle forze politiche democratiche pone nuove basi per l’evasione anti-fiscale. E non solo. Confermate tutte le novità della prevista mediazione da parte di ItaliaOggi (vedi ItaliaOggi del 23/3/22): compensazione finanziaria, flat tax e imposta sul risparmio, addio alla cooperazione Irap e rinnovo delle sanzioni tributarie. Infine, è stata valutata l’addizionale sulla base dell’alloggio in unica soluzione, che spetta al Comune per mancanza di ulteriori entrate. Ecco il cambiamento che da domani sera è chiamata a vigilare la commissione finanze.

Con l’IA (Intelligenza Artificiale) riparte la lotta all’evasione fiscale. La legislazione si è arricchita di una politica che delinea come dovrebbe essere adottata la strategia anti-tasse del governo. L’obiettivo è ridurre la sicurezza sfruttando appieno i dati che entrano nel sistema informativo dell’anagrafe tributaria; migliore analisi del rischio; l’uso della tecnologia digitale e di soluzioni intelligenti, senza compromettere la protezione dei dati personali ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio; nonché il rafforzamento della gestione cooperativa degli adempimenti di cui al Regolamento 5 agosto 2015, n. 128. Si cerca quindi di ottenere una maggiore discussione sulle banche dati della PA attingendo alla quantità di informazioni diffuse in maniera non strutturata, l’approccio alla gestione finanziaria sarebbe quello di analizzare il rischio utilizzando strumenti come l’intelligenza artificiale. La legge sul mandato cerca di fornire garanzie: tutto dovrà andare secondo standard privati.

Riprogettazione della sanzione e della clausola di sicurezza. Nel testo che va alle urne, con l’impegno è inserita una clausola di tutela, non solo per il rinnovo a costo zero, ma anche per modifiche non necessarie che comportino un aumento della pressione fiscale rispetto a quella derivante dalla domanda. della legge vigente. Per quanto riguarda il capitolo sanzioni, l’obiettivo è di razionalizzare il sistema esistente. Il coordinamento delle sanzioni amministrative è previsto, ne assicura celerità e coordinamento rispetto alla gravità dei reati commessi, con particolare riferimento ai reati formali o formali che devono passare al cenacolo.

Forfait, addizionale su base residenziale. Una delle novità (vedi ItaliaOggi 24/3/22), oltre a mantenere la gestione forfettaria e prevedere una tassa di uscita al di sopra delle condizioni dei buoni cittadini. L’ordinamento delegato invia ulteriori locali in soffitta per fornire una forma di mancato ricevimento degli incassi, informando la polizza che è stata fissata la quota di compartecipazione alle entrate derivanti dalla domanda di imposta sostitutiva per le amministrazioni minori. comuni e territori sulla base di accomodamenti dei contribuenti garantendo la neutralità finanziaria tra le diverse sfere di governo interessate.

Risposte. La situazione non era chiara alla commissione la notte prima del voto. Ci sono ancora punti di distanza e Lega e FI non sono riuscite a ripetere la loro contrarietà alla riforma agraria, punto di mediazione inconfondibile. »Se sarà confermata l’approvazione di altre proposte della Lega, quali: 1) miniflat Tassa 65.000 e slide 2) pagamento rateale e anticipate e detrazioni fiscali 3) cessazione dei rapporti IRAP con le imprese collegate, lo faremo. Hanno compiuto ulteriori passi “avverte Alberto Gusmeroli, vicepresidente della VI commissione finanza di sala”, sussistono ancora ostacoli legati al catasto e all’aumento degli affitti delle case, un doppio sistema e un possibile aumento delle tasse sui titoli di Stato. e l’affitto di alloggi e la richiesta di parere vincolante del Parlamento sul mandato” nota Gusmeroli in cui Frgommer, pd afferma indirettamente: ammettere tutto in commissione e poi andare in Vietnam in aula», avverte il capogruppo Pd in ​​commissione Gian Mario Fragomeli.

Il testo del documento è www.italiaoggi.it/documenti-italiaoggi