Vai al contenuto

“L’unica persona che posso cambiare…

di Marianna Grazi

Chi ha detto che una donna è descritta da un uomo accanto a lei? Che si tratti di padre, coniuge, marito, capo ed ex. Licenziamento una tantum: la donna si descrive come tale e non come figlia, compagna, moglie di. Non basato sul rapporto. Perché questi, prima o poi, passano; la sua personalità, il suo carattere, i suoi punti di forza, di debolezza, i suoi talenti, le sue capacità, il suo valore rimangono.
Sono una donna molto fortunata. Ma come si dice anche io sei fortunato nel gioco ma sei fortunato in amore”. Inizia così il monologo di Bianca Baltiospite del programma Lupi mercoledì 13 aprile. Vestire ze una top model lodigiana che da anni si trasferisce a Los Angeles, i suoi capelli sono raccolti e il suo sorriso resta fedele nonostante tutto, successo e delusione compresi.

Bianca Balti: una fashion star oltre le tenebre dell’amore illecito

Bianca Balti, 38 anni, è una top model italiana, madre e imprenditore

Ha viaggiato per le tendenze della moda più importanti del mondo, essendo una donna con i simboli più importanti – su tutti Dolce e Gabbana -, madre di Matilde (14 anni) e Mia (6 anni), dea madre. il marchio immobiliare, si occupa di welfare sia nel campo della violenza sulle donne che, dal 2015, con l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR). Bianca Balti è tutto questo ma è anche di più. A livello di programma italiano1, la top model è andata in senso figurato, parlando di un aspetto più privato della sua vita, al di là della luce, che potrebbe lasciare note profonde. La 38enne ha parlato di un messaggio molto importante per le donne sull’importanza di rispondere a un amore inattivo, a una relazione tossica, a partire dalle sue esperienze personali e dalle sue precedenti “cattive relazioni”.

In amore vince chi sa parlare abbastanza

Bianca-Matilde-Mia

Bianca Balti con le figlie Matilde (14) e Mia (6)

Dopo che si disse sei fortunato nel gioco ma sfortunato in amore Ha aggiunto: “Purtroppo, quando ho 38 anni Ho due divorzi alle spalle“Il primo nel 2010 è stato il fotografo Christian Lucidi, che si è sposato nel 2006 e ha avuto la prima figlia l’anno successivo; il secondo all’inizio del 2018, a soli cinque mesi dal matrimonio, Matthew McRae, il padre del secondo figlio di Mia. Ma anche poi le cose non gli andarono bene. Bianca Balti: “Il primo ragazzo che ho bevuto a 13 anni, quando gli ho detto che non volevo più fare niente, ha risposto che non voleva stare con me. Più tardi, il il ragazzo mi ha tradito ripetutamente; mi ha chiamato puttana perché ha detto che ero geloso del cameriere se prendi il mio ordine “, ha detto.

E infineultima relazione (“fatto di materiali tossici“Disclosure in una recente intervista) con il manager Sal Lahoud, che ha divorziato da lui all’inizio dell’anno scorso: “L’ultimo uomo con cui ero mi ha detto che nessuno mi amava, e le mie figlie lo facevano perché io ero sua madre e lui in realtà era più vecchio che avrebbe mai potuto essere. Insomma, ho incontrato l’assassinio della mia amata”, ha detto. L’uomo non poteva sopportarlo il suo desiderio di avere un altro figlioAl contrario, cambiava le terre dell’amore e dello zelo completi e lì le fasi dell’opposizione, descriveva il modello e le diceva: “Se ti comporti così, non ti farò figlio con te”, ricordando sempre sua. quanto amore è stato messo nella situazione.

iene balti bianche

L’ospite di Bianca Balti a Le Iene parla del suo amore incondizionato e della sua capacità di parlare abbastanza

“Ma voglio raccontarvi una delle cose più belle che mi siano capitate – prosegue dal livello Mediaset -. Mi sono reso conto di essere coinvolto anche io in questo cambiamento, perché fare la vittima non vincerà mai. Ho sempre scelto uomini emotivamente incapaci, a cui non piacevo, e sono rimasto con loro. Ho scoperto e accettato che non puoi cambiare le altre persone e che l’unica persona che posso cambiare è me stesso. Sono venuto a lavorare e voglio condividere con voi questa gioia per ricordarvi che, a volte, tutti dolci vogliamo in una relazione è il coraggio di parlare abbastanza“.