Vai al contenuto

Marcianisano Donato Farro porta a Casalecchio di Reno (Bologna) il suo Museo della Donazione della Canapa | Procope Caffè | Agricoltura – Arte e Cultura

“Fino agli anni Ottanta nelle case degli italiani c’erano molti prodotti a base di canapa, quindi i politici credevano che fosse una droga, ma per 700 anni è stata centrale per l’economia del Paese e ha fornito benessere alle persone”. Donato Farro, 68 anni, è curatore di un museo itinerante della canapa, in mostra di recente all’ottava edizione della ‘Fiera Indica Sativa’ a Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna. Da oggi fino al 10 aprile Unipol Arena ospita 200 marchi tra aziende, settore medicale e alimentare abbinato alla canapa. Sono presenti seed bank americane, olandesi e spagnole, insieme a importanti marchi italiani e internazionali del settore. Borse, lenzuola, tende sono in esposizione al bancone del Farro, ma ci sono anche pantaloni del 1840 e un ombrello di canapa con cera di oltre 70 anni. Farro è di Marcianise, in provincia di Caserta, e ha ottenuto questo lavoro dai genitori: ne parla con orgoglio mentre tocca e spiega i tessuti. “È una fibra resiliente utilizzata sulle cime delle navi di tutto il mondo – sottolinea – poi è molto flessibile e si può mischiare al lino, per renderlo più bello, alla lana per renderlo più morbido e alla seta., per renderlo più glamour “. Dietro ci sono gli strumenti che venivano usati nel ciclo agricolo. Il lagni, in cui la canapa cruda veniva messa a bagno per otto giorni fino al bianco, veniva poi battuto con la ‘maciulla’, nella quale cadevano i ‘cannuvoli’, utili nella produzione, tra l’altro, della carta e dello sport. “‘

Giunta alla sua ottava edizione, IndicaSativa è la prima rassegna italiana dedicato al mondo della Canapa in tutte le sue mille sfaccettature. Il catalogo della mostra che raccoglie i più importanti produttori in Europa e nel mondo, l’elevata uscita di piloti professionisti, il grande successo e la continua crescita di pubblico, la ricchezza di eventi ne fanno la fiera più importante d’Italia. L’evento, che arriva dopo due lunghi anni di pausa imposta dalle restrizioni antiepidemiche, si preannuncia come il più “ricco” di scambi commerciali e feste correlate. Inoltre, oltre al rigoroso commercio, la manifestazione ha sviluppato negli anni un percorso formativo e formativo pensato per la società per eccellenza ma incentrato sul mondo tecnologico (medici, farmacisti, allevatori, imprenditori) e ospiti illustri da tutto il mondo. in tutto il mondo in politica, scienza e affari. Quest’anno il programma pilota sarà intensificato in tutti i settori. Molte sono anche le console di gioco dedicate agli analfabeti, come corsi di cucina sulla canapa, eventi di musica e intrattenimento ma anche sessioni informative dedicate a chi vuole avere opportunità di business e di lavoro legate a questo settore di successo. Appuntamenti, quindi, a tutti coloro che sono interessati e interessati a scoprire l’universo che si cela dietro un mondo dai mille canapi, l’8, 9 e 10 aprile all’Arena Unipo di Casalecchio di Reno.

Ricevi notizie su Procope caffè su WhatsApp
Aggiungi 3887333719 alla tua rubrica Invia un messaggio per Nome e Cognome.
Chiudi con un messaggio WhatsApp: DISATTIVARE

Ti è piaciuta la notizia? cofa e segui Caffè Procope su Facebook