Vai al contenuto

“Mariupol non c’è più”. 150 bambini vengono rapiti dai genitori

Mariupol è stato chiuso dall’esercito di Mosca. E si dice che 150 bambini siano stati portati dalle loro famiglie in Russia. Cinque bambini sono stati uccisi in una trappola esplosiva a Sumy, un adolescente è stato ucciso mentre aspettava il pane a Kherson. Zelensky non si ferma al Donbass e dice: “Il ritardo delle armi è una chiara indicazione che la Russia ci sta uccidendo”. E Mosca lo ha fatto sapere: “Se non lo completiamo crollerà anche l’Europa”

I russi hanno chiuso Mariupol, dove puoi viaggiare con abbonamenti speciali. E si dice che 150 bambini siano stati sottratti ai genitori per essere trasferiti a Mosca. Ma la guerra racconta di un’altra tragedia che ha colpito questi piccoli: cinque bambini sono rimasti uccisi da un’esplosione, e un altro adolescente è rimasto ucciso mentre afferrava un pezzo di pane. Zelensky non si ferma al Donbass e chiede nuove attrezzature. E mentre l’Ue ritiene che l’instabilità di Mosca sia solo questione di tempo, la risposta arriva dal Cremlino: “Se succede, l’Europa ci seguirà”. foto | video

Vladimir Putin, due ragazze approvate dagli Usa Maria e Katerina: “Nascondono le cose del padre” – guardia

BLOCCAGGIO RARIUPOL – Petro Andriushchenko, consigliere del sindaco di Mariupol, racconta come i russi hanno chiuso la città all’uscita, distribuendo all’interno i passaporti. E da Mariupol arriva la denuncia di Olha Skrypnyk, capo del gruppo per i diritti umani della Crimea, sull’alto numero di bambini rapiti, in cui sono stati ricoverati 100 ospedali: “L’esercito russo ha preso con la forza 150 bambini Mariupol e li ha trasferiti a Donetsk, dove hanno dal vivo. E la leadership russa di Taganrog”. Volodymyr Baranyuk, comandante della 36a brigata di fanteria marina delle forze armate ucraine, è stato trovato morto in città, e il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba, in un’intervista alla CBS, ha riconosciuto: Le forze rimanenti, spiega, “continuano a combattere ma nel modo in cui si comportano le forze di Mosca sembrano voler distruggere la città ad ogni costo”.

Iryna Vereschuk, vice primo ministro ucraino e una soldatessa: ecco la storia di uno dei segni dell’opposizione – guardia

Storie di GUERRA – E la cattiva notizia arriva dall’inferno ucraino. Come quella della 19enne Anna-Sofia Puzanova, che ha chiesto il rilascio della madre, l’infermiera Yuliia Paievska, 52enne fondatrice di Taira’s Angeles, un’organizzazione di volontari medici che si è concentrata sull’evacuazione dei feriti, feriti. è stato trattenuto per settimane: “Mia madre è stata rapita dai soldati russi vicino a Mariupol il 16 marzo e ora si trova in Russia. Ma non so dove sia perché non l’abbiamo incontrato. Mi manca tanto, non so come posso aiutarlo in alcun modo se non intervistare e condividere informazioni”. Nella regione di Kherson, le forze russe hanno ucciso a colpi di arma da fuoco un gruppo di giovani che stavano per comprare il pane e uno è stato ucciso, riferisce Unian. Cinque bambini sono stati uccisi dagli ordigni esplosivi lasciati dall’esercito di Mosca sulla via del ritorno alla città di Trostianets, nella regione di Sumy.

Volodymyr Zelensky, indignato alle Nazioni Unite: “Se hai le parole, le Nazioni Unite devono essere annientate. Abbiamo bisogno di un processo come Norimberga “- guardia

ZELENSKY CHIEDE ATTREZZATURE – Il leader ucraino Volodymyr Zelensky, parlando alla Cnn, ha chiarito di non voler lasciare il Donbass: “Non mi fido dell’esercito e della leadership russi. -Donbass, non torneranno a Kiev”. Poi torna a chiedere all’Occidente più armi, spiegando che “qualsiasi ritardo” suona come “il permesso russo di uccidere gli ucraini”. Nel frattempo, Kiev ha completato un questionario per assicurarsi lo status di candidato all’UE. Lo ha annunciato Igor Zhovkva, secondo di Bureau: “Siamo ora in attesa di una lodevole proposta della Commissione, dopodiché la palla passerà agli Stati membri. A giugno si terrà un Consiglio europeo, dove ci aspettiamo che l’Ucraina vinca il candidato”.

Albano Carrisi accoglie nella sua casa la famiglia dei profughi ucraini: “Non si torna indietro quando il pubblico chiama” – guardia

TRA UE E MOSCA- Ursula Von der Leyen, presidente della Commissione europea, afferma che il crollo della Russia è solo temporaneo: “Le sanzioni sono profonde nell’economia russa ogni settimana: le esportazioni russe sono diminuite del 70%. Settecento compagnie aeree russe hanno perso le licenze a causa della mancanza di funzionalità e aggiornamenti software. Centinaia di grandi aziende e migliaia di esperti stanno lasciando il Paese. Secondo le attuali previsioni, la produzione interna in Russia diminuirà dell’11%. Con questa guerra Putin sta distruggendo il suo Paese e il futuro del suo popolo”. Ma al Cremlino sembrano avere più certezze. L’ex vicepresidente del Consiglio di sicurezza ed ex presidente Dmitry Medvedev ritiene che “il fallimento della Russia potrebbe portare l’Europa a disobbedire alle sue leggi. Il sistema finanziario dell’UE non è ancora del tutto stabile e l’autostima delle persone è crollata. E non ha tremato molto in un 2008 memorabile”. Racconta Tass.

Ucraina, l’esplosione di una bomba uccide il primo ballo dell’Opera National guardia

L’INTEGRITÀ DI KUTIN – La Nbc ha pubblicato un’intervista con Karl Nehammer, il cancelliere austriaco e leader occidentale solo per vedere Putin dopo l’attacco: “Parlandoci in tedesco, mi ha detto che era meglio che la guerra finisse prima che dopo”. Ma a suo avviso l’inganno di ritenere che lo zar non abbia fatto i suoi calcoli: “Credo che Putin sia ben consapevole di quello che sta succedendo. .

Ucraina, perché Zelensky ha già vinto la guerra delle comunicazioni. Anche contro i deepfake – guardia

em


In data odierna